Contenuto sponsorizzato

Verso Gara-4, sold out alla Blm Group Arena, Silins: ''Da subito aggressivi e intensi''

Basket. Sedute tecniche e atletiche anche per Milano per recuperare energie in vista del quarto atto. Tra le chiavi di questa serie sono i rimbalzi offensivi, palle perse e tiri liberi. Cavazzana: "Dovremo essere più cinici all'interno dei 40' per provare a consolidare i nostri break positivi"

Di Luca Andreazza - 10 giugno 2018 - 20:15

TRENTO. Dopo il successo di ieri sera, alle 20.45 di lunedì 11 Trento e Milano scendono nuovamente sul parquet per Gara-4 delle finali scudetto.

 

"Una partita importante e ci serve il nostro gioco, il nostro miglior gioco - dice Oj Silins - dobbiamo riprendere subito il discorso interrotto in Gara-3 e cominciare il match subito intensi e aggressivi. Il pubblico di Trento ci fa sentire bene, ci carica, alimenta le riserve di energia fisica e mentale. I piccoli aggiustamenti che abbiamo apportato dopo Gara-2 hanno dato buoni frutti, anche perché ci siamo fatti trovare tutti pronti fin dal primo istante: determinati a rimbalzo, attivi in difesa, coinvolti e altruisti in attacco".

 

La stanchezza? "Giocare a questi ritmi fa parte dei playoff - aggiunge l'ala - entrambe le squadre hanno tante partite nelle gambe e sappiamo quanto sia importante recuperare le energie tra un match e l'altro".

 

Un crocevia fondamentale per i trentini. Si riparte dalla vittoria della Dolomiti Energia e dal 2-1 in favore dell'Olimpia. La Blm Group Arena è già sold out da tempo e l'Aquila Basket è chiamata a difendere il proprio campo per impattare la serie.

 

Tra le chiavi di questa serie ci sono i rimbalzi offensivi, palle perse e tiri liberi. Se Trento aveva catturato 20 rimbalzi offensivi totali nelle prime due partite, questo dato è schizzato a 17 nella sola Gara-3. Questo ha permesso ai bianconeri di eseguire 63 tiri dal campo e 30 liberi per un totale di 89 possessi, incluse le 11 palle perse.

 

 

"Per mettere in difficoltà Milano - prosegue Vincenzo Cavazzana, assistant coach di Dolomiti Energia - dobbiamo giocare con la stessa intensità messa in campo in Gara-3: contro una squadra attrezzata come l'Olimpia non ci si può permettere il minimo calo, noi dovremo essere più cinici all'interno dei 40' per provare a consolidare i nostri break positivi. In questa serie anche dalle sconfitte abbiamo saputo trarre insegnamenti importanti, siamo riusciti a crescere partita dopo partita: la lotta a rimbalzo è sicuramente una delle chiavi di queste sfide, sarà fondamentale riuscire ad avere la meglio e a controllare i ritmi della partita".

 

Riunione tecnica al mattino (seduta rigenerante in piscina per Davide Pascolo) e un'altra nel pomeriggio. La maggior parte del lavoro è stato atletico e tattico. Così si prepara invece l'Ea7 Emporio Armani per la battaglia di Gara-4, dopo la prima sconfitta dell’Olimpia in trasferta, mentre Trento in casa è ancora perfetta in questi playoff.

 

Una Milano alle prese anche con i falli di Bertans, sempre uscito anzitempo dal parquet. Il lettone è passato da una media di 2.3 falli per partita in stagione, finale inclusa, a 5 in questa serie.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 01:29

Se il Pd è il primo partito, la lista di Ianeselli è il secondo nel blocco del centrosinistra autonomista a quota 7,94%, tallonato dal Patt e poi da Futura. Nel centrodestra fa due consiglieri Fratelli d'Italia e tre la lista Trento Unita Merler Sindaco. La Lega piazza 5 esponenti

22 settembre - 20:12

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.355 i guariti da inizio emergenza e 558 gli attuali positivi

22 settembre - 18:37

Al terzo posto Marcello Carli, deludente per l'impegno profuso in campagna elettorale ma fermatosi di poco sopra il 5%. Un dato, comunque che doppia il Movimento 5 Stelle di Carmen Martini, intorno al 2,5% (cinque anni fa l'M5S aveva ottenuto l'8%) e anche Onda Civica di Filippo Degasperi che supera di poco gli ex colleghi di partito

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato