Contenuto sponsorizzato

Tutto pronto per la Nordic ski Marathon. Il grande sci nordico alle Viote del Bondone

Le classifiche assolute daranno poi vita anche a quelle del nuovo "Campionato Trentino Marathon" (nella 30 chilometri a tecnica classica) e assegneranno punti per la Coppa Italia Ligu Master e Cittadini, in entrambe le giornate

Pubblicato il - 21 febbraio 2020 - 16:24

TRENTO. La sesta edizione della "Bondone Nordic Ski Marathon" è pronta per lo start. Per due giorni i migliori fondisti italiani si daranno battaglia sotto il sole delle Viote, distribuendosi su quattro diverse competizioni, la 15 e la 30 chilometri a tecnica classica di domani, sabato 22, e la 15 e la 30 chilometri a tecnica libera di domenica 23.

 

Le classifiche assolute daranno poi vita anche a quelle del nuovo "Campionato Trentino Marathon" (nella 30 chilometri a tecnica classica) e assegneranno punti per la Coppa Italia Ligu Master e Cittadini, in entrambe le giornate.

 

Tra i concorrenti in gara ci sono non pochi nomi di spicco della specialità, partendo dagli alfieri del SottoZero Nordic Team, cioè Mauro Brigadoi, Francesco Ferrari, Simone Varesco e Mathias Defrancesco, tutti e quattro al via sia sabato sia domenica.

 

Con loro troveremo gli uomini di punta del Robinson Ski Team, quali Matteo Tanel, Lorenzo Busin, Florian Cappello, Roberto Passerini, Caterina Piller e la mitica Justyna Kowalczyk, con un biglietto da visita rappresentato dalle sue cinque medaglie olimpiche. Per quanto riguarda il Team Futura sarà presente, tra gli altri, con atleti protagonisti delle edizioni passate, come Julian Brunner, Jacopo Giardina, Riccardo e Stefano Mich e Marta Gentile. Infine saranno al via anche le ragazze della nazionale under-23 polacca, che in questi giorni si stanno allenando proprio alle Viote.

 

Alla 30 chilometri in tecnica classica di domani prederà parte anche Antonella Confortola, che ha ripreso l’attività da qualche mese: "Ho ricominciato a gareggiare ad inizio febbraio alla 'Dobbiaco – Cortina', – racconta – quella del Bondone sarà quindi la seconda manifestazione a cui prendo parte quest’anno. Non è facile conciliare il lavoro a tempo pieno, il ruolo di madre e l’attività agonistica, ma ci proverò. Alle Viote vengo sempre molto volentieri, perché mi sento come a casa".

 

Per quanto concerne il tracciato, differirà di poco da quello dello scorso anno, leggermente modificato nella parte più a sud, dove i concorrenti imboccheranno un pezzo della pista blu in senso inverso rispetto al solito, e nella parte più a nord, dove sono stati aggiunti 500 metri non impegnativi per ottenere la distanza precisa di 15 chilometri.

 

La competizione organizzata dall’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Trento Eventi Sport, in collaborazione con il Comune di Trento, Asis e la Scuola Italiana Sci Fondo Viote può contare, dunque, su una lista di partenti di prim’ordine, in linea con le ultime edizioni, ma le iscrizioni non ancora sono chiuse (Qui info e iscrizioni). Ci si può ancora garantire un pettorale, presentandosi all’ufficio gare delle Viote muniti di tutta la documentazione necessaria, compreso il certificato medico, sabato dalle 7.30 alle 9 e dalle 17.15 alle 18 e domenica dalle 7.30 alle 9.30.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 aprile - 19:55

Il presidente in conferenza stampa ha detto che per lui da lunedì si parte ma mentre Kompatscher e Zaia prima hanno distribuito i dispositivi e poi hanno fatto l'ordinanza in Trentino ancora manca tutto. E se nelle farmacie le mascherine scarseggiano il paradosso è che i guanti si potrebbero comprare proprio nei supermercati che, però, domani sono chiusi e lunedì non dovrebbero più essere frequentati senza i guanti

04 aprile - 19:38

Le vittime negli ospedali del sistema trentino sono 3 donne e 3 uomini. Sono 1.601 le persone in isolamento domiciliare, 151 in Rsa mentre i casi complessivi riguardano 741 persone, 151 nelle case di cura e 14 in strutture intermedie. Sono 301 i pazienti ricoverati senza ventilazione, 52 in semi-invasiva e 81 in ventilazione invasiva

04 aprile - 19:01

Si tratta di un gruppo di analisi di scenario e un gruppo tecnico operativo per mettere in campo misure concrete sul breve periodo per dare "ossigeno" a chi ne ha bisogno e impostare una manovra di medio-lungo periodo, che inizi a guardare al "dopo" quindi ad uno scenario che abbracci almeno i prossimi 12-24 mesi. Ecco chi sono i 15 nomi scelti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato