Contenuto sponsorizzato

Assegnati alla val di Sole i mondiali di mountain bike del 2026. E' la quarta rassegna iridata in meno di 20 anni

La valle trentina che ospiterà i campionati del Mondo Mtb 2021 sarà la casa della rassegna iridata anche dal 26 al 30 agosto 2026. L’Unione ciclistica internazionale ha ufficializzato l’assegnazione durante il congresso di Imola

Nino Schurter in azione nella prova di cross country di coppa del Mondo 2019 (foto di Alice Russolo)
Pubblicato il - 26 settembre 2020 - 14:44

COMMEZZADURA. Nel pieno della settimana dei campionati del Mondo su strada a Imola è arrivata un’ottima notizia per il ciclismo italiano. L’Unione ciclistica internazionale ha, infatti, ufficializzato l’assegnazione dei campionati del Mondo di Mtb 2026 alla val di Sole.

 

“Questo nuovo attestato di stima da parte della Uci ci riempie d’orgoglio - spiega il presidente dell'Apt val di Sole e Grandi eventi val di Sole, Luciano Rizzi - essere scelti per ospitare un nuovo mondiale prima ancora dell’edizione 2021 dice molto della considerazione e della reputazione che il nostro territorio ha saputo meritare in 20 anni di appuntamenti ai massimi livelli".

 

In attesa di ospitare l’edizione 2021 dei campionati del Mondo Mtb, Daolasa di Commezzadura e il Trentino guardano avanti e sono già pronti per affrontare una nuova sfida iridata a cinque anni di distanza. La rassegna iridata 2026 coinvolgerà le discipline del cross country, team relay, short track, downhill e eMtb. Le date sono quelle dal 26 al 30 agosto.

 

“La scelta di una nuova candidatura con ampio anticipo - aggiunge Rizzi - è legata anche alla profondità di visione che abbiamo nello sviluppo del nostro prodotto turistico bike, che prosegue il suo sviluppo e che quest’anno, seppure in una stagione difficile, ha registrato numeri importantissimi sul territorio e una crescita di contatti e sul fronte della comunicazione. Val di Sole e Trentino sono già sinonimo di eccellenza per gli atleti Mtb di tutto il mondo, vogliamo lo siano sempre di più per tutti coloro che amano la bicicletta, a tutti i livelli".

 

Per la val di Sole si tratterà della quarta rassegna iridata in meno di 20 anni. Dalla prima volta del 2008 al 2016, quindi alle edizioni 2021 e 2026.

 

Le due edizioni dei campionati del Mondo (2021 e 2026) si affiancheranno al tradizionale appuntamento di Mercedes-Benz Uci mountain bike world cup che tornerà a far tappa a Daolasa di Commezzadura a partire dalla stagione 2022. Inoltre, nel 2021 è confermato anche il ritorno della Uci trials world cup, in programma dal 30 luglio all'1 agosto a Vermiglio. Gli eventi di coppa del Mondo Mtb e trials non si sono tenuti nella stagione 2020 a causa delle restrizioni legate all’emergenza Covid-19.

 

"La val di Sole è ormai un luogo che è sinonimo di ciclismo e di Mtb. Ci fa molto piacere - commenta il presidente della Federazione ciclistica italiana, Renato Di Rocco - ospitare in Italia un altro grande appuntamento iridato. E' il quarto mondiale per la val di Sole, il che conferma la qualità degli organizzatori trentini la grande fiducia che la UCI ripone in questo territorio".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato