Contenuto sponsorizzato

A Rovereto nati i "cuccioli del terremoto" e ora cercano una casa

Angelina, cagnetta bianca di media taglia, ha dato alla luce 1 maschio e 4 femmine, Joly, cagnetta bianca e arancio di piccola taglia, 3 maschi e 1 femmina. Sono le due cagnette affidate ad Arcadia e accudite nel canile portate a Rovereto dopo il terremoto del Centro Italia

Pubblicato il - 14 ottobre 2016 - 11:21

ROVERETO. Li chiamano i cuccioli del terremoto e sono già alla ricerca di una famiglia che li accudisca e gli voglia bene. Hanno partorito, infatti, le due cagnette che, scampate dalla tragedia del terremoto del Centro Italia, sono giunte incinte al canile di Rovereto dove sono state prese in carico dal personale dell’associazione che gestisce il canile.

 

 

Angelina, cagnetta bianca di media taglia, ha dato alla luce 1 maschio e 4 femmine; per Joly, cagnetta bianca e arancio di piccola taglia, sono arrivati 3 maschi e 1 femmina. Tutti i cuccioli potranno presto essere dati in adozione, mentre per le due madri si devono attendere i documenti che consentano ad Arcadia, gestore del canile, di potersi comportare come proprietaria degli animali. I due esemplari sono di una coppia di anziani - quasi centenari - che ha dovuto lasciare la propria abitazione dopo la tragedia e che, verosimilmente, non potrà tornare ad accudirli.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 novembre - 05:01

Caritas diocesana e Fondazione Comunità Solidale restituiscono la fotografia delle povertà sul territorio provinciale, con numeri in leggera crescita rispetto lo scorso anno. “Tanti stranieri utilizzano i servizi di accoglienza come punto di riconoscimento e di appoggio per avere un luogo sicuro dove pernottare in attesa dei documenti”

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato