Contenuto sponsorizzato

Grande attesa a Baselga di Pinè per i campionati mondiali junior

Da venerdì a domenica l’importante kermesse di pattinaggio velocità under 19 con 130 atleti al via di 24 Nazioni. Fari puntati su Federica Maffei (Carabinieri), Laura Peveri (Circolo Pattinatori Pinè), Francesco Betti (Circolo Pattinatori Pinè), Nicky Rosanelli (Sporting Club Pergine) e Pietro Sighel (Sporting Club Pergine)

Pubblicato il - 14 febbraio 2019 - 21:13

BASELGA DI PINE'. C’è grande attesa sull’altopiano di Pinè, "culla" del pattinaggio velocità in Italia e tra le principali località delle lame lunghe a livello mondiale, per la 48esima edizione dei Campionati Mondiali Junior in programma, da venerdì 15 a domenica 17 febbraio a Baselga.

 

Un evento che si preannuncia di alto livello perché sono iscritti diversi atleti che gareggiano anche nelle Coppe del mondo assolute. I titoli che verranno assegnati sono quelli dell’allround (uomini: 500 metri, 1.500, 1.000 e 5.000 – donne: 500, 1.500, 1.000 e 3.000), singole distanze, mass start, Team Pursuit e Team Sprint. Insomma, tre giorni all’insegna del grande pattinaggio velocità.

 

Sul “Ghiaccio dei Campioni”, l’ovale di Miola di Pinè, da decenni centro federale per il movimento italiano e buen retiro di diverse squadre nazionali straniere, gareggeranno i migliori pattinatori della categoria under 19. Le Nazioni che hanno inoltrato le proprie entry list sono ben 24: Austria, Bielorussia, Canada, Cina, Colombia, Repubblica Ceca, Spagna, Estonia, Finlandia, Gran Bretagna, Germania, Ungheria, Irlanda, Giappone, Kazakistan, Corea del Sud, Olanda, Norvegia, Polonia, Romania, Russia, Svizzera, Stati UnitiItalia.

Nella tre giorni pinetana saranno in gara 130 pattinatori, 69 maschi e 61 femmine. La struttura di Miola, che insieme a tutto il Trentino e tutta Italia sogna di potersi fregiare con i cinque cerchi olimpici con l’assegnazione dei Giochi invernali del 2026, è la seconda volta che ospita il mondiale per i giovani campioni.

 

Il precedente appuntamento risale al febbraio del 1993, ben 26 anni fa, a vincere furono lo statunitense Brian Smith, tra gli uomini, e la tedesca Franziska Schenk, tra le donne. Una sorta di “edizione-test” per il movimento giovanile venne organizzata nel 1972 a Lisleby in Norvegia (la prima femminile nel 1973 ad Assen in Olanda) ma dal 1974, con l’evento a Cortina d’Ampezzo, l’Isu decise di ufficializzarlo in Campionato mondiale juniores. Dopo l’edizione di Cortina, l’Italia organizzò anche l’edizione del 1976 a Madonna di Campiglio e quelle del 2002 e 2013 a Collalbo.

 

Alla luce degli ottimi risultati ottenuti lo scorso fine settimana nella finale di Coppa del mondo junior, l’Italia ha alcuni atleti che possono ambire al podio. Graffieranno il “Ghiaccio dei Campioni”, Federica Maffei (Carabinieri – classe 2000), Laura Peveri (Circolo Pattinatori Pinè – 2001), Francesco Betti (Circolo Pattinatori Pinè – 2000), Nicky Rosanelli (Sporting Club Pergine – 2002) e Pietro Sighel (Sporting Club Pergine – 1999).

 

Le speranza di Betti, atleta trentino della località di Valcanover, è quello di bissare il bronzo nell’all-round conquistato lo scorso anno a Salt Lake City. Nella storia l’Italia ai Mondiali Junior era riuscita a centrare la medaglia una sola volta, nel 2002 a Collalbo con il pinetano Andrea Giovannini, terzo sempre nell’all-round.

 

Altra punta di diamante della squadra allenata da Enrico Fabris e Matteo Rigoni è Laura Peveri. L’atleta piacentina è specialista della mass start, gara che nel 2018 l’ha vista centrare il bronzo iridato e domenica scorsa vincere la finale di Coppa.

 

Diversi i pretendenti al podio. La Russia punterà molto su Sergei Loginov come gli Stati Uniti su Austin Kleba. Grande favoriti per l’oro nell’allround sono il norvegese Hallgeir Engebråten, tra gli uomini, e l’olandese Paulien Verhaar, tra le donne. Atleti di assoluto sono le olandesi Michelle De Jong, Robin Groot e Femke Kok, e i pattinatori asiatici in particolare i giapponesi.

 

Le manifestazioni di Baselga di Pinè, storica capitale italiana del pattinaggio velocità e da tanti anni gemellata con la cittadina olandese di Heerenveen, vengono organizzati dalla Piné Grandi Eventi con presidente del Comitato organizzatore Enrico Colombini e vice Elisabetta Pizio, ex azzurra e presidente del Circolo Pattinatori Pinè, storica e blasonata società che quest’anno compie 70 anni di attività. A contribuire alla buona riuscita delle manifestazioni anche la Federazione italiana sport ghiaccio (Fisg), Trentino, l’Azienda per il turismo Altopiano di Piné e Valle di Cembra e il Comune di Baselga di Pinè. Baselga di Pinè vanta l’organizzazione di dodici tappe della Coppa del mondo assoluta (1986, 1987, 1989, 1991, 1993, 1996, 1997, 1998, 2000, 2003, 2005), il Campionato mondiale juniores nel 1993, quello assoluto nel 1995 e l’Europeo, sempre assoluto, nel 2001. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 maggio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 maggio - 06:01

La malattia di Lyme è la più diffusa. Secondo i dati dell'Apss nel 2017 i casi notificati sono stati 29. Rizzoli: "Le temperature più miti hanno fatto prolungare il periodo di attività durante il quale la zecca cerca un ospite di cui cibarsi"

22 maggio - 09:07

Ieri mattina alcuni automobilisti si sono accorti dell'auto cappottata. All'interno c'era il corpo senza vita di Sergio Dagnoli, 38 anni. Cameriere in un hotel di Riva del Garda 

21 maggio - 19:03

Mentre il profilo, subito dopo che l'articolo de ilDolomiti è stato pubblicato, è stato rimosso (e la Pat spiega che sono in corso verifiche) emergono altri screenshot sull'attività ''social'' del braccio destro dell'assessore provinciale allo sviluppo economico e al lavoro. Dopo le frasi sessiste e razziste ecco quella contro le parti sociali (con le quali il capo di gabinetto dovrebbe trattare)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato