Contenuto sponsorizzato

La Dolomiti Energia espugna per la prima volta Avellino e si prende Gara-1

Basket. La prima metà di gara è equilibrata. La Sidigas sembra avere qualcosa in più nel terzo quarto e allunga sul +10. Reazione e personalità nell'ultimo periodo per una Dolomiti Energia quasi perfetta. Arbitri scortati negli spogliatoi dalle forze dell'ordine. Martedì 15 squadre nuovamente in campo al PalaDelMauro per Gara-2

Di Luca Andreazza - 13 maggio 2018 - 22:29

AVELLINO. La Dolomiti Energia è dura a morire, durissima. L'Aquila Basket rimonta la Sidigas Avellino e fa sua Gara-1 per 77-79. Cade anche un tabù, i bianconeri espugnano per la prima volta in quattro stagioni di serie A il parquet, rovente, del PalaDelMauro. Il marchio di fabbrica aquilotto è quello del gioco corale, ma riflettori e scena finale sono tutti per Diego Flaccadori, glaciale e decisivo.

 

L'Aquila Basket è chiamata ora a sbancare ancora Avellino in Gara-2 (mercoledì 15) per arrotondare il punteggio prima di spostare la contesa a Trento per il terzo match previsto per giovedì 17 maggio.

 

Qualità e talento, intensità e agonismo, sono i playoff scudetto. Il primo atto della serie tra Trento e Avellino è subito bellissimo. Una prima sfida di assoluto livello, equilibrata e senza esclusioni di colpi

 

Dopo una metà di gara a stretto contatto a base di Sutton (22 punti e 6 rimbalzi) e Wells (19 punti), l'inerzia sembra cambiare nel terzo quarto, quando Avellino prende in mano le operazioni, scava un solco e allunga sul +10. La Dolomiti Energia però non molla, riaccende la luce e cerca di rientrare: Gomes (14 punti, 6 rimbalzi e 3/7 da tre) cresce alla distanza, poi spunta un preziosissimo Franke (5 punti in 9 minuti) e i bianconeri si rimettono in carreggiata. 

 

L'Aquila Basket sceglie e varia i protagonisti a seconda del momento, propone una grandissima reazione e piazza il colpo del ko dopo un finale incandescente. Il finale è acceso e nervoso, ma la truppa di Maurizio Buscaglia non spreca la chance, tiene i nervi ben saldi e inizia nel migliore dei modi i playoff. Finisce con gli arbitri bersaglio di bottigliette e fischi (scortati al rientro negli spogliatoi dalle forze dell’ordine), ma la Dolomiti Energia dimostra di esserci: un ultimo quarto da 19-31.

 

L'approccio di Sidigas e Dolomiti Energia è deciso e concentrato. Gli irpini si affidano a Jason Rich (11 punti), Mvp del campionato sottotono questa sera, e due nuovissimi innesti di valore come Alex Renfroe (8 punti per l'ex Bayern Monaco e Barcellona) e Patrik Auda (grandissimo impatto questa sera con 15 punti) per un roster più profondo. 

 

I bianconeri non si scompongono e rispondono in maniera lucida, mostra carattere e muscoli, ma anche di esaltarsi nei momenti di grande difficoltà con Sutton e Flaccadori, 16 punti e tantissima personalità per il miglior under 22 della stagione regolare.

 

Il primo quarto è già indicativo di quello che è il copione. La difesa di Trento è presente e limita Fesenko, ma la Sidigas ripiega sulla buona vena realizzativa di Wells. E' invece Sutton a trovare il canestro in modo continuo per l'Aquila Basket, poi Silins e Flaccadori permettono ai bianconeri di chiudere avanti sul 17-18.

 

Nel secondo periodo (21-17), la Dolomiti Energia trascinata da Flaccadori cerca e trova un break per il 17-22, ma Avellino non esce dalla gara e impatta sul 22-22. La partita ritorna punto a punto, colpo su colpo. Un'altalena di emozioni e squadre che spesso resta davanti. La Sidigas però non abbassa mai la testa: ci pensa la tripla di Zerini a mandare le squadre al riposo lungo sul 38-35 per i biancoverdi.

 

Il terzo parziale (20-13) si apre a tinte biancoverdi, Feseko e Rich provano l'allungo, ma la Dolomiti Energia resta a tre punti di distanza, quindi arriva il primo vero break: Auda e Rich confezionano il massimo vantaggio a +7 targato Sidigas. A questo si aggiunge la tegola Hogue, già quattro falli sulle spalle. I bianconeri cercano di ricucire subito questo strappo, ma Avellino prende in mano la partita e ancora Auda accelera e dice +9. Coach Maurizio Buscaglia intuisce il pericolo e chiama il time out: al rientro la Dolomiti Energia accorcia. Avellino però scava ancora un po' di vantaggio e Refroe scrive il 58-48.

 

Nell'ultimo quarto (19-31) è Flaccadori a aprire le danze, quindi le triple di Gomes e Franke rimettono in scia i trentini (62-60). Il portoghese perde però una palla sanguinosa e Avellino respira per il +4. La Sidigas scappa ancora con la tripla di Wells per il 67-62. L'Aquila Basket però affonda il colpo, rasenta la perfezione e mette la freccia: 69-71. Time out di Sacripanti. Alla ripresa arriva la tripla di Filloy. Fallo Rich, tecnico a Wells per scorrettezza a gioco fermo e possesso Trento: altro ribaltamento di fronte, quindi Flaccadori si prende i riflettori per il 72-76. I biancoverdi però restano lì, ma non basta. Termina 77-79.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 10:39

Una situazione che si è presentata diverse volte in questi primi giorni di apertura, alternandosi ad altri momenti in cui il via vai di persone è stato più rapido. In generale però gli anziani che attendono di sentire il loro nome per entrare nel capannone sono costretti ad aspettare all'esterno (alcuni seduti, molti in piedi), causando non poche difficoltà

25 febbraio - 11:04

Violento tamponamento sulla A22 intorno alle 9.30 di questa mattina, 25 febbraio, all'altezza di Egna

24 febbraio - 20:10

Da quando c'è il Covid, le attività ludiche e ricreative proposte ai bambini di Protonterapia si sono dovute fermare. Così, a organizzare il loro tempo libero nelle difficili situazioni che vivono i pazienti, ci pensano le famiglie. Il direttore Maurizio Amichetti racconta le difficoltà di quest'anno di pandemia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato