Contenuto sponsorizzato

Serie B, dal Brescia al Perugia giochi ancora aperti. Dietro il Foggia sembra avere un passo in più

E’ presto fare bilanci e pronostici di sorta, ma la differenza di organico, di qualità in campo e di risultati, fino a questo momento raggiunti, fa pensare che sarà proprio il Brescia, la prima in classifica al termine di questa regular season

Pubblicato il - 18 marzo 2019 - 16:45

TRENTO. Il campionato di serie B 2018-2019 si sta dimostrando molto più avvincente e appassionante rispetto a quello di massima divisione, anche se durante questo girone di ritorno alcune dinamiche inerenti alla testa della classifica risultano ormai abbastanza consolidate. Dopo uno straordinario girone d’andata il Pescara sembra aver perso quel carattere volitivo capace di ribaltare le gare e uscire sempre indenne da ogni scontro, sia esso con le squadre più forti, così come con quelle di media e bassa classifica. I giochi non sono certo fatti, ma bisogna ammettere che questo Brescia di Eugenio Corini, appare la squadra più quotata per la promozione in massima divisione, senza dover passare attraverso il viatico dei playoff.

 

E’ presto fare bilanci e pronostici di sorta, ma la differenza di organico, di qualità in campo e di risultati, fino a questo momento raggiunti, fa pensare che sarà proprio la formazione lombarda, la prima in classifica al termine di questa regular season. Discorso differente e più complesso quello che bisogna intraprendere invece per il Palermo, squadra che aveva dominato senza riserve il girone di andata, ma che ha iniziato con diversi problemi il 2019, ritrovando solo nelle ultime gare, risultati, condizione fisica e tranquillità mentale per fare bene in questo girone di ritorno. C’è da dire poi che la classifica corta non esclude ancora nessuna squadra, almeno fino al Perugia incluso, che attualmente è settimo ma con una partita in meno rispetto al Verona di Fabio Grosso o al Pescara di Giuseppe Pillon.

 

Difficile quindi fare un pronostico in termini di quote e scommesse sulla Serie B visto che arrivati a questo punto della stagione, i giochi non sono ancora stati decisi e ogni gara può essere fondamentali ai fine della classifica finale del campionato cadetto. Ci sono in effetti ancora molte gare da disputare con varie sfide ai vertici che andranno a coinvolgere tutto il gruppetto che ha maggiori possibilità di accedere ai playoff per quanto riguarda questa stagione. Qualcosa di molto simile riguarda anche la zona bassa della classifica, dove a parte Carpi e Padova, staccate, ci sono almeno cinque squadre raccolte in un fazzoletto di punti e coinvolte nella lotta per non retrocedere in serie C.

 

Parliamo ad esempio della stagione davvero difficile del Crotone, che dopo la retrocessione in serie B, rischia ora di giocarsi i playout, al termine di un campionato dove era data come una delle squadre favorite per la repentina promozione in massima divisione. Ci sono poi il Foggia, squadra che ha abbondantemente recuperato il gap dei punti di penalizzazione e che ora dovrà lottare fino alla fine della regular season, assieme al Venezia, a un ritrovato Livorno e alla Cremonese, che dopo il girone d’andata versa in uno stato di crisi di gioco e di risultati ottenuti sul campo. Tra queste formazioni, per quanto visto fino a questo momento, forse è proprio il Foggia ad avere maggiori possibilità di scongiurare la retrocessione e gli eventuali playout.

 

E’ stato già più volte detto di come questo campionato anomalo a 19 squadre, con il turno di riposo ogni sabato, potrebbe rivelarsi una stagione piuttosto interessante, quanto complessa. Difficile però stabilire oggi quali saranno le squadre che lotteranno fino alla fine per la salvezza e quali invece hanno maggiori possibilità di salire in serie A.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 10:12

I Finanzieri hanno posto i sigilli a oltre 230 mila euro sui vari conti bancari dell’associazione e del suo rappresentante legale, un sessantaseienne trentino, nonché la villa e annesso garage, di proprietà di quest’ultimo, per una quota del valore di circa 310 mila euro

25 aprile - 06:01

C’è un punto a mio giudizio su cui va costruito e tenuto saldo il discorso antifascista: la scelta. E non deve stupire l'uso strumentale di Matteo Salvini ed il conseguente disconoscimento del valore della celebrazione dell’anniversario della Liberazione

 

25 aprile - 09:04

L'uomo aveva lasciato la figlia di 10 anni in auto mentre lui si era allontanato per fare volantinaggio. Dopo essere tornato si è accorto che il mezzo e la figlia erano spariti ed ha subito chiesto aiuto alle forze dell'ordine facendo scattare un’imponente caccia all’uomo. Ma poi si è accorto di essersi sbagliato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato