Contenuto sponsorizzato

Francia ancora indigesta, la Diatec alza bandiera bianca al tie-break

Volley. Dopo aver dominato il primo set, la Trentino Volley soffre i campioni di Francia allenati da Silvano Prandi e va sotto. Spalle al muro impatta, ma esce di scena nell'ultimo parziale

Di Luca Andreazza - 14 marzo 2018 - 23:01

REIMS (Francia). Dopo l'incredibile rimonta a Tour nell'atto conclusivo di Coppa Cev della passata stagione (Qui articolo), la Francia resta indigesta per la Diatec. Questa volta a Reims finisce 3-2 per i padroni di casa la gara di andata dei Playoff12 di Champions league. Fatale il tie break al Complex Sportif Rene Tys dopo due ore e venticinque minuti di partita.

 

La rapida affermazione nel primo set è solo un'illusione per i gialloblu. La Trentino Volley soffre e cerca di restare aggrappata di carattere al match, ma Trento crolla nell'ultimo parziale. Una sconfitta, che lascia ancora aperte le chance di qualificarsi alla fase successiva, ma Trento deve vincere al massimo 3-1 per evitare il golden set in caso di successo.

 

Nonostante l'assenza dell'opposto Boyer per infortunio, il giocatore di maggior caratura tecnica a disposizione di Silvano Prandi, i campioni di Francia dello Chaumont VB 52 Haute Marne (Qui scheda avversari) si riprendono dopo una falsa partenza (dominio Trento nel primo set e 17-25 a referto) e rovesciano le sorti della partita nella fase centrale del match (25-22 e 25-20).

 

I gialloblu sbagliano tanto, troppe sbavature: per una bella pallavolo bisogna ripassare, ma ormai spalle alle muro i trentini si aggrappano al carattere e riescono a aggiudicarsi un quarto parziale equilibratissimo.

 

La Diatec sembra poter tirare un sospiro di sollievo, ma dopo essere stata avanti 6-7 al tie break, Trento esce di scena e alzano bandiera bianca sul 15-10.

 

Silvano Prandi propone Gonzalez al palleggio, Ben Tara opposto, Louati e Miaijlovic in banda, Aguenier e Jansen Vandoorn centrali, Mouiel libero.

Angelo Lorenzetti risponde con Giannelli agisce in regia, Vettori è l’opposto, Lanza e Kovacevic schiacciatori, Eder e Kozamernik al centro, De Pandis libero.

 

I gialloblu nel primo set sono molto convincenti: Eder entra subito, due attacchi e altrettanti ace per il 3-7, quindi Vettori e Lanza confezionano prima il +6 e poi il +8 (8-16). Dopo il secondo time out tecnico i francesi provano a reagire con Louati (11-16), ma Trento ritorna a spingere sull'acceleratore e arma il braccio di Kovacevic per il 17-25.

 

Nel secondo parziale arriva la reazione dei francesi: Louati guida lo Chaumont VB 52 Haute Marne sull'8-5. Angelo Lorenzetti corre ai ripari e spende un time out discrezionale. Alla ripresa Lanza prova rimettere in scia i trentini, ma la Diatec ritorna fallosa nella parte centrale di frazione e i campioni di Francia riprendono quota per il 20-15. Eder prova a ricucire, ma Ben Tara impatta la gara sul 25-22.

 

L'avvio di terzo periodo è ancora equilibrato e le squadre a contatto (8-6). Dopo il primo time out tecnico lo Chaumont accelera con Ben Tara e Louti, che guidano i compagni verso un ulteriore allungo (14-10). Lorenzetti getta nella mischia Teppan, quindi Lanza e Kovacevic rimettono in carreggiata i trentini (21-19). Il rush finale è però tutto nel segno dei transalpini (25-20).

 

La Diatec parte meglio nella quarta frazione, ma lo Chaumont, trascinato da Louati, riesce a trovare il pareggio sull'11-11. Il tecnico trentino inserisce anche Vettori e Zingel (per Lanza e Kozamernik) e proprio l’australiano riesce a lasciare il segno: un break per il 16-19. I francesi provano a restare in scia (20-22), ma Giannelli pesca l'ace del 21-25 per allungare la gara.

 

Il quinto set è lottato punto a punto (7-7), Trento sembra avere lo spunto finale (7-8), ma i francesi non sono dello stesso parere e Ben Tara mette tutti d'accordo per il 15-10. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 settembre - 19:28

Elisa Filippi, renziana doc, oggi ha spiegato di non avere dichiarazioni da fare. Tra i possibili parlamentari pronti a seguire Renzi salta fuori anche il nome della senatrice Conzatti di Forza Italia. Intanto c'è attesa per l'appuntamento di giovedì a Trento con il vicepresidente alla Camera Ettore Rosato (pronto a seguire Renzi)  

17 settembre - 14:15

Dura interrogazione dell'ex assessore del Pd, il quale interviene sulla querelle della rinuncia di 1 milione di euro, anche di provenienza europea, da parte della Provincia a trazione Lega. Le risorse destinate per progetti di integrazione, ora piazza Dante dovrebbe restituire il 60% già anticipato dallo Stato

17 settembre - 12:13

La segretaria del Partito democratico Trentino ha fatto sapere che non prenderà parte all'incontro che si terrà giovedì nel capoluogo con il vicepresidente della Camera Ettore Rosato: "Sarebbe avvallare la scissione''. Per Maestri "Gli elettori del Pd hanno chiesto unità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato