Contenuto sponsorizzato

E' grande Diatec, PalaPanini espugnato

Volley. La Trentino Volley tiene duro e mostra grande convinzione in casa dell'Azimut Modena. Arriva una vittoria per 3-2 e l'allungo in classifica per cercare di blindare il quarto posto. Mvp Kovacevic (24 punti) e Lanza (22 punti) supera Juantorena come secondo miglior marcatore della storia gialloblu  

Di Luca Andreazza - 18 febbraio 2018 - 20:45

MODENA. E' grandissima Diatec al PalaPanini. Trentino Volley in versione quasi perfetta batte l'Azimut Modena per 3-2 nel ventitreesimo turno di SuperLega. Una serata impreziosita anche dalla prestazione di Filippo Lanza, autore di 22 punti, che permettono al capitano di scavalcare la barriera dei 2.662 punti come secondo miglior marcatore della storia trentina messi a segno da Osmany Juantorena in maglia gialloblu. 

 

Trento mostra un'ottima forma fisica e tanta, tantissima, convinzione sul parquet di Modena. La Diatec conquista così la vittoria, un successo fondamentale per difendere l'assalto della Calzedonia Verona al quarto posto. Posizione puntellata questa sera, complice la netta sconfitta degli scaligeri in quel di Civitanova.

 

Ottava affermazione consecutiva in trasferta, due punti e prestazione che fanno morale e avviano la Diatec nel migliore dei modi verso questa fase finale di regular season, che vede un calendario più abbordabile per chiudere in quarta piazza, ora in solitaria, la graduatoria. 

In campo tanta tensione, equilibrio e alto livello, magari l'aspetto tecnico non sempre esce pulito, ma lo spettacolo non risente affatto di qualche errore di troppo. L'impatto sul match dei trentini è buono e conducono le danze per gran parte del primo periodo, frazione però che vede il lento recupero dei padroni di casa, che si aggiudicano il set ai vantaggi (28-26).

 

Rispetto a altre puntate, questa volta nessun contraccolpo. La Diatec incassa, va sotto, recupera e resta in partita. Soffre e tiene duro, ma prima pareggia i conti (26-28) e poi passa in vantaggio nei parziali (22-25). 

 

Le battute iniziali del quarto set sono ancora in equilibrio. L'ex Stoytchev si affida allora a Earvin Ngapeth a mezzo servizio, ma tanto basta e il francese guida quasi da solo Modena, che piazza un allungo sul 22-17, poi 25-17. La Diatec insegue e allora Lorenzetti fa rifiatare i suoi e opera qualche cambio in attesa del tie-break. 

 

Il tie-break è ancora battaglia e non delude le attese. La gara scorre punto a punto fino al 6-6, quindi Trento trova energie, sangue freddo e benzina per allungare per il 7-9. Kovacevic (24 punti questa sera) pesca l'ace dell'8-11. L'Azimut cerca di restare a contatto, ma Lorenzetti vede bene l'attacco di Lanza, chiama il video-check per il 9-13. I padroni di casa non mollano e si portano a -2 e -1, quindi il tecnico gialloblu ferma due volte il gioco in pochi istanti. Alla ripresa De Pandis si scansa, la palla finisce out e finisce 13-15. 

Radostin Stoychev, orfano di Sabbi e Ngapeth, schiera Bruno in regia, Argenta opposto, Van Garderen e Urnaut schiacciatori, Holt e Mazzone centrali, Rossini libero.

Angelo Lorenzetti, privo invece di Hoag risponde con Vettori opposto in diagonale a Giannelli, Lanza e Kovacevic in banda, Eder e Kozamernik al centro, De Pandis libero.

 

L’avvio del primo set è di marca Diatec: Lanza firma subito il 4-6. Modena però non si scompone: Van Garderen e un errore a rete di Kovacevic consente ai canarini di impattare sull'8-8. La Trentino Volley però si ricompatta e accelera sul 9-12. Stoychev spende un time out. Alla ripresa due ace di Kozamernik consegnagno ai trentini il massimo vantaggio di +4 (12-16). Sale in cattedra Kovacevic che incrementa le distanze sul +6 per il 14-20. Il tecnico bulgaro getta nella mischia Ngapeth e il muro riaccende le speranze dei padroni di casa: Holt e Urnaut dicono 20-21. La Diatec sbaglia, mentre Modena è precisa e si porta a casa il primo periodo per 28-26.

 

Trento però non esce dalla partita. L'inizio nel secondo parziale è buono e gli ace di Kovacevic scrivono il 3-5. Modena risponde subito, ma Lanza rilancia le ambizione della Trentino Volley per il 7-10. I padroni di casa riescono a restare in scia, ma la forbice di tre punti resta invariata fino al 17-20, quindi l'Azimut impatta il punteggio sul 22-22. La Diatec resiste al ritorno dei canarini e pareggia il conto sul 26-28. 

 

La terza frazione si apre nel segno di Modena che si porta sull'8-5. La Diatec stringe ancora i denti e resta in scia ai padroni di casa. Si arriva al 17-17, ma poi Kovacevic si prende la scena e lancia Trento sul 20-21, quindi Eder e Giannelli mettono a terra i palloni del 22-25.

 

Spalle al muro arriva la pronta reazione dei padroni di casa. Nel quarto set Holt e Argenta dicono 8-5. Trento è lì e pareggia sul 9-9. Stoytchev si affida a Earvin Ngapeth a mezzo servizio, ma tanto basta e il francese guida quasi da solo tra attacchi e ace i suoi al nuovo allungo (19-14). Un'accelerazione decisiva, si va al tie-break dopo il 25-17.

 

Il tie-break si conferma equilibrato fino al 6-6, quindi Trento piazza l'allungo dell'8-11 e Stoychev chiama il time out. Ace di Kovacevic, Modena sbaglia e arriva l'8-12 per la Diatec. L'Azimut non si arrende e si porta a -2 (12-14). Lorenzetti ferma il gioco per riordinare le idee in vista del fotofinish. Alla ripresa però è 13-14 e l'allenatore marchigiano chiama ancora il time out. Il servizio è fuori e la Trentino Volley vince 13-15 per il 2-3 finale.

 

AZIMUT MODENA-DIATEC TRENTINO 2-3
(28-26, 26-28, 22-25, 25-17, 13-15)

AZIMUT MODENA: Argenta 13, Van Garderen 1, Holt 9, Bruno 3, Urnaut 22, Mazzone 11, Rossini (L); Ngapeth S. 9, Pinali 1, Ngapeth E. 7. N.e. Franciskovic, Bossi, Marra. All. Radostin Stoytchev.
DIATEC TRENTINO: Eder 13, Giannelli 8, Kovacevic 23, Kozamernik 8, Vettori 16, Lanza 21, De Pandis (L); Chiappa (L), Hoag, Zingel, Teppan, Cavuto, Partenio. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Vagni di Perugia e Rapisarda di Udine.
DURATA SET: 37’, 34’, 27’, 28’, 19’; tot. 2h e 25’.
NOTE: 5.111 spettatori, incasso di 75.102. Azimut Modena: 11 muri, 5 ace, 14 errori in battuta, 7 errori azione, 47% in attacco, 48% (30%) in ricezione. Diatec Trentino: 10 muri, 7 ace, 21 errori in battuta, 14 errori azione, 50% in attacco, 53% (28%) in ricezione. Mvp Kovacevic.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

19 novembre - 19:32
L'incidente è avvenuto intorno alle 17.45 nel centro abitato di Tiarno di Sopra, dove due vetture sono arrivate alla collisione. Dopo l'impatto i veicoli sono rimasti in mezzo alla strada a compromettere la viabilità. In azione ambulanze, vigili del fuoco di Tiarno di Sopra e forze dell'ordine
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato