Contenuto sponsorizzato

Dalle piste da sci alle escursioni nella neve, la val di Non lancia l'inverno. La novità è l'apertura stagionale di Castel Valer con la possibilità di incontrare Babbo Natale

Diverse le opportunità e le esperienze in val di Non durante la stagione tra escursioni con le guide alpine, attività sportive, laboratori per i più piccoli e malghe in quote. E con una novità: Castel Valer aperto anche in inverno

Foto a sx di Elisa Fedrizzi, foto a dx di Simone Covii
Pubblicato il - 07 dicembre 2023 - 12:56

CLES.  Dopo un autunno di grandi eventi, la valle di Non è pronta per la stagione fredda.  A proposito di 'aperture', una grande novità riguarda Castel Valer, il gioiello dell’offerta culturale della vallata, che per la prima volta sarà visitabile anche in inverno, accompagnati dalle guide o attraverso le attività organizzate per le famiglie (Qui info).

 

Ma la val di Non è famosa per il paesaggio e per le proprie montagne che, da sempre, sono tra le preferite per organizzare escursioni sulla neve e ciaspolate. Un’occasione per scoprire le bellezze naturali del territorio, per praticare sport a contatto con la natura e magari per un ristoro in alta quota in una delle tante malghe aperte anche in inverno per riscoprire i piatti della tradizione.

 

Trova origine in val di Non il termine “ciaspole”, un vocabolo del dialetto locale entrato a far parte del linguaggio comune grazie al successo della gara “La Ciaspolada” che si tiene ogni gennaio in Alta Val di Non e richiama migliaia di persone, sportivi e appassionati. Le escursioni con le ciaspole sono un’alternativa ideale per gli amanti dei paesaggi innevati, della natura e della tranquillità. Passeggiare con le ciaspole, o ciaspolare, è infatti una pratica oggi molto in voga che permette agli appassionati della montagna, anche non sciatori, di frequentarla anche in inverno.

 

Con il supporto di esperte guide alpine sono stati selezionati 7 itinerari, da percorrere con o senza neve, con le ciaspole o pratici ramponcini (per camminare sicuri anche in caso di ghiaccio): anello al lago di Tret, anello alle pendici del Corno di Tres, facile salita verso il Monte Penegal, alle pendici del Monte Roen  con salita al Monte Lira, anello alle Pendici del Monte Luco, anello nei dintorni di malga Castrin nel gruppo delle Maddalene e anello tra le malghe di Cloz e Revò nel gruppo delle Maddalene.

 

percorsi sono alla portata di tutti e le guide alpine adattano sempre l'itinerario ai desideri e alle capacità dei partecipanti. Il calendario è davvero fitto di appuntamenti dall’8 dicembre 2023 fino al 10 marzo 2024, sempre con la possibilità di prenotare online le esperienze.

 

Altro motivo per cui la Val di Non è meta di escursioni sulla neve sono le tante malghe e rifugi che restano aperti in inverno. Un ristoro in alta quota offre l’opportunità di degustare i piatti tipici della gastronomia locale in un’atmosfera davvero unica. Alcune strutture sono aperte nel weekend, altre tutti i giorni.

 

L'anello per sci da fondo Regole di Malosco-località Paradiso è un bellissimo percorso che permette di compiere anelli di diverse lunghezze e dislivelli e che collega tra loro i grandi prati delle Regole di Malosco alla località Paradiso a ridosso di Ruffrè-Mendola. Dalla Località Regole di Malosco la pista si addentra tra prati e boschi e compie una serie di serpentine con leggeri saliscendi. All'anello base di 5,4 chilometri si può aggiungere una variante di altri 2 chilometri oppure proseguire fino alla località Paradiso per un totale di quasi 10 km. Le piste da fondo sono di difficoltà medio - bassa e percorrono suggestivi ambienti boschivi e prativi ad un'altezza media di 1.350 metri. La prima parte dell'anello è pianeggiante e la seconda un po' più movimentata con piccole serie di dossi.

 

Le piste della Val di Non non sono i grandi caroselli sciistici famosi in tutta Italia e all'estero ma sono delle piste semplici dove tutti i nonesi hanno imparato a sciare. Gli impianti della Mendola, della Predaia e del Monte Nock sono l'ideale per bimbi e ragazzi o per chi non ha grande dimestichezza con gli sci. Si tratta di piste sicure, non c'è ressa, si può sciare tranquillamente e sono facilmente raggiungibili. Non mancano comunque tutti i servizi per chi scia: noleggi, scuole di sci, campo scuola per i bimbi e caldi rifugi dove fare pausa.

 

Il pattinaggio sul ghiaccio è uno sport facile e divertente per tutti e in Val di Non si può praticare all’aperto e al coperto. Al Palazzetto del ghiaccio di Fondo si pattina per tutta la stagione e, se le condizioni meteorologiche lo permettono, si pattina anche sulla superficie ghiacciata del vicino lago Smeraldo. Al campo sportivo di Sporminore si trova una pista di ghiaccio naturale, mentre nel centro storico di Cles una pista di pattinaggio con ghiaccio sintetico.

 

La novità di stagione è l’apertura di Castel Valer, per la prima volta visitabile anche in inverno. Il più elegante dei castelli della Val di Non sarà cornice di visite guidate ed esperienze uniche come lo speciale “Babbo Natale”, “Caccia all’indizio” e “Dolce Natale”. Sarà visitabile per tutto l’inverno anche Castel Thun, ancora oggi una delle più belle e importanti residenze nobiliari del Trentino. Non mancano in valle tante altre iniziative come mercatini natalizi, mostre di presepi, gite in carrozza sulla neve e altre attività con gli animali, grandi eventi come il Capodanno in Val di Non.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 febbraio - 19:02
Le parole del vice-presidente della Comunità del Garda, Filippo Gavazzoni, mentre il Benaco raggiunge il livello di altezza idrometrica nel Garda [...]
Cronaca
28 febbraio - 20:18
Complicatissimo l'intervento dei vigili del fuoco di Madonna di Campiglio, considerato che la vettura si trovava su terreno innevato e in bilico [...]
Cronaca
28 febbraio - 19:19
Una buca di circa 40 centimetri di diametro si è aperta improvvisamente quest'oggi: la piccola rottura nell'asfalto è dovuta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato