Contenuto sponsorizzato

Capolavoro Aquila, la Dolomiti Energia stende le scarpette rosse. Si torna a Milano sul 2-2

Basket. I bianconeri resistono ai tentativi di fuga dell'Olimpia e piazzano un parziale iniziale di 21-2 nell'ultimo quarto che manda ko l'Ea7 Emporio Armani. Strepitoso Shavon Shields a 31 punti. Mercoledì Gara-5 a Milano

Di Luca Andreazza - 11 giugno 2018 - 22:38

TRENTO. E' un'Aquila Basket mai doma. Come Rocky Balboa incassa pugni, incassa schiaffi, incassa canestri, ma è lì a minare le certezze di Milano. E dopo una scalinata di 40 intensissimi minuti alza le braccia al cielo per il 77-74 nella rovente Blm Group Arena.

 

Le tinte, fortissime, di Gara-4 della finale scudetto sono bianconere. Un capolavoro disegnato da coach Maurizio Buscaglia e il ritratto che esce è quello di Shavon Shields (31 punti, 8 rimbalzi e 3 assist) a guidare un gruppo di guerrieri perché è la compattezza di squadra a vincere. Si ritorna a Milano per Gara-5 e un'altra certezza è quella di Gara-6 a Trento.

La Dolomiti Energia è durissima a morire, praticamente mai avanti, resiste ai numerosissimi tentativi delle scarpette rosse di scappare, scivola lontano, ma i trentini si esaltano nella battaglia e piazzano il colpo del ko nell'ultimo quarto, quando scrivono un clamoroso parziale iniziale di 21-2. Nel finale Milano cerca il guizzo, ma il cronometro "corre" e il tabellone si cristallizza sul successo aquilotto.

 

Una partita intensa e tesa, un elastico nel punteggio che vede Milano accelerare e Trento rientrare e rimettersi negli specchietti delle scarpette rosse, prima del sorpasso decisivo. Se l'Olimpia chiama e piazza un break, ecco che la Dolomiti Energia risponde presente e rimette tutto in discussione. Un equilibrio costante. Un incontro nell'incontro tra duelli e sportellate, ma anche tante prodezze con linee di canestro all'apparenza inesistenti.

 

Ogni palla vagante diventa una battaglia come se non esistesse un domani. La difesa della Dolomiti Energia è dura e ermetica, mentre la propulsione dell'Ea7 Emporio Armani corre sull'asse Micov (13 punti e 4 rimbalzi)-Goudelock (14 punti). I bianconeri lottano sempre, trascinati dalla carica di Forray, e si affidano anche a Sutton (  13 punti e 2 rimbalzi)Hogue (14 punti, 6/10 dalla lunetta e 7 rimbalzi) in costante crescita. 

 

L'Aquila pecca a tratti di fluidità in attacco e le percentuali dall'area sono piuttosto basse, ma l'ultimo periodo è a senso unico e l'Olimpia, che sembra tenere il match sotto controllo per trenta minuti e appare più lucida nelle scelte sotto canestro, sparisce dal parquet. La Dolomiti Energia annacqua le polveri di Milano e il talento dei meneghini non riesce a chiudere il cerchio: mentalmente le scarpette rosse crollano.

La tensione è palpabile. L'inizio è complicato e freddo, si sbaglia tanto, innumerevoli contatti, si segna poco e la Dolomiti Energia impiega tre minuti a trovare il canestro: i liberi di Hogue rompono il ghiaccio. Non ci sono pause, ma dopo dieci minuti del primo quarto il punteggio resta basso sull'11-11.

 

E' Milano a cercare il primo allungo e si porta rapidamente sul +7, un break di 7-0 in apertura del secondo periodo (parziale 18-21). E coach Maurizio Buscaglia corre ai ripari del time-out. Al rientro è Sutton a chiudere il parziale aperto delle scarpette rosse (13-18). Le percentuali al tiro restano al minimo sindacale, soprattutto in casa Aquila Basket, e Goudelock accelera sul +12, ci pensa a Silins a mettere la prima tripla della serata bianconera dopo un avvio da 0 su 9 dall'arco (18-27). La gara si sblocca, la circolazione di palla diventa fluida e le squadre iniziano a affondare il colpo: le schiacciate di Gomes e Sutton rimettono in scia la Dolomiti Energia sul 27-32. L'Aquila e le scarpette rosse vanno al riposo lungo sul 29-34.

 

La tripla di Cinciarini inaugura la terza frazione (parziale 23-21). Ma Shields piazza quattro punti, si aggiunge Sutton per posizionare Trento a due punti da Milano (37-39). Ma Kuzminskas spara la tripla del 37-44. Il margine dell'Olimpia dura poco: Forray è un'aspirapolvere e innesca ancora Shields (42-44). L'Olimpia ricostruisce il vantaggio con Micov e Goudelock e il punteggio schizza sul 42-53. La tripla di Sutton lancia la riscossa e i padroni di casa si riportano a un possesso di vantaggio per le scarpette rosse: 52-55.

 

Dopo due minuti è Dustin Hogue a aprire le danze nell'ultimo quarto (parziale 25-19) per il 54-55. Ci pensa Micov a rimettere a distanza Trento, ma i bianconeri mettono la freccia sul 59-57. Arriva la tripla di Shields per il 62-57. Cambia l'inerzia della gara. La Dolomiti Energia è sontuosa in ogni settore e scava un solco di 14 punti. La tripla di Bertans cerca di rendere meno pesante il passivo sul 75-66, nel frattempo Sutton e Gutierrez escono anzitempo per i cinque falli. Si gioca tra liberi e cronometro fermo, mentre Jerrells pesca due bombe consecutive, ma non basta. Si chiude sul 77-74

 

Dolomiti Energia Trentino-EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 77-74 
(11-13, 29-34; 55-57)
Dolomiti Energia Trentino: Franke (0/1 da 3), Sutton 13 (4/7, 1/3), Silins 9 (1/1, 2/5), Musumeci ne, Forray 3 (1/5, 0/2), Flaccadori ne, Gutiérrez 2 (1/5, 0/1), Lovisotto ne, Gomes 3 (1/2, 0/4), Hogue 2 (0/1), Lechthaler 2, Shields 31 (11/13, 0/3). Coach Buscaglia.
EA7 Emporio Armani Milano: Goudelock 14 (4/7, 2/8), Micov 13 (5/9, 1/3), Bortolani ne, Pascolo ne, Tarczewski 8 (3/3), Kuzminskas 4 (0/3, 1/4), Cinciarini 9 (2/4, 1/2), Cusin 2 (1/2), Abass, Bertans 8 (2/3, 1/3), Jerrells 10 (2/3, 2/7), Gudaitis 6 (2/4).Coach Pianigiani. 
Arbitri: Seghetti, Lo Guzzo, Martolini.
Note: Tiri da due: Trentino 23/38, Milano 21/38. Tiri da tre: Trentino 3/19, Milano 8/27. Tiri liberi: Trentino 22/31, Milano 8/11. Rimbalzi: Trentino 34 (Shields 8), Milano 36 (Gudaitis 6). Assist: Trentino 13 (Forray 5), Milano 8 (Micov 4). Recuperi: Trentino 7 (Forray 3), Milano 1 (Micov 1). Spett: 4.000.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 09:53

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.916 tamponi. Sono stati registrati 72 nuovi casi positivi

18 settembre - 05:01

Intervista al candidato sindaco per Trento di Onda Civica. La prospettiva è opposta al solito, non ''qual è il problema e cosa farai'' ma ''come sarà la città dopo 5 anni con te sindaco?''. Dal DolmitiPride, all'economia, dalla crescita della popolazione alla sicurezza e all'università otto domande per otto candidati per capire cosa ci aspetta votando l'uno o l'altra

18 settembre - 08:53

Nel corso degli anni hanno sottratto acqua pubblica dalla rete di distribuzione principale, allacciandosi al serbatoio idrico della comunità di Baselga di Pinè, con non pochi disagi per la popolazione, che soprattutto durante i periodi estivi, ha patito la penuria d’acqua, costringendo il Comune a reintegrare le scorte con l’impiego di autobotti, per un complessivo danno erariale stimato in circa 220 mila euro

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato