Contenuto sponsorizzato

Aquila ko, Sassari rimonta Trento

Basket. Primo tempo completamente appannaggio della formazione di Buscaglia. Black out nel terzo tempo e vittoria in volata per 69-66 di Sassari

Pubblicato il - 10 dicembre 2016 - 23:38

TRENTO. Una Dolomiti Energia in grande spolvero domina il primo tempo, ma alla fine cede al fotofinish per 69-66 a Sassari, che risorge dopo quattro sconfitte consecutive trascinati dalla premiata ditta formata dal neo-acquisto David Bell e Trevor Lacey. 

 

Pasquini lancia sul parquet Bell, Lacey, Sacchetti, Lydeka e Carter, mentre Buscaglia risponde con Craft, Baldi Rossi, Flaccadori, Hogue e Lighty.

 

L'impatto dell'Aquila Basket è ottimo. Dopo le prime scaramucce fra Lacey e Baldi Rossi, Buscaglia estrae dalla panchina Jefferson: mossa che vale il break del 9-15. Il centro bianconero deve abbandonare anzitempo il parquet, ma Sassari è assente e l'Aquila Basket letale. Il primo quarto si chiude 14-27 per gli uomini di Buscaglia.

 

Nella seconda frazione i padroni di casa alzano l'intensità della difesa, ma in attacco faticano. 29-41 per la Dolomiti Energia all'intervallo lungo.

 

L'Aquila Basket resta negli spogliatoi all'inizio del terzo quarto e Sassari restituisce la partenza sprint: le triple di Savanovic e Bell fissano il parziale sul 22-10 per gli isolani, valido per il 51-51 sul tabellone.  

 

David Bell bombarda dall’arco e sigla il -5. Ma è un lavoro di squadra fatta di grinta, intensità, energia e pazienza: quella pazienza determinante di Tau Lydeka bravo a far valere i muscoli sotto canestro. Il canestro di Savanovic sigla il 51 pari. Inizia una nuova partita quando restano gli ultimi 10’ da giocare. Il canestro and one di David Bell mette la firma sul sorpasso del Banco, allunga ancora Carter dall’arco. Gli ospiti provano a restare a contatto, ma i biancoblu vedono il canestro grande e scavano il break dai 6,75 con le bombe di Stipcevic e Bell. Craft e Lighty restano lì, Gomes fa una magia dalla lunetta e riporta i suoi a un possesso di distanza. Nel finale al cardiopalma i giganti chiudono la via del canestro all'Aquila, al PalaSerradimigni finisce 69-66.

 

L'inerzia adesso si è spostata in favore dei padroni di casa, ma la Dolomiti Energia prova a reagire e restare in scia. Bell e Carter mettono avanti Sassari. Craft, Lighty e Gomes tengono i bianconeri a contatto, ma i tiri liberi sbagliati di Baldi Rossi spengono definitivamente la speranza sul 69-66.

 

DINAMO SASSARI 69  – DOLOMITI ENERGIA 66

(14-27; 29-41; 51-51; 69-66.)

Dinamo Sassari: Bell 18, Lacey 19, Devecchi, D’Ercole , Sacchetti , Lydeka 6, Savanovic 12, Carter 9, Stipcevic 5, Olaseni, Ebeling, Monaldi. All. Federico Pasquini.

Dolomiti Energia Trento:  Craft 12, Jefferson 2, Baldi Rossi10, Moraschini 2, Forray 3, Flaccadori 9, Gomes 8, Hogue 9, Lighty10, Lechtaler. All. Maurizio Buscaglia

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 05:01

Parole dure, quella della massima carica della Lega in provincia di Trento. Parole da fine stratega che bolla Caramaschi ''comunista'' e ricorda che il tempo dei ''doppi giochi è finito'' dimenticandosi del fatto che a Riva del Garda pur di avere qualche speranza di vittoria e per poter dire ''beh almeno lì ce l'abbiamo fatta'' la sua Lega sta facendo di tutto (leggasi accordi per cariche) per accaparrarsi Malfer e il Patt 

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato