Contenuto sponsorizzato

Bertagnolli e Casal ragazzi magici: da Cavalese a PyeongChang, alla prima gara è già bronzo

I due 19enni, amici e compagni di sport, hanno conquistato il terzo posto ai Giochi Paralimpici invernali di PyeongChang nella disciplina a loro meno congeniale (discesa libera visually impaired): "Non ce l'aspettavamo ma ora abbiamo rotto il ghiaccio"

Di Luca Pianesi - 10 marzo 2018 - 11:29

PYEONGCHANG. Erano i più attesi della spedizione azzurra e non hanno tradito le aspettative. Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal hanno conquistato il bronzo olimpico ai Giochi Paralimpici invernali di PyeongChang. I due affiatatissimi amici 19enni di Cavalese, compagni di classe oltre che di sport, non hanno fallito la prima occasione di medaglia chiudendo, nella gara forse a loro meno congeniale (discesa libera categoria visually impaired) fra le 5 del programma olimpico dello sci alpino, sul terzo gradino del podio a +2”53 dai canadesi Mac Marcoux/Jack Leitch, che hanno vinto la medaglia d’oro precedendo di 1”42 la coppia slovacca Jakub Kravo/Branislav Brozman.  

 

Amici da sempre Giacomo e Fabrizio sciano insieme ormai da diversi anni sulle piste di Cavalese. Giacomo è nato con un'atrofia al nervo ottico ma non ha mai rinunciato allo sport e alla sua grande passione, lo sci, e anche grazie all'aiuto della sua guida Fabrizio, suo coetaneo e amico, sta diventando un simbolo per tutto il movimento paralimpico italiano. Bertagnolli (QUI LA SUA INTERVISTA) si è avvicinato a questo sport grazie ai suoi genitori, che all’età di 3 anni lo hanno portato per la prima volta sulle piste vicino a casa a Cavalese. Jack a 12 anni ha iniziato a fare le prime gare agonistiche, poi è stato un crescendo costante, sono arrivati in sequenza i successi agli italiani, in Coppa del mondo e infine al Mondiale in Friuli Venezia Giulia. Niente male per un ragazzo che ha solo 19 anni compiuti da poco e che da oggi può vantare anche un bronzo olimpico.

 

All'alba di questa mattina in Corea dopo aver fatto registrare il miglior tempo nell’unica prova cronometrata, i nostri ragazzi si sono confermati su altissimi livelli anche in gara e, malgrado qualche piccola sbavatura nel settore centrale, sono riusciti a regalare all’Italia la prima medaglia in questa XII^ edizione dei Giochi di PyeongChang e, alle Fiamme Gialle, la prima medaglia della storia alle Paralimpiadi invernali. “Non abbiamo ancora realizzato quello che è successo - hanno spiegato al termine della gara i due ragazzi - in discesa non ce l’aspettavamo. Sapevamo di poter fare bene ma la medaglia non era scontata, meglio così. Abbiamo rotto il ghiaccio ed ora guardiamo con fiducia alle prossime 4 gare dove cercheremo di fare ancora meglio!.

 

 

Classifica discesa libera maschile “Visually Impaired”

1 MARCOUX Mac B3 CAN 1:23.93 Guide: LEITCH Jack

2 KRAKO Jakub B2 SVK 1:25.35 +1.42 Guide: BROZMAN Branislav

3 BERTAGNOLLI Giacomo B3 ITA 1:26.46 +2.53 Guide: CASAL Fabrizio

4 SANTACANA MAIZTEGUI Yon B2 ESP 1:27.40 +3.47 Guide: GALINDO GARCES Miguel

5 FRANTSEV Ivan B2 NPA 1:30.72 +6.79 Guide: AGRANOVSKII German

6 HETMER Patrik B2 CZE 1:31.21 +7.28 Guide: MACALA Miroslav

7 BURTON Kevin B2 USA 1:31.35 +7.42 Guide: ASHBY Brandon

8  KREZEL Maciej B3 POL 1:38.25 +14.32 Guide: OGARZYNSKA Anna

DID NOT FINISH: 2 competitors

7 HARAUS Miroslav B2 SVK Guide: HUDIK Maros

9 BATHUM Mark B3 USA Guide: YAMAMOTO Cade

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 dicembre - 13:59

Le precipitazioni che stanno colpendo il Trentino stanno portando forti nevicate anche a quote molto basse. In Val di Non e Sole nel fondo valle sono caduti circa 40-60 centimetri. Ecco il dettaglio delle strade e del livello della neve in provincia

05 dicembre - 12:20

Lo sfogo di una mamma trentina che, dopo aver rispettato tutte le direttive e le regole durante il periodo di quarantena, ora si sente presa in giro. "Credevo nell’Apss e nella Provincia, ma sono stata una povera cretina. Questa mattina i carabinieri mi volevano fare una multa da 450 euro perché risultavo essere ancora positiva, quando ho ricevuto il tampone negativo una settimana fa e sono tornata al lavoro da giorni"

05 dicembre - 11:09

Il maltempo che si sta abbattendo sull'Alto Adige nelle ultime ore sta creando numerosi disagi. Si registrano problemi in A22 verso il Brennero per i mezzi pesanti, ma su tutto il territorio sono attivi i vigili del fuoco volontari e permanenti per auto bloccate, allagamenti e alberi schiantati a terra per il peso della neve. Oggi è "allerta rossa" e nelle prossime ore si attende un peggioramento della situazione metereologica 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato