Contenuto sponsorizzato

Sarà battaglia fra i migliori team italiani alla prossima Bondone Nordic Ski Marathon

La competizione organizzata dall’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Trento Eventi Sport, in collaborazione con il Comune di Trento, Asis e la Scuola Italiana Sci Fondo Viote può già contare su una lista di partenti di prim’ordine, in linea con le ultime edizioni

Pubblicato il - 19 febbraio 2020 - 21:30

TRENTO. Si avvicina il momento dello start della prima gara, fissato per sabato mattina alle 10 e l'elenco degli iscritti della sesta "Bondone Nordic Ski Marathon" prende forma. Anche questa volta non mancherà il meglio del fondo italiano, che il prossimo fine settimana si darà appuntamento nella piana delle Viote per impreziosire l’albo d’oro della manifestazione, per contendersi i primi titoli messi in palio dal neonato "Campionato Trentino Marathon" nella 30 chilometri a tecnica classica e per affinare la preparazione in vista delle gran fondo di fine stagione. Entrambe le giornate di gara metteranno in palio anche punti validi per la Coppa Italia Ligu Master e Cittadini.

La competizione organizzata dall’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Trento Eventi Sport, in collaborazione con il Comune di Trento, Asis e la Scuola Italiana Sci Fondo Viote può già contare, dunque, su una lista di partenti di prim’ordine, in linea con le ultime edizioni. Sarà presente una qualificata rappresentanza del SottoZero Nordic Team, di cui fanno parte quello che ad oggi è il migliore “granfondista” italiano, Mauro Brigadoi, affiancato da Francesco Ferrari, Simone Varesco e Mathias Defrancesco, un poker d’assi che prenderà parte sia alla gara di sabato sia a quella di domenica. Brigadoi ha già vinto la 30 km a tecnica libera nel 2016 e nel 2018, mentre Ferrari si è imposto lo scorso anno.

 

Per quanto riguarda il Robinson Ski Team saranno al via il vincitore della Coppa del Mondo di skiroll 2019 Matteo Tanel, insieme a Lorenzo Busin, lo scorso anno terzo sia nella 30 km a tecnica classica sia in quella a tecnica libera, Florian Cappello, Roberto Passerini e la giovane Caterina Piller, una delle promesse del fondo azzurro. Veste i colori della stessa squadra anche la “mitica” Justyna Kowalczyk, prima atleta polacca ad essersi aggiudicata una medaglia nello sci di fondo ai giochi olimpici; nel suo curriculum ce ne sono ben cinque conquistate nelle gare a cinque cerchi, tra le quali due d’oro (nella 30 km a Vancouver nel 2010 e nella 10 km a Sochi nel 2014), una d’argento e due di bronzo; vanta, inoltre, 8 medaglie conquistate ai Mondiali tra il 2009 e il 2013 ed è stata più volte vincitrice della Coppa del Mondo. Justyna prenderà parte sia alla sfida a tecnica classica sia a quella a tecnica libera. Solo alla prima parteciperà invece Antonella Confortola, che in Bondone ha primeggiato nel 2017 e nel 2018.

Le iscrizioni sono ancora aperte. Per partecipare alle gare promozionali il costo è di 42 euro per una e di 69 euro per due. Quello per prendere parte a ciascuna delle due gare di Coppa Italia è di 32 euro, di 45 euro per entrambe. Anche la tariffa per iscriversi al Campionato Trentino Marathon è di 32 euro (Qui info e iscrizioni).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 aprile - 19:55

Il presidente in conferenza stampa ha detto che per lui da lunedì si parte ma mentre Kompatscher e Zaia prima hanno distribuito i dispositivi e poi hanno fatto l'ordinanza in Trentino ancora manca tutto. E se nelle farmacie le mascherine scarseggiano il paradosso è che i guanti si potrebbero comprare proprio nei supermercati che, però, domani sono chiusi e lunedì non dovrebbero più essere frequentati senza i guanti

04 aprile - 19:38

Le vittime negli ospedali del sistema trentino sono 3 donne e 3 uomini. Sono 1.601 le persone in isolamento domiciliare, 151 in Rsa mentre i casi complessivi riguardano 741 persone, 151 nelle case di cura e 14 in strutture intermedie. Sono 301 i pazienti ricoverati senza ventilazione, 52 in semi-invasiva e 81 in ventilazione invasiva

04 aprile - 19:01

Si tratta di un gruppo di analisi di scenario e un gruppo tecnico operativo per mettere in campo misure concrete sul breve periodo per dare "ossigeno" a chi ne ha bisogno e impostare una manovra di medio-lungo periodo, che inizi a guardare al "dopo" quindi ad uno scenario che abbracci almeno i prossimi 12-24 mesi. Ecco chi sono i 15 nomi scelti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato