Contenuto sponsorizzato

Un museo per i vigili del fuoco trentini: “Le nuove leve non conoscono il nostro passato”

Avviato il progetto per costruire un museo dedicato ai vigili del fuoco volontari del Trentino, il presidente della Federazione, Giancarlo Pederiva: “Mantenere viva la memoria di chi siamo e del sacrificio di chi ci ha preceduto”

Foto d'archivio
Pubblicato il - 21 January 2022 - 18:42

TRENTO. Nei giorni scorsi si è svolta l’assemblea dei comandanti dei corpi dei vigili del fuoco volontari del Trentino, chiamata ad approvare il bilancio preventivo 2022 e pluriennale per gli anni 2023 e 2024 e la relazione programmatica. Data la delicata situazione sanitaria l’assemblea non è stata convocata in presenza, bensì nelle 13 sedi delle unioni distrettuali collegate in videoconferenza con la Federazione provinciale.

 

Grande spazio è stato riservato a un ambizioso progetto di ricostruzione della memoria storica che, nelle intenzioni del comitato di presidenza della Federazione, si concretizzerà nella costituzione di un museo dedicato ai vigili del fuoco volontari del Trentino.

 

“Sempre più spesso – ha affermato il presidente della Federazione, Giancarlo Pederiva – riscontriamo nelle nuove leve una non conoscenza del nostro passato e in particolare delle motivazioni che hanno spinto i nostri antenati ad intraprendere la strada dell’autonomia organizzativa contro il pericolo del fuoco. Una carenza che può portare ad una libera interpretazione delle finalità del nostro movimento, con la prevedibile conseguenza che vengano persi di vista i pilastri fondamentali del volontariato, della gratuità e dell’autonomia gestionale ed organizzativa dei corpi”.

 

Il progetto che vede camminare fianco a fianco Federazione dei vigili del fuoco volontari e Fondazione Museo storico del Trentino e che a fine novembre ha visto la presentazione del documentario dedicato all’intervento del contingente trentino in occasione del terremoto dell’Irpinia nel 1980.

 

Mantenere viva la memoria di chi siamo e del sacrificio di chi ci ha preceduto”, come ha spiegato Pederiva, è l’obiettivo e il filo conduttore dell’operazione di recupero della memoria storica, da perseguire in primis attraverso il confronto con i vigili anziani (i cosiddetti fuori servizio) ma anche con il censimento e la catalogazione dei numerosi documenti presenti negli archivi comunali e dei corpi che porterà alla realizzazione di un catalogo fotografico dei preziosi cimeli e soprattutto di un museo dei vigili del fuoco volontari del Trentino.

 

Nella relazione programmatica del presidente sono stati affrontati vari argomenti: dalle assicurazioni ai nuovi piani di allertamento (operativi sull’intero territorio provinciale dallo scorso 15 gennaio), dall’installazione delle radio veicolari (che verrà completata entro l’anno) alle iniziative pensate per gli allievi, il settore che maggiormente ha risentito degli effetti della pandemia. A luglio di quest’anno sono in programma in Slovenia le Olimpiadi Ctif rivolte agli allievi vigili del fuoco. Un appuntamento al quale il Trentino si presenterà con due squadre (una femminile ed una maschile o mista). Per quanto riguarda il bilancio preventivo per l’anno in corso pareggia a 1 milione 486 mila euro, mentre quello relativo agli esercizi 2023 e 2024 si attesta, per ora, a 499 mila euro.

 

Accanto ai 168 comandanti, presenti in videoconferenza anche Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento ad assessore alla Protezione civile, la dirigente del Servizio provinciale antincendi Ilenia Lazzeri, ed i vigili del fuoco onorari. Fugatti ha annunciato che è stato avviato l’iter tecnico che porterà alla realizzazione della nuova sede della Federazione a Ravina ed assicurato che “la giunta provinciale già a partire da quest’anno ha individuato le risorse finanziarie che serviranno per coprire gli investimenti prioritari segnalati dagli ispettori relativamente alle caserme”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 18 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 maggio - 19:13
A Trento per Vasco sono arrivati in tanti: genitori con figli adolescenti, coppie di fidanzati e gruppi di amici. L'attesa sotto il sole non [...]
Cronaca
19 maggio - 18:21
I cuccioli sono stati salvati da una donna che stava correndo nei boschi quando ha sentito i guaiti. Ora sono stati presi in custodia dai volontari [...]
Cronaca
19 maggio - 18:43
Visto il grande afflusso di auto sulla zona di Trento Sud il traffico dell'autostrada viene deviato su Trento Nord. Ecco il piano della viabilità [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato