Contenuto sponsorizzato

L'edificio più eco-friendly e sostenibile d'Italia è un progetto dell'azienda trentina Armalam

La realtà di Pergine si è aggiudicata il primo premio nell'Energy Globe Award Italia, riconoscimento tra i più prestigiosi al mondo. Questo contest ha visto nel 2017 la partecipazione di 178 paesi e la presenza di oltre 2.000 progetti

Di Luca Andreazza - 29 settembre 2017 - 19:21

PERGINE. Sostenibilità, efficienza energetica, comfort e qualità della vita. Armalam, realtà perginese fondata nel 2003, brilla all'Energy Globe Award Italia e si aggiudica il primo posto di questo premio istituito nel 1999 e tra più prestigiosi al mondo, soprattutto in questo periodo di forti cambiamenti climatici e ambientali: questo riconoscimento vede la partecipazione, solo su invito, di progetti che conservano e proteggono le nostre risorse oppure che impiegano energia rinnovabile.


Nel 2017 l'Energy Globe Award Italia ha visto la partecipazione di 178 paesi e la presenza di oltre 2.000 progetti e iniziative per competere nell’assegnazione del premio finale.

 

Il riconoscimento Energy Globe Award Italia è stato assegnato alla società trentina per la progettazione e la realizzazione dell’Ecohotel 'Bonapace' di Torbole, il primo albergo 'near zero energy', già ampiamente premiato dalla Certificazione Arca-livello Platinum, alla quale si aggiungono quelle Passivhouse e Climahotel Gold (Qui articolo: Arca e l'edilizia in legno, la sfida trentina a terremoti e incendi).

 

Anche la certificazione Arca parte dal Trentino al fine di premiare gli edifici in legno più ecologici, resistenti, durevolisalubri, ma allo stesso tempo ideando delle vere e proprie linee guida per chi è interessato a progettare edifici '100%-Eco'.

 

Dietro la progettazione dell'Ecohotel 'Bonapace' si cela anche tanta informatica e esperienza di ingegneria: come le accurate elaborazioni al computer per l'irraggiamento del sole per ottimizzare così il riscaldamento e raffrescamento. 

 

A questo si aggiunge la progettazione di un involucro termico ad altissime prestazioni e una centrale termica con impianto di ventilazione meccanica controllata a recupero di calore e l’installazione di circa 10 kW di fotovoltaico.

 

Questi dispositivi consentono all'edificio di rendersi quasi energicamente indipendente: niente emissioni di CO2.

 

L'innovativo sistema di ventilazione è il fiore all’occhiello dell'edificio: l'impianto non serve solamente per controllare la temperatura delle stanze, ma anche per garantire un’ottima salubrità interna, con un riciclo dell'aria che diminuisce la contaminazione di batteri e acari.

 

Gli studi dell'Istituto di Sanità americano certificano inoltre il miglioramento della qualità dell'aria indoor, che concilia sonno e riposo, due requisiti fondamentali per un ecohotel-relais.

 

Il percorso di Armalam non finisce però qui, l'azienda trentina è infatti ora candidata per l'assegnazione del premio internazionale il prossimo 16 gennaio a Teheran, capitale dell'Iran, alla presenza di personalità del calibro di Maneka Gandhi e Kofi Annan

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 gennaio - 19:55
Trovati 1.094 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 994 guarigioni. Sono 169 i pazienti in ospedale. Tutti i Comuni sul [...]
Cronaca
24 gennaio - 18:43
L'incidente è avvenuto questo pomeriggio nel comprensorio sciistico di San Martino di Castrozza. L'uomo è stato stabilizzato sul posto ed [...]
Politica
24 gennaio - 17:56
Il primo scrutinio è cominciato. Il quorum da raggiungere dei 2/3 corrisponde a 672 voti. Manca per ora un accordo e le principali forze politiche [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato