Contenuto sponsorizzato

Troppa Avellino e black out Trento nell'ultimo quarto, vince la Sidigas

Basket. Non bastano Sutton e Hogue, l'Aquila Basket cade sotto i colpi di Rich, Scrubb e Filloy. Le speranze di qualificazione alle Final eight di coppa Italia passano ora dai risultati sugli altri campi

Di Luca Andreazza - 13 gennaio 2018 - 22:22

TRENTO. Un'Aquila Basket a forte trazione Sutton si arrende nel finale per 83-94 contro la capolista Avellino nella quindicesima giornata di serie A. Speranza e destino di accedere alla final eight di coppa Italia per i bianconeri passano ora dai risultati sugli altri campi. 

 

L'Aquila Basket si presenta all'ultima giornata di andata a caccia della vittoria per agguantare la Final eight, mentre Avellino con la possibilità di chiudere la prima parte di campionato come campione d'inverno.

 

Le squadre non tradiscono le attese e esce una partita vibrante, accesa e spettacolare. I ritmi sono alti, la Dolomiti Energia mostra muscoli e carattere per prendersi una vittoria fondamentale per strappare la qualificazione alla manifestazione di Firenze e restare in corsa su tutti i fronti, oltre a campionato e Eurocup, ma l'ultimo parziale è tutto di marca Sidigas. Un ultimo quarto fatale.

 

L'Aquila Basket si illude di fermare la capolista, reduce da quattro vittorie consecutive, ma dopo essere stata avanti anche sul +11, i bianconeri subiscono il ritorno degli irpini nell'ultimo quarto (parziale da 9-25) e Avellino chiude così davanti a tutti questa prima parte di campionato.

 

Non bastano i 27 punti di Sutton e i 13 di Hogue, la Dolomiti Energia affonda sotto i colpi di Rich (33 punti), Scrubb (22 punti) e Filloy (18 punti).

L'impatto migliore sulla gara è di Avellino. Un inizio equilibrato, nel quale le due triple consecutive di Leunen spezzano il ritmo e permettono alla Sidigas di chiudere subito avanti alla prima sirena sul 17-24. La Dolomiti Energia si ritrova però subito all'avvio della seconda frazione. Una rimonta lanciata velocemente da Hogue e Flaccadori, quindi Gomes rimette in avanti i bianconeri. L'Aquila Basket piazza un 32-24 che permette a Trento di andare al riposo lungo davanti sul 49-48. 

 

La gara resta frenetica anche nella seconda parte di match e il terzo parziale sorride alla Dolomiti Energia (25-21). I bianconeri trascinati da Forray cercano di spezzare la partita: dopo un inizio equilibrato, il capitano piazza quattro punti consecutivi (tripla e libero dopo un tecnico fischiato a Leunen), mentre Sutton schiaccia il +9 e Hogue dice +11. La Sidigas però non demorde, si avvicina e quindi Rich trova un canestro dalla distanza per il 74-69 di marca Aquila Basket.

 

L'avvio dell'ultimo quarto è incoraggiante per Trento, che però subisce un prepotente ritorno di Avellino che trova il canestro da tutte le posizioni. La Dolomiti Energia è alle corde e non riesce più a trovare le misure della capolista. Il parziale dice 9-25. Alla sirena è 83-94 per gli irpini.

 

Il canestro di Rich apre il primo quarto (0-2). Sutton trova subito una tripla, ma Filloy risponde allo stesso modo per il 3-5, quindi Rich incrementa le distanze (3-7). Sutton cerca di tenere i bianconeri in scia, ma Avellino affonda il colpo con due triple di Leunen e il tabellone segna 6-13. Ancora Sutton a segno per l'Aquila Basket e sempre Rich a tenere il margine di vantaggio per gli irpini (10-18). Shields, Hogue e Sutton tengono a galla la Dolomiti Energia (16-22), ma la Sidigas accelera con Ndiaye e Fitipaldi per il 17-24 alla prima sirena.

L'avvio di secondo parziale è fulminante e targato Hogue e Flaccadori: la Dolomiti Energia mette nel mirino Avellino sul 23-24. La tripla di Gomes rimette avanti i bianconeri (26-24), quindi Scrubb prima fissa il 26 pari e poi il sorpasso campano sul 26-28. Flaccadori pareggia nuovamente e la tripla di Gomes dice 31-28 in favore dei padroni di casa. La gara è equilibrata: Rich per il 31-31, Scrubb per il nuovo vantaggio della Sidigas (33-34). L'Aquila Basket scatta con Sutton e Flaccadori sul 42-35. Filloy avvicina i verdi, Gutierrez mantiene avanti Trento, ma Scrubb manda tutti al riposo lungo sul 49-48 per la Dolomiti Energia. 

 

Inizia la terza frazione: Filloy e Sutton firmano subito sorpasso e controsorpasso (51-50). Filloy rilancia le ambizioni di Avellino (51-54), ma Shields e Sutton tengono il passo per Trento (55-54). Gomes trova la tripla del 59-56 e Shields dice 62-58. Avellino interrompe il gioco, ma alla ripresa l'Aquila Basket si porta sul +9: Forray trova quattro punti (tripla e tiro libero per un tecnico fischiato a Leunen), mentre Sutton schiaccia il 70-61. Hogue puntella il risultato sul +11 (72-61). Time out degli irpini. La mossa funziona e Avellino piazza un mini-break di 0-5 con Ndiaye e Scrubb. La Sidigas si riporta a contatto (72-66). Gutierrez allunga ancora, ma Rich nel finale trova la tripla del 74-69.

 

I canestri di Diego Flaccadori inaugurano l'ultimo quarto (75-69), quindi Hogue cerca di puntellare il punteggio sul 79-73. La Dolomiti Energia sembra rallentare e Avellino si porta a -1 (79-78) con Scrubb e Rich firma il sorpasso sul 79-80. La Sidigas allunga ancora sul 79-83. I bianconeri sono alle corde e non riescono più a trovare il bandolo della matassa, i verdi invece affondano il colpo ogni volta che possono e finisce 83-94 per Avellino.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 19:22

L'allerta è scattata alle 16.30 di oggi lungo la strada statale 237 all'altezza del centro abitato di Ponte Arche. In azione la macchina dei soccorsi tra ambulanze, elicottero, vigili del fuoco di Lomaso e polizia delle Giudicarie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato