Contenuto sponsorizzato

Alla scoperta della prossima Eccellenza/1: il Lavis di Stefano Manfioletti pronto ad inserirsi nella lotta per la serie D. E il mercato non è ancora chiuso

Piacciono Matteo Trevisan (ex Mori Santo Stefano, Trento e Luparense) e Filippo Francescon (ex Dro Alto Garda e Levico Terme), quest'ultimo più offensivo e raggiungibile dal presidente Marcello Rosa e dal tecnico trentino, che ha già vinto per sette volte il massimo campionato regionale. Tantissimi innesti e in avanti attenzione alla voglia di rivalsa di Indrit Koni, già in serie D con Virtus Bolzano e Mantova

L'esperto tecnico trentino Stefano Manfioletti, da questa stagione alla guida del Lavis
Di Da.Lo. - 19 luglio 2021 - 20:56

TRENTO. Inutile girarci troppo attorno: il Lavis proverà a recitare il ruolo di terzo incomodo nel prossimo campionato d'Eccellenza. Se Maia Alta e San Giorgio sono le principali pretendenti (dichiarate) al salto di categoria, i rossoblu del patron Marcello Rosa si candidano ad essere i principali antagonisti delle due compagini altoatesine.

 

Che il Lavis non volesse semplicemente "partecipare" era chiaro sin dal momento in cui il numero uno lavisano ha scelto la nuova guida tecnica, perché Stefano Manfioletti non è semplicemente "un" allenatore quando si parla d'Eccellenza, bensì è "L'ALLENATORE". Lo dicono i numeri, visto che l'esperto tecnico trentino ha già vinto sette edizioni del massimo campionato regionale, trionfando ad ogni lato della provincia.

 

Due volte con l'Arco, una con Mezzocorona, Albiano, Bolzano, Trento e Dro Alto Garda e, adesso, certamente ci riproverà con il Lavis. Anche se lui, da buon pompiere, getta subito acqua sul fuoco.

 

"L'obiettivo è quello di fare bene - esordisce Manfioletti -, ma non abbiamo mai parlato di vincere il campionato o di primi posti in classifica. Ci sarà da costruire una squadra ripartendo quasi da zero con tantissimi giocatori che, nell'ultimo anno e mezzo causa sospensione dei tornei, hanno fatto attività sì e no per tre mesi. Sarà un campionato difficile, come da sempre lo è l'Eccellenza, con il Maia Alta che partirà sicuramente davanti a tutte le altre. Noi, ripeto, non ci siamo fissati traguardi particolari: la nostra bravura dovrà essere quella di allenarci sempre al massimo e ragionare di partita in partita".

 

Squadra nuova e così è, visto che un anno fa la rosa del Lavis era completamente diversa da quella attuale. Anzi, a dirla tutta, diversissima rispetto ad inizio stagione è stata anche quella che ha affrontato il "mini" torneo d'Eccellenza disputatosi da aprile a giugno con Flavio Brugnara sul ponte di comando. Manfioletti ha seguito da vicino la squadra, ritroverà alcuni di quei giocatori che da giovedì 22 inizieranno a sudare al "Mario Lona" agli ordini del rinnovatissimo staff (all'interno del quale ci sarà anche Alessandro Agostini, ex tecnico della Juniores Nazionale del Levico Terme e del Pergine Calcio), mentre tutti gli altri innesti sono stati operati direttamente dal tecnico che ha lavorato a strettissimo contatto con il presidente Rosa.

 

Gli innesti sono stati numerosissimi: dal Trento sono arrivati il portiere Nicola Baldessari ("terzo" nella scorsa stagione in serie D), il difensore centrale Lorenzo Bellunato (che aveva già affronato il "mini" torneo d'Eccellenza con la casacca rossoblu) e il centrocampista Alessandro Rampanelli, dal Gardolo il portiere Samuel Di Meo, il difensore Gianluca Vitti (per lui si tratta di un ritorno) e il centrocampista Gjergj Mici, lo Juninho Pernambucano del calcio di casa nostra, dall'Anaune Giovanni Paoli, difensore esterno con più presenze in serie D che nelle altre categorie e il centrale Daniele Allegretti, dalla ViPo Trento l'attaccante Claudio Barbetti (ex Mezzocorona in serie C2 e serie D) e dal San Paolo l'attaccante Indrit Koni (ex Virtus Bolzano e Mantova).

 

Poi le conferme, partendo dal centrocampista Andrea Pancheri (un altro che l'Eccellenza sa perfettamente come si vince...) e dal difensore Massimiliano Gretter, passando per i centrocampisti Yassir Dsiri, Arouna Sissoko, Luca Barzan e Omar Hosni e chiudendo con Thierno Diagne e Giuseppe Mallemace, entrambi attaccanti, già in rosa ad aprile e confermati dalla società.

 

Per la preparazione estiva, che si svilupperà anche con un mini ritiro di tre giorni (venerdì 30, sabato 31 e domenica 1) a Cembra, saranno aggregati al gruppo l'attaccante Flavius Tunsoiu e i centrocampisti classe 2004 Jacopo Amorth e Massimiliano Fanti.

 

Il mercato in entrata del Lavis non è certamente finito, perché il sodalizio lavisano è a caccia di un centrocampista per completare l'organico: piacciono Matteo Trevisan, ex Trento e Luparense e Filippo Francescon, ex Dro e Levico Terme, che mister Manfioletti ha già allenato in serie D durante la sua esperienza in gialloverde. E non è nemmeno da escludere un innesto nel reparto avanzato.

 

LA ROSA.

Portieri: Nicola Baldessari (2003); Samuel Di Meo (1998).

Difensori: Daniele Allegretti (1989); Luca Barzan (1999); Lorenzo Bellunato (2003); Massimiliano Gretter (1993); Giovanni Paoli (1997); Gianluca Vitti (1989).

Centrocampisti: Jacopo Amorth (2004); Yassir Dsiri (1998); Massimiliano Fanti (2004); Omar Hosni (2002); Gjergj Mici (1989); Andrea Pancheri (1988); Alessandro Rampanelli (2002); Arouna Sissoko (2001).

Attaccanti: Claudio Barbetti (1994); Thierno Diagne (1992); Indrit Koni (1999); Giuseppe Mallemace (1995); Flavius Tunsoiu (2001).

 

LO STAFF TECNICO.

Allenatore: Stefano Manfioletti

Allenatore in seconda: Alessandro Agostini

Allenatore dei portieri: Nicola Giongo
Preparatore atletico: Matteo Nardelli
Massaggiatore: Mauro "Pirola" Franceschini

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
24 settembre - 19:24
Il segretario della Uil trasporti ha scritto una lettera al presidente della Provincia per estendere la gratuità dei tamponi anche agli autisti [...]
Cronaca
24 settembre - 19:51
Per quanto riguarda i nuovi contagi di oggi sono 21 i casi positivi registrati oggi nel bollettino covid dell’Azienda provinciale per i [...]
Montagna
24 settembre - 18:32
Paolo Scarian ha confermato la presenza di un branco di lupi nella zona del Latemar, una famiglia composta da diversi esemplari che è stata [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato