Contenuto sponsorizzato

Arrivano Baronio e Cazzago a rinforzare la difesa del Trento

Calcio. I gialloblu ora sono sulle tracce di un metronomo di centrocampo e un esterno under. Niccolò Baronio è il nipote di Roberto, ex Lazio e Fiorentina

Pubblicato il - 10 luglio 2018 - 17:56

TRENTO. Prosegue la campagna di rafforzamenti del Trento per la seconda stagione consecutiva in serie D. Il sodalizio di via Sanseverino comunica di aver acquisito a titolo temporaneo, cioè un prestito secco fino a giugno 2019, Niccolò Baronio e Angelo Cazzago, dal Brescia. Ora i gialloblu proseguono a scandagliare il mercato alla ricerca di un metronomo di centrocampo e un esterno under.

 

Nipote di Roberto Baronio, ex Lazio e Fiorentina in campo e ora tecnico della Primavera del Brescia dopo le esperienze all'Italia under 18 e 19, Niccolò Baronio, classe 1999, è un difensore esterno di piede sinistro e dalla buona struttura fisica (177 centimetri d’altezza per 67 chilogrammi di peso), in grado di agire sia come terzino in un reparto a quattro che come esterno in una linea mediana a cinque.

 

Muove i primi passi nel settore giovanile del Verolavecchia, ma giovanissimo si trasferisce al Brescia: con le “Rondinelle” compie tutta la trafila, sino alla formazione “Primavera” con la quale ha preso parte agli ultimi due campionati di categoria, totalizzando complessivamente 35 presenze.

 

I reparto arretrato viene potenziato anche dall'arrivo di Angelo Cazzago, classe 2000, difensore di piede destro e dalla buona struttura fisica (185 centimetri per 77 chilogrammi di peso), in grado di giocare come terzino in un reparto a quattro che come esterno in una linea mediana a cinque.

 

Muove i primi passi nel settore giovanile del Montichiari, per trasferirsi poi giovanissimo al Brescia, dove compie tutta la trafila sino alla formazione Under 17. La scorsa estate si trasferisce al Ciliverghe Mazzano, con cui ha collezionato 14 presenze in serie D nel campionato appena concluso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 09:49

"Abbiamo una sede di 500 metri quadri coperti e un parcheggio privato di 18 posti auto con altri parcheggi vicini” ha spiegato l'Imam Aboulkheir Breigheche. Yassine Lafram, presidente dell'Unione delle Comunità Islamiche del nostro Paese: “Con grande sensibilità per il tema della sanità pubblica e un grande senso di appartenenza siamo disponibili a dare il nostro contributo per uscire tutti insieme al più presto da questa situazione”

07 marzo - 05:01

I sindacati Cgil, Cisl e Uil: "Chi chiedeva trasparenza e azioni concrete per contenere il contagio veniva accusato, mentre in realtà voleva solo preservare il territorio. Com'è che diceva il presidente Maurizio Fugatti? 'E poi si tira la riga e si vede il risultato'. Eccolo purtroppo". Zanella (Futura): "Giudizio impietoso. E non interessa del personale al collasso, mica c'è lui a riorganizzare e farsi turni massacranti"

07 marzo - 09:13

Secondo una prima ricostruzione l’auto, una Fiat Panda, guidata dal 35enne ha accidentalmente invaso la corsia opposta proprio mentre stava sopraggiungendo il furgone guidato dal fratello Manuel. L’impatto è stato terribile, nell’incidente ha perso la vita Amos Dalla Verde

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato