Contenuto sponsorizzato

Sinner più no che sì al Roland Garros. L'obiettivo è rientrare al massimo della condizione ad Halle a metà giugno e preparare al meglio Wimbledon

L'infortunio all'anca non è grave ma, vista la delicatezza dell'arto, gli specialisti consigliano massima prudenza. Considerati i tempi strettissimi meglio dunque non rischiare. Probabile che il rientro avvenga il 17 giugno sull'erba di Halle, nel torneo preparatorio a Wimbledon, che si disputerà a luglio

(Foto Instagram Official Jannik Sinner)
Di D.L. - 14 maggio 2024 - 15:53

TORINO. Decisamente più no che sì.

 

Jannik Sinner si allontana dal Roland Garros. Il fuoriclasse di Sesto prosegue il proprio percorso riabilitativo al J Medical di Torino, seguito dai suoi uomini di fiducia, il fisioterapista Giacomo Naldi e il preparatore atletico Umberto Ferrari e dagli specialisti del prestigioso centro medico torinese.

 

E, a meno di una settimana dal via ufficiale della kermesse parigina (il 20 maggio, anche se il 22enne altoatesino entrerebbe in gara alcuni giorni dopo), appare sempre più improbabile vedere Jannik in campo sui campi in terra rossa della capitale francese.

 

I medici, infatti, hanno consigliato al fuoriclasse azzurro la massima prudenza: l'infortunio all'anca, che lo ha costretto al ritiro a Madrid e a rinunciare alla partecipazione agli Internazionali d'Italia, non è grave ma, vista la delicatezza dell'articolazione, bisogna procedere con i piedi di piombo.

 

Sinner dovrebbe completare il proprio percorso a Torino nella giornata di mercoledì 15 maggio e poi sosterrà alcuni test per capire a che punto è il recupero. I tempi sono strettissimi, sicuramente la condizione non sarebbe ottimale, ma il punto è un altro: un eventuale rientro anticipato potrebbe avere conseguenze e lasciare strascichi?

 

Per evitare ogni rischio meglio, dunque, recuperare al 100%, ricalibrare la preparazione e tuffarsi nella seconda parte di stagione nella miglior forma possibile: a 22 anni e mezzo, con un'intera carriera davanti, forzare i tempi non avrebbe alcun senso.

 

Nel caso in cui Sinner decidesse di non partecipare al Roland Garros, il suo rientro in competizioni ufficiali dovrebbe avvenire sull'erba, nell'Atp 500 di Halle, in Germania, che prenderà il via il 17 giugno e precederà di un paio di settimane l'inizio di Wimbledon. E poi, a ruota, ci saranno i Giochi Olimpici di Parigi, un appuntamento a cui Jannik tiene tantissimo.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
23 maggio - 11:50
Gli attivisti hanno mostrato il messaggio "Il clima cambia, la politica no" e hanno indossato la t-shirt con "Parole, parole, parole" per rimarcare [...]
Montagna
23 maggio - 12:12
L'intervento del Gruppo Verde: “Negli ultimi anni l'opinione pubblica dell'Alto Adige ha guardato con attenzione ai rifugi e molte cittadine e [...]
Cronaca
23 maggio - 11:48
La veterinaria di zona, giunta sul posto, dopo aver liberato la piccola volpe dalla trappola mortale in cui era finita, ha provveduto a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato