Contenuto sponsorizzato

Cristiano Ronaldo all'esordio in A, ad affrontarlo anche il trentino Fabio Depaoli

Calcio. Titolare prima giornata, il classe '97 in campo 90 minuti nella gara più mediatica di serie A. Finisce 3-2 per la Juventus, ma il Chievo Verona è riuscito a spaventare i bianconeri

Fabio Depaoli affronta Cristiano Ronaldo - Foto di www.imagephotoagency.it
Di Luca Andreazza - 18 agosto 2018 - 21:27

VERONA. Tutti gli occhi al Bentegodi, mentre i flash sono ovviamente per Cristiano Ronaldo, il protagonista diventa Bernardeschi, che in pieno recupero, disinnesca il Chievo lanciato verso il colpo all'esordio della serie A.

 

E c'è anche Fabio Depaoli alla prima giornata, titolare e in campo per 90 minuti, nella gara più mediatica da anni a questa parte del massimo campionato italiano. 

 

Buona la prestazione del trentino, classe '97, che dopo aver mosso i primi passi nel Trilacum e aver completato la trafila nel settore giovanile del Chievo dagli Esordienti alla serie A fino a rientrare nel giro delle Nazionali, si trova davanti Ronaldo.

 

La partita si sblocca subito, Khedira spezza l'equilibrio dopo appena tre minuti. La Juve controlla, ma i gialloblu passano e riescono a rimontare la Vecchia Signora della stella portoghese per il provvisorio 2-1.

 

Ci pensano Stepinski e Giaccherini (rigore) a ribaltare il punteggio. La Juventus riprende a spingere e impatta il risultato sul pareggio, angolo di Bernardeschi e Bani insacca nella propria porta.

 

Nel finale ecco Bernardeschi a non rovinare la festa per l'esordio italiano di Cr7. Finisce 3-2 per la Juventus.

 

CHIEVO VERONA - JUVENTUS 2-3

RETI: 3’pt Khedira, 37’pt Stepinski, 11’st Giaccherini rig., 30’st Bonucci, 46’st Bernardeschi.

 

ChievoVerona: Sorrentino (45’st Seculin), Tomovic, Rossettini, Bani, Cacciatore; Depaoli, Rigoni, Radovanovic, Hetemaj (33’st Obi), Giaccherini; Stepinski (22’st Djordjevic).
A disposizione: Semper, Tanasijevic, Barba, Jaroszynski, Kiyine, Birsa, Leris, Meggiorini, Pellissier.
Allenatore: Lorenzo D’Anna.

 

Juventus: Sczcesny, Cancelo, Chiellini, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado (11’st Bernardeschi), Pjanic, Khedira (39’st Emre Can); Costa (19’st Mandzukic), Ronaldo, Dybala.
A disposizione: Perin, Pinsoglio, Benatia, Barzagli, Rugani, Matuidi, Bentancur.
Allenatore: Massimiliano Allegri.

 

Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli.
Ammoniti: Radovanovic, Tomovic.
 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 dicembre - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 dicembre - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

02 dicembre - 18:25

Il presidente ha annunciato il nuovo documento che dal 3 dicembre cambia le cose e permette nuove libertà per i cittadini. Saltano tutte le restrizioni in più rispetto alla ''normale'' zona gialla. Ecco cosa cambia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato