Contenuto sponsorizzato

Libertà di sognare ed esprimersi, è nata Artistica Libera

Una scommessa targata Giulia Perini e Jenny Chistè, amiche cresciute a pane e ginnastica, pronta a sbarcare in palestra tra corsi e squadra agonistica dal prossimo settembre. Una storia che si può leggere anche all'interno del nuovo prodotto editoriale de Il Dolomiti: D-Sport (Qui rivista completa con Ruggero Tita, Federico Buffa, E-Agle Racing Team e il Cecchinato "altoatesino")

Da sinistra Jenny Chistè e Giulia Perini
Di Luca Andreazza - 21 giugno 2018 - 19:25

VEZZANO. Il panorama della ginnastica artistica trentina si arricchisce di una nuova associazione. Un sogno coltivato tra passione e impegno che diventa realtà. Una storia che si può leggere anche all'interno del nuovo prodotto editoriale de Il Dolomiti: D-Sport (Qui rivista completa con Ruggero Tita, Federico Buffa, E-Agle Racing Team e il Cecchinato "altoatesino").

 

Ecco “Artistica libera Trento-Valle dei Laghi-Lavis”, una scommessa targata Giulia Perini e Jenny Chistè, amiche cresciute a pane e ginnastica, pronta a sbarcare in palestra tra corsi e squadra agonistica dal prossimo settembre.

 

Un'associazione giovane e dinamica. I “Novanta” che chiedono spazio: 28 anni per Giulia, laureata in Economia gestione aziendale all'Università di Trento, e 26 anni per Jenny, igienista dentale.

 

Vietato farsi trarre in inganno dall'età: il duo è affiatato e già navigato nel settore, sono istruttrici quasi da un decennio.

 

“Abbiamo mosso i primi passi – spiega Giulia – nella ginnastica a circa 6 anni e quindi a 8 siamo entrate a far parte della squadra agonistica”.

 

Un'amicizia e un'intesa cresciuta in palestra tra manifestazioni nazionali e internazionali. Poi il passo successivo.

 

“Dopo aver condiviso tantissime esperienze in prima linea – aggiunge la 28enne – abbiamo cambiato strada. Un percorso che ci ha portato a misurarci in qualità di istruttrici. Quello che cerchiamo di fare è trasmettere le nostre conoscenze ai più giovani, ma anche emozioni e entusiasmo”.

 

Così hanno deciso di aprire il sogno nel cassetto: “Artistica libera”.

 

“Non è stato facile trovare il nome. Volevamo – evidenzia Giulia - qualcosa di fresco e capace di infondere serenità. E' 'Libera' perché tutti possono iniziare a praticare questo sport. Maschi e femmine, bambini e ragazzi, ma anche gli adulti”.

 

Un’associazione libera di sognare e volare, lavorare e sperare, collaborare e festeggiare. “Ma anche saper soffrire e rialzarsi dopo qualche caduta. Praticare un'attività sportiva – dice l'istruttrice - può aiutare a saper affrontare scelte e decisioni, sviluppare il carattere: la gara può andare male, ma le persone non falliscono mai e il lavoro ripaga sempre”.

 

La ginnastica è un mix di sudore e dedizione. “Questo sport – conclude Giulia – insegna disciplina, sacrificio e senso di responsabilità. Questi valori ci sono stati trasmessi dalle nostre famiglie e dalla nostra storica allenatrice Maura Celva, il nostro punto di riferimento e prima tifosa”.

 

E chissà, le Vanessa Ferrari e Carlotta Ferlito del futuro passeranno magari dall'associazione “Artistica libera Trento-Valle dei Laghi-Lavis”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 19:33
Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 3 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.569 i guariti da inizio emergenza e 574 gli attuali positivi
30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato