Contenuto sponsorizzato

Troppa Avellino e black out Trento nell'ultimo quarto, vince la Sidigas

Basket. Non bastano Sutton e Hogue, l'Aquila Basket cade sotto i colpi di Rich, Scrubb e Filloy. Le speranze di qualificazione alle Final eight di coppa Italia passano ora dai risultati sugli altri campi

Di Luca Andreazza - 13 gennaio 2018 - 22:22

TRENTO. Un'Aquila Basket a forte trazione Sutton si arrende nel finale per 83-94 contro la capolista Avellino nella quindicesima giornata di serie A. Speranza e destino di accedere alla final eight di coppa Italia per i bianconeri passano ora dai risultati sugli altri campi. 

 

L'Aquila Basket si presenta all'ultima giornata di andata a caccia della vittoria per agguantare la Final eight, mentre Avellino con la possibilità di chiudere la prima parte di campionato come campione d'inverno.

 

Le squadre non tradiscono le attese e esce una partita vibrante, accesa e spettacolare. I ritmi sono alti, la Dolomiti Energia mostra muscoli e carattere per prendersi una vittoria fondamentale per strappare la qualificazione alla manifestazione di Firenze e restare in corsa su tutti i fronti, oltre a campionato e Eurocup, ma l'ultimo parziale è tutto di marca Sidigas. Un ultimo quarto fatale.

 

L'Aquila Basket si illude di fermare la capolista, reduce da quattro vittorie consecutive, ma dopo essere stata avanti anche sul +11, i bianconeri subiscono il ritorno degli irpini nell'ultimo quarto (parziale da 9-25) e Avellino chiude così davanti a tutti questa prima parte di campionato.

 

Non bastano i 27 punti di Sutton e i 13 di Hogue, la Dolomiti Energia affonda sotto i colpi di Rich (33 punti), Scrubb (22 punti) e Filloy (18 punti).

L'impatto migliore sulla gara è di Avellino. Un inizio equilibrato, nel quale le due triple consecutive di Leunen spezzano il ritmo e permettono alla Sidigas di chiudere subito avanti alla prima sirena sul 17-24. La Dolomiti Energia si ritrova però subito all'avvio della seconda frazione. Una rimonta lanciata velocemente da Hogue e Flaccadori, quindi Gomes rimette in avanti i bianconeri. L'Aquila Basket piazza un 32-24 che permette a Trento di andare al riposo lungo davanti sul 49-48. 

 

La gara resta frenetica anche nella seconda parte di match e il terzo parziale sorride alla Dolomiti Energia (25-21). I bianconeri trascinati da Forray cercano di spezzare la partita: dopo un inizio equilibrato, il capitano piazza quattro punti consecutivi (tripla e libero dopo un tecnico fischiato a Leunen), mentre Sutton schiaccia il +9 e Hogue dice +11. La Sidigas però non demorde, si avvicina e quindi Rich trova un canestro dalla distanza per il 74-69 di marca Aquila Basket.

 

L'avvio dell'ultimo quarto è incoraggiante per Trento, che però subisce un prepotente ritorno di Avellino che trova il canestro da tutte le posizioni. La Dolomiti Energia è alle corde e non riesce più a trovare le misure della capolista. Il parziale dice 9-25. Alla sirena è 83-94 per gli irpini.

 

Il canestro di Rich apre il primo quarto (0-2). Sutton trova subito una tripla, ma Filloy risponde allo stesso modo per il 3-5, quindi Rich incrementa le distanze (3-7). Sutton cerca di tenere i bianconeri in scia, ma Avellino affonda il colpo con due triple di Leunen e il tabellone segna 6-13. Ancora Sutton a segno per l'Aquila Basket e sempre Rich a tenere il margine di vantaggio per gli irpini (10-18). Shields, Hogue e Sutton tengono a galla la Dolomiti Energia (16-22), ma la Sidigas accelera con Ndiaye e Fitipaldi per il 17-24 alla prima sirena.

L'avvio di secondo parziale è fulminante e targato Hogue e Flaccadori: la Dolomiti Energia mette nel mirino Avellino sul 23-24. La tripla di Gomes rimette avanti i bianconeri (26-24), quindi Scrubb prima fissa il 26 pari e poi il sorpasso campano sul 26-28. Flaccadori pareggia nuovamente e la tripla di Gomes dice 31-28 in favore dei padroni di casa. La gara è equilibrata: Rich per il 31-31, Scrubb per il nuovo vantaggio della Sidigas (33-34). L'Aquila Basket scatta con Sutton e Flaccadori sul 42-35. Filloy avvicina i verdi, Gutierrez mantiene avanti Trento, ma Scrubb manda tutti al riposo lungo sul 49-48 per la Dolomiti Energia. 

 

Inizia la terza frazione: Filloy e Sutton firmano subito sorpasso e controsorpasso (51-50). Filloy rilancia le ambizioni di Avellino (51-54), ma Shields e Sutton tengono il passo per Trento (55-54). Gomes trova la tripla del 59-56 e Shields dice 62-58. Avellino interrompe il gioco, ma alla ripresa l'Aquila Basket si porta sul +9: Forray trova quattro punti (tripla e tiro libero per un tecnico fischiato a Leunen), mentre Sutton schiaccia il 70-61. Hogue puntella il risultato sul +11 (72-61). Time out degli irpini. La mossa funziona e Avellino piazza un mini-break di 0-5 con Ndiaye e Scrubb. La Sidigas si riporta a contatto (72-66). Gutierrez allunga ancora, ma Rich nel finale trova la tripla del 74-69.

 

I canestri di Diego Flaccadori inaugurano l'ultimo quarto (75-69), quindi Hogue cerca di puntellare il punteggio sul 79-73. La Dolomiti Energia sembra rallentare e Avellino si porta a -1 (79-78) con Scrubb e Rich firma il sorpasso sul 79-80. La Sidigas allunga ancora sul 79-83. I bianconeri sono alle corde e non riescono più a trovare il bandolo della matassa, i verdi invece affondano il colpo ogni volta che possono e finisce 83-94 per Avellino.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

19 novembre - 19:32
L'incidente è avvenuto intorno alle 17.45 nel centro abitato di Tiarno di Sopra, dove due vetture sono arrivate alla collisione. Dopo l'impatto i veicoli sono rimasti in mezzo alla strada a compromettere la viabilità. In azione ambulanze, vigili del fuoco di Tiarno di Sopra e forze dell'ordine
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato