Contenuto sponsorizzato

Al via i Campionati mondiali sci alpino junior in Val di Fassa, domani si assegnano le prime medaglie femminili

In campo femminile i fari sono pronti ad accendersi sulla campionessa del mondo in carica, l'austriaca Julia Scheib. Tra le protagoniste, molte le attese per la neozelandese Alice Robinson, ma anche per le pattuglia svizzera e quella norvegese, guidate rispettivamente da Camille Rast e Kaja Norbye. Itas tra i principali sostenitori della kermesse in Val di Fassa

Pubblicato il - 18 febbraio 2019 - 17:29

MOENA. I Mondiali junior di sci alpino in Val di Fassa sono partiti e già domani, martedì 18 febbraio, entrano nel vivo per assegnare le prime medaglie, quello dello slalom gigante femminile. Oggi l'inaugurazione e la sfilata delle 55 nazioni alle cerimonia inaugurale, ma anche le prime prove, i velocisti maschi hanno preso le misure della pista La VolatA di passo San Pellegrino. 

 

In campo femminile i fari sono pronti ad accendersi sulla campionessa del mondo in carica, l'austriaca Julia Scheib. Tra le protagoniste, molte le attese per la neozelandese Alice Robinson, ma anche per le pattuglia svizzera e quella norvegese, guidate rispettivamente da Camille Rast e Kaja Norbye.

L’Italia schiera invece al cancelletto di partenza cinque atlete: le punte di diamante sono Lara Della Mea, fresca di conquista della medaglia di bronzo ai Mondiali assoluti di Are nel team event, e Elena Sandulli, che in stagione vanta sette piazzamenti nelle 30 in gigante in Coppa Europa. Il quintetto azzurro è completato dalla piemontese Carlotta Saracco, dalla padovana Sofia Pizzato e da Marta Rossetti, atleta cresciuta nella squadra del Comitato Trentino e ora in forza alle fiamme oro.

 

I campionati mondiali junior Val di Fassa 2019, fortemente sostenuto da Itas, vede inoltre un'importante copertura televisive con tre dirette che vengono trasmesse sugli schermi di emittenti del calibro di Eurosport, Rai Sport, Orf, Nbc e Cbc tramite le piattaforme di Infront Sport&Media. Inoltre ogni giorno sono previsti degli highlights di tutte undici gare in programma.

L'avvio ufficiale dei Campionati Mondiali Junior Val di Fassa 2019 si è rivelata l'occasione per organizzare un incontro ad alto livello al Centro di Protonterapia di Trento.

 

Una delegazione della Regione Toscana e dell'ospedale pediatrico Anna Meyer Onlus di Firenze hanno raggiunto la nostra provincia per prendere parte alla cerimonia inaugurale in programma a Canazei, ha vistato anche la struttura di via Al Desert, per conoscere meglio la collaborazione costruita con l’ospedale fiorentino specializzato nella cura dei tumori infantili.

 

Tra i principali partner dei Campionati Mondiali Junior Val di Fassa c'è Itas, la Mutua ha aderito fin da subito nel sostenere l’iniziativa.

 

La Compagnia è infatti da molti anni punto di riferimento per il mondo dello sport, in particolar modo per tutte le associazioni che promuovono la pratica sportiva come strumento di crescita sociale ed educativa. 

 

I valori che lo sport sa trasmettere alle nuove generazioni come l’etica, la condivisione, lo spirito di squadra, sono infatti alla base dall’azione mutualistica della Compagnia che da quasi 200 anni opera sui territori per i propri soci assicurati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

28 novembre - 20:00

A livello territoriale, attualmente non ci sono Comuni che entrano in zona rossa, mentre per Castello Tesino, Baselga di Pinè e Bedollo le stringenti limitazioni sono agli sgoccioli. Fugatti: "C'è qualche caso ma sono territori ben sotto i mille abitanti e quindi li prendiamo in considerazione perché contagio è circoscritto"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato