Contenuto sponsorizzato

Alla Predaia Boat la spunta il ''drago'' di Piné davanti ai Tchen Tchen e ai Paniza Pirat

La quinta edizione della manifestazione organizzata dalla A.S.D. Dragonbroz ​è stata un grande successo con oltre 2.000 persone presenti tra appassionati e partecipanti

Le foto sono di Bruno Arragone
Pubblicato il - 01 luglio 2018 - 20:34

PREDAIA. Alla fine l'ha spuntata Pinè davanti ai Tchen Tchen e ai Paniza Pirat ma a vincere sono stati tutti i presenti perché la 5ª edizione della Predaia Boat si è rivelata l'ennesimo grande successo sul piano sportivo, del divertimento e dello spettacolo. Gara ufficiale di dragonboat inserita nel Campionato Trentino Uisp la manifestazione, organizzata dalla A.S.D. Dragonbroz in collaborazione con il Comune di Predaia e i Consorzi Irrigui di Coredo, per il quinto anno consecutivo si è disputata nella suggestiva e rinnovata zona dei Due Laghi, nel paese di Coredo.

 

 

Undici gli equipaggi in gara, con una formazione under16. Quasi 300 gli atleti provenienti da tutto il Trentino che si sono dati battaglia sullo specchio d’acqua di Coredo nelle gare sprint (350 metri). La sfida si è disputata in due manche di qualifica, cui sono seguite la finalina e la finale.

 

 

In questa 5ª edizione, come detto, si è imposta la formazione del Pinè, che grazie a una performance tutta grinta e determinazione ha conquistato un’importante vittoria sullo specchio d’acqua di Coredo. Seconda piazza e ottima prestazione per i Tchen Tchen, mentre sul gradino più basso del podio è salito l’equipaggio dei Paniza Pirat.

 

 

 

Alla premiazione erano presenti numerose autorità, tra cui il vicepresidente dell’Apt Val di Non Andrea Widmann, l’assessore alle associazioni di Predaia Elisa Chini, l’ex consigliere provinciale Caterina Dominici, l’ex senatore Franco Panizza e il presidente dei Consorzi Irrigui di Coredo Claudio Erlicher.

 

 

La gara si è potuta svolgere in piena sicurezza grazie alla collaborazione dei Vigili del Fuoco di Coredo, supportati dalla sezione nautica del corpo di Taio, e della Croce Rossa di Coredo. Fondamentale per l’organizzazione è stato anche l’apporto delle associazioni locali Motorcoret, Teste Calde, Gruppo Giovani di Vervò, Associazione Notti di Maggio.

 

I promotori, nel ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento, registrano una cospicua partecipazione di equipaggi e simpatizzanti, che ha inciso in maniera determinante sul successo dell’iniziativa. L’evento, infatti, ha fatto registrare un’affluenza di oltre 2.000 persone tra spettatori e appassionati che non sono voluti mancare a questo importante appuntamento. La manifestazione è proseguita, a partire dal tardo pomeriggio, con il Party on the Lake organizzato da Radio Vivafm con la collaborazione di alcuni dj locali e la partecipazione straordinaria di Aryfashion, animando il parco dei Due Laghi fino a notte fonda.

 

 

La classifica:

 

Finale

1° Pinè (1’ 28’’ 19) 2° Tchen Tchen (1’ 29’’ 10) 3° Paniza Pirat (1’ 29’’ 75) 4° Borgo (1’ 30’’ 85) 5° Famigerata (1’ 31’’ 07) 6° Remenga (1’ 32’’ 88)

 

Finalina

7° Dragonbroz (1’ 33’’ 34) 8° Nutria (1’ 33’’ 39) 9° Xtreme (1’ 34’’ 07) 10° Penne Sprint (1’ 34’’ 67) 11° Dragon teen – under 16 (1’ 41’’ 31)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato