Contenuto sponsorizzato

Rissa Virtus Bologna-Aquila Basket, arriva la stangata del giudice sportivo

Basket. Finisce con sei giornate di squalifica la brutta vicenda tra le 'V-Nere' e Trento. Mano pesante del giudice sportivo si concentra su Alessandro Gentile, tre turni. Due a Gutierrez, la giornata a Sutton tramutata in 3 mila euro di multa 

Di Luca Andreazza - 22 gennaio 2018 - 19:31

TRENTO. Due giornate di squalifica a Jorge Gutierrez, 3 mila euro di multa per Dominique Sutton e tre turni per Alessandro Gentile. Questo il bilancio della rissa scoppiata nel corso della gara tra le 'V-Nere' e la Dolomiti Energia (Qui articolo).

 

Oltre alle motivazioni del giudice sportivo, arrivano le scuse ufficiali dei giocatori. "Riguardo all'episodio di ieri - commenta Jorge Gutierrez - voglio chiedere scusa per la reazione che ho avuto. Quando vesto questa maglia rappresento Trento, me stesso, la mia famiglia, la mia nazione. Il modo in cui ho reagito alla situazione che si è verificata ieri non è stato corretto nei confronti dello sport, non è stato corretto nei confronti delle due squadre, non è stato corretto nei confronti dei tifosi che sono venuti alla partita per supportare i propri colori e godere di un bello spettacolo. Quindi chiedo ancora scusa a tutti per la mia reazione".

 

"Voglio chiedere scusa alla squadra e a tutti i tifosi per la mia reazione di ieri - dice Dominique Sutton -. Ho sbagliato, sono il primo a saperlo, e ho lasciato il team in una situazione difficile comportandomi in modo non in linea con quello che un atleta, che deve essere esempio per i giovani appassionati di pallacanestro, dovrebbe fare"

 

Mancano tre minuti alla sirena del terzo quarto, quando parte la baraonda. Bologna conduce agevolmente la gara sul +17, e Gutierrez, che poco prima aveva subito un colpo proibito sul blocco di Baldi Rossi, entra duro su Stefano Gentile. E' la miccia che fa partire il parapiglia. 

 

I più 'caldi' sono proprio Gutierrez e Alessandro Gentile, arrivato in soccorso del fratello, quindi dalla panchina scatta anche Sutton. Gli arbitri sedano a fatica la rissa e quindi si concentrano sull'instant replay per prendere i giusti provvedimenti. Fuori tutti e tre

 

Finisce così con sei giornate di squalifica la brutta vicenda tra Virtus Bologna e Trento. La mano pesante del giudice sportivo si concentra su Alessandro Gentile. 

 

Il parapiglia parte da Gutierrez, ma è l’ala ex Milano a ricevere tre giornate di squalifica "perché, a seguito dell’atto di violenza commesso da un atleta avversario nei confronti di un compagno di squadra, colpiva con un pugno il predetto avversario".

 

Una condotta aggravata dal comportamento successivo, cioè "continuava - si legge tra le motivazioni - a minacciare e a cercare di entrare in contatto con l’avversario, agitando il pugno nei suoi confronti, fatto che non degenerava per l’intervento, non agevole, da parte degli altri giocatori".

 

Nel provvedimento a Jorge Gutierrez si legge invece che "durante un tentativo di recuperare il pallone che coinvolgeva diversi giocatori colpiva con un pugno un tesserato avversario".

 

Una giornata a Dominique Sutton, sostituita con ammenda da 3 mila euro, "perché a seguito di una rissa oltrepassava l’area della panchina. Fatto che non degenerava per il pronto intervento dei dirigenti presenti". Provvidenziale in questo caso la prontezza di riflessi nell'intervento in particolare del team manager bianconero Micheal Robinson, accorso per 'placcare' l'ala statunitense. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 16:16
Il totale resta quindi a 5.495 casi e 470 vittime da inizio epidemia. Sono 4.983 i guariti da Covid-19. Sono stati analizzati 1.196 (340 letti da Apss, 584 da Cibio e 272 da Fondazione Mach) tamponi, nessun test è risultato positivo
05 luglio - 11:58

La candidata di “Si può fare” sostiene di essere la prima e unica donna in corsa per la carica di sindaca a Trento, ma non è così. Nel 2009 e nel 2015 Sinistra e Lega Nord presentarono due donne, mentre oggi c’è la candidata pentastellata: “Si vede che la mia avversaria non segue l’attività politica della città, nel M5s non abbiamo problemi con la parità di genere”

05 luglio - 10:19

Mentre a Bolzano si riparte oggi con i negozi aperti ad orario completo dopo due mesi di chiusura per il lockdown dando spinta all'economia, a Trento entra in vigore la legge di Failoni e Fugatti che stabilisce la chiusura dei punti vendita. 
E' scontro con il Comune, l'assessore Stanchina: "Ancora una volta una confusione terribile e danni economici per la città. L'Amministrazione farà di tutto per tutelare i propri commercianti"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato