Contenuto sponsorizzato

Boscacci e Kreuzer campioni dell'Epic Ski Tour

Scialpinismo. Dopo tre tappe si è conclusa la kermesse sul passo Pordoi. Dieci nazioni al via e bilancio estremamente positivo per il comitato organizzatore

Pubblicato il - 13 marzo 2018 - 19:55

PASSO PORDOI. Domenica scorsa è calato il sipario su 'La Sportiva Epic ski tour' (Qui info complete) e sono Michele Boscacci e Victoria Kreuzer a incidere i nomi nell'albo d'oro nella manifestazione giunta alla seconda edizione.

 

Sul passo Pordoi i concorrenti provenienti da dieci nazioni hanno messo in scena una prova scialpinistica ardita tra vento, neve, nebbia e condizioni che non hanno avuto davvero nulla da invidiare alle narrazioni sportive più grandiose.

 

Il vero protagonista è Michele Boscacci, capace di aggiudicarsi tutte e tre le tappe, ma anche 7 mila euro del montepremi totale di 46 mila euro, oltre il triplo di quanto incassato quando vinse la Coppa del Mondo overall. Il campione di scialpinismo si è messo alle spalle Martin Anthamatten e Werner Marti.

 

Spettacolare tris per altrettanti 7 mila euro anche per la campionessa al femminile Victoria Kreuzer, la quale per un soffio non è riuscito a festeggiare sul gradino più alto del podio con il compagno Martin Anthamatten, autore di una incredibile rimonta, ma non sufficiente per superare il rivale Boscacci. Chiudono il podio Jennifer Fiechter e Corinna Ghirardi

 

Le modifiche al percorso a causa delle incerte condizioni meteo non hanno impedito ai concorrenti di cimentarsi sull’ottimo tracciato allestito da Oswald Santin, con partenza e arrivo ai 2.240 metri di passo Pordoi dopo aver affrontato 9.5 chilometri e 830 metri di dislivello tra vie forestali e il Pian Schiavaneis, ai piedi dei due spettacolari passi dolomitici Sella e Pordoi.

 

"Il bilancio è positivo - spiega Kurt Anrather, deus ex machina della kermesse -. Abbiamo parlato con diversi concorrenti e tutti sono rimasti soddisfatti dell’accoglienza e del format. Grazie a tutti i volontari, ai realizzatori dei percorsi Zanoner, Dondio, Ploner e Santin: una squadra grandiosa e arrivederci all’anno prossimo".

 

Maschile

1 Boscacci Michele Cs Esercito - La Sportiva 02:32:57; 2 Anthamatten Martin Ski Trab 02:34:06; 3 Marti Werner Grindelwald 02:35:28; 4 Bonnet Rémi Rémi Bonnet 02:36:10; 5 Gotsch Phillip  02:37:12; 6 Reichegger Manfred C.S.Esercito 02:37:25; 7 Nicolini Federico Brenta Team 02:38:36; 8 Boffelli William Team Crazy 02:39:41; 9 Sevennec Alexis Morzine-Avoriaz 02:40:03; 10 Stofner Martin La Sportiva 02:40:43

 

Femminile

1 Kreuzer Victoria Skitrab 03:06:59; 2 Fiechter Jennifer Adidas Terrex 03:14:17; 3 Ghirardi Corinna Adamello Skiteam 03:23:01; 4 Krenslehner-Schmid Verena Maloja/Hagan Mountain-Rider.Co 03:40:41; 5 Kober Theresa La Sportiva Mountain Attack 03:40:58; 6 Streitberger Verena La Sportiva Mountain Attack 03:43:18; 7 Knutti Marlen Team Senggihang 03:47:24; 8 Dediego Fatima La Sportiva Spain 03:53:40; 9 Varraine Elodie Les Galocheurs 03:57:21; 10 Marchesoni Giulia  04:05:32

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 19:10

A lanciarlo il segretario del Partito Autonomista: "Assieme possiamo fare anche massa critica per portare avanti un certo tipo di istanze".  L'appello è rivolto alle forze di centro e autonomiste. Il segretario: "Assistiamo ad un crescendo di malessere tra i moderati nei confronti dei partiti nazionali''

23 settembre - 19:09

Il 19 settembre 2019 il Parlamento approva una mozione che mette sullo stesso piano in nome della memoria condivisa il nazionalsocialismo e il comunismo. Ma la misura, volta a compiacere i governi dell'Est Europa, non comprende la complessità della Storia

23 settembre - 16:12

L’esplosione si è verificata questa mattina in un supermercato a St.Jodok, sul versante austriaco del Brennero. Secondo la prima ricostruzione la causa dell’incidente sarebbe da ricondurre a degli operai che hanno inavvertitamente bucato un tubo del gas provocando la deflagrazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato