Contenuto sponsorizzato

Cristiano Ronaldo all'esordio in A, ad affrontarlo anche il trentino Fabio Depaoli

Calcio. Titolare prima giornata, il classe '97 in campo 90 minuti nella gara più mediatica di serie A. Finisce 3-2 per la Juventus, ma il Chievo Verona è riuscito a spaventare i bianconeri

Fabio Depaoli affronta Cristiano Ronaldo - Foto di www.imagephotoagency.it
Di Luca Andreazza - 18 agosto 2018 - 21:27

VERONA. Tutti gli occhi al Bentegodi, mentre i flash sono ovviamente per Cristiano Ronaldo, il protagonista diventa Bernardeschi, che in pieno recupero, disinnesca il Chievo lanciato verso il colpo all'esordio della serie A.

 

E c'è anche Fabio Depaoli alla prima giornata, titolare e in campo per 90 minuti, nella gara più mediatica da anni a questa parte del massimo campionato italiano. 

 

Buona la prestazione del trentino, classe '97, che dopo aver mosso i primi passi nel Trilacum e aver completato la trafila nel settore giovanile del Chievo dagli Esordienti alla serie A fino a rientrare nel giro delle Nazionali, si trova davanti Ronaldo.

 

La partita si sblocca subito, Khedira spezza l'equilibrio dopo appena tre minuti. La Juve controlla, ma i gialloblu passano e riescono a rimontare la Vecchia Signora della stella portoghese per il provvisorio 2-1.

 

Ci pensano Stepinski e Giaccherini (rigore) a ribaltare il punteggio. La Juventus riprende a spingere e impatta il risultato sul pareggio, angolo di Bernardeschi e Bani insacca nella propria porta.

 

Nel finale ecco Bernardeschi a non rovinare la festa per l'esordio italiano di Cr7. Finisce 3-2 per la Juventus.

 

CHIEVO VERONA - JUVENTUS 2-3

RETI: 3’pt Khedira, 37’pt Stepinski, 11’st Giaccherini rig., 30’st Bonucci, 46’st Bernardeschi.

 

ChievoVerona: Sorrentino (45’st Seculin), Tomovic, Rossettini, Bani, Cacciatore; Depaoli, Rigoni, Radovanovic, Hetemaj (33’st Obi), Giaccherini; Stepinski (22’st Djordjevic).
A disposizione: Semper, Tanasijevic, Barba, Jaroszynski, Kiyine, Birsa, Leris, Meggiorini, Pellissier.
Allenatore: Lorenzo D’Anna.

 

Juventus: Sczcesny, Cancelo, Chiellini, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado (11’st Bernardeschi), Pjanic, Khedira (39’st Emre Can); Costa (19’st Mandzukic), Ronaldo, Dybala.
A disposizione: Perin, Pinsoglio, Benatia, Barzagli, Rugani, Matuidi, Bentancur.
Allenatore: Massimiliano Allegri.

 

Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli.
Ammoniti: Radovanovic, Tomovic.
 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.53 del 30 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 maggio - 19:26

Dai costi elevati alla mancanza di un progetto ben definito problemi e possibili soluzioni per “l’Amazon trentina”. L’esperto: “Come per qualsiasi attività commerciale, o vi è un profitto o non c’è motivo per cui debba rimanere aperta. L’online è una risorsa, non una minaccia, ma solo se la si sa utilizzare nelle misure e nei contesti adeguati”

31 maggio - 19:23

Si tratta di Guido Casarotto. L'uomo era a bordo di una delle due macchine che il 25 maggio si erano scontrate sulla strada provinciale 235 all'altezza di Lavis

31 maggio - 16:57

Il video lanciato da Visit Valsugana con tanto di logo ufficiale ''Trentino'' è al limite dell'offensivo e potrebbe apparire a più di un potenziale turista come discriminatorio. Invece che raccontare le bellezze della propria terra si preferisce usarle per dei paragoni in negativo che non rendono giustizia a quanto tutti (lombardi compresi) possono trovare in Valsugana 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato