Contenuto sponsorizzato

In archivio il Big Camp di Trentino Volley, 602 partecipanti, 42 giorni e oltre 800 ore di attività

Volley. Si è conclusa la decima edizione del camp estivo organizzato da Trentino Volley. Dario Sanna: "Noi vorrei la partecipazione di Steve Kagia e Morris Mukoto, allenatori kenioti, che assieme a me dirigono il progetto 'Facciamo muro contro la Povertà' di Amref Health Africa e Trentino Volley nel poverissimo quartiere Dagoretti di Nairobi"

I 150 partecipanti dell'ultimo turno del Trentino Volley Big Camp
Pubblicato il - 12 agosto 2017 - 20:00

TRENTO. E’ andato in archivio il sesto e ultimo turno di Trentino Volley Big Camp 2017. Un’edizione, la decima, da record per numeri e presenze.

 

"E’ stata un’edizione bellissima - spiega il direttore tecnico del Camp Dario Sanna - che ha offerto ai partecipanti l’occasione per divertirsi e crescere sotto tutti i punti di vista. Le presenze ogni anno che passa diventano sempre più importanti e questo ci spinge a proseguire nella strada che abbiamo intrapreso ormai da dieci anni. Siamo già al lavoro per proporre nel 2018 un evento ancora più interessante".

 

I quarantadue giorni del camp estivo gialloblu sul Monte Bondone ha visto ben 602 giovani partecipanti che si sono alternati sui campi da gioco in sabbia, erba e in tartan, che si traducono in oltre ottocento ore di attività, dirette da un validissimo staff composto da una trentina di istruttori.

Mai prima di quest’anno il Big Camp aveva fatto registrare un’adesione così massiccia, tanto che inizialmente la sesta settimana (contraddistinta dalla presenza di 150 fra ragazzi e ragazze) non era stata nemmeno messa in cantiere, ma è diventata già ai primi di giugno una piacevole e doverosa necessità per far fronte a tutte le richieste pervenute.

 

Tra i tanti pallavolisti in erba passati per hotel MontanaChalet Caminetto e i campi da gioco in località Vason, vanno sottolineati quelli provenienti dall’estero (Bulgaria, Austria, Germania e Svezia) oltre ai tanti arrivi da regioni ormai innamorate di questo evento come Sardegna, Puglia, Veneto, Lombardia ed Umbria.

"Noi vorrei dimenticare - conclude Sanna - la partecipazione di Steve Kagia e Morris Mukoto, due allenatori kenioti che assieme a me dirigono il progetto 'Facciamo muro contro la Povertà' di Amref Health Africa e Trentino Volley nel poverissimo quartiere Dagoretti di Nairobi e che sono stati con noi nel quinto turno per una sorta di corso di aggiornamento tecnico-tattico".

Il Trentino Volley Big Camp si è quindi ulteriormente confermato un ottimo modo per far trascorrere ai giovani appassionati di pallavolo settimane particolarmente intense e divertenti all’aria aperta e neppure le giornate contraddistinte dal maltempo sono riuscite a mettere freno all’attività, svolta in quelle occasioni presso la palestra di Sopramonte o nelle strutture al coperto dell’Hotel Montana.

 

Il valore aggiunto è poi arrivato dal continuo alternarsi a Vason dei cosiddetti 'Big Ospiti', durante i sei turni svolti le personalità di spicco salite in Bondone per incontrare i ragazzi e raccontare la loro esperienza pallavolistica ad alti livelli non sono davvero mancate, a partire da Matey Kaziyski, per passare poi a Simone Giannelli, Filippo Lanza, Aidan Zingel, Gianluca Galassi, Oreste Cavuto, Carlo De Angelis, fino ad arrivare all’allenatore Angelo Lorenzetti e al presidente Diego Mosna.

Il Big Camp 2017 va quindi in archivio con grande soddisfazione di tutte le parti chiamate in causa, ma anche con tante nuove idee da sviluppare in vista dell’estate 2018. L’appuntamento è fra meno di undici mesi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 marzo - 20:14

Ecco il quadro odierno del contagio in Trentino. Due i decessi avvenuti in provincia con Covid: si tratta di un uomo e una donna

03 marzo - 19:30

Protagonista di un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia, già nel pomeriggio di mercoledì 3 marzo "l'uomo con il carrello" è stato visto a Pergine, città che, nonostante le denunce e gli interventi delle autorità, pare "tenere in scacco". Il sindaco Oss Emer: "Abbiamo provato di tutto. Ci deve essere un buco normativo"

03 marzo - 18:42

Il presidente ha confermato l'intenzione di proseguire con le lezioni in presenza. Ferro ha raccomandato di arieggiare gli spazi chiusi e mantenere le distanze sociali: ''Non ci rendiamo conto di quanto sia stressato il nostro sistema sanitario per questo aumento dei ricoveri che temo per i prossimi 10 giorni non potranno che aumentare''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato