Contenuto sponsorizzato

Degasperi vince l'Ironman di Lanzarote: storica impresa

Il triatleta trentino ha fatto la differenza tra bici e corsa e si è aggiudicato la vittoria in quella che è una della gare più importanti del mondo

Di Luca Pianesi - 26 maggio 2018 - 18:13

LANZAROTE. Era una delle gare più attese dell'anno e Alessandro Degasperi non ha fallito l'appuntamento. Una vittoria pazzesca, di quelle da libri di storia (e infatti domani il Dolomiti gli tributerà il giusto merito con l'inserto speciale D-Sport: qui i due numeri precedenti) e ora le Hawaii, con la finale del campionato mondiale, sono lì a un passo. Lanzarote è sua.

 

Uno degli Ironman più famosi del mondo, una delle gare di triathlon più seguite in assoluto è stata stravinta dal campione trentino che si divide tra il capoluogo e la Val di Fiemme e la Val di Fassa. Una gara che piace al "Dega", che aveva già vinto nel 2015 e che l'anno scorso lo aveva visto fermarsi a un passo da una storica doppietta (arrivò secondo). Doppietta che è arrivata oggi.

 

Come è risaputo l'Ironman si divide in tre frazioni: 3,860 km di nuoto, 180,260 km in bicicletta e 42,195 km di corsa. E Degasperi si è comportato egregiamente in tutte le frazioni. Nel nuoto ha chiuso in 49 minuti e 20 secondi, tenendo benissimo in quella che è, storicamente, per lui la frazione più difficile, poi è montato in sella alla bici e ha preso il largo chiudendo (in poco più di 5 ore e 3 minuti) davanti a tutti. La maratona l'ha gestita da leader assoluto facendo registrare il tempo di 2 ore 54 minuti e 23 secondi alzando, infine, le braccia al cielo e festeggiando un'altra storica impresa.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.08 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 05:01

Danno un esito in pochi minuti e costano molto meno dei tamponi (che però sono certamente più precisi e affidabili) ma permettono, sui grandi numeri, di andare comunque ad individuare i focolai e dalla Liguria, al Veneto e all'Alto Adige sono tanti i sistemi sanitari che si stanno spostando su questa strategia di indagine soprattutto con il riavvio delle scuole e l'autunno (e i malanni di stagione) che incombe 

18 settembre - 20:09

Rispetto a questa mattina la Pat ha corretto il dato dei nuovi positivi di oggi (non 19 ma 18) e sono stati aggiornati i dati per comune (ieri fermi forse per lo sciopero di Trentino Digitale). Ecco i dati aggiornati

18 settembre - 19:43

Oltre alla elevazione della sanzione amministrativa da 400 a 1.000 euro, è stata disposta la chiusura del locale dal 18 al 22 settembre compreso

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato