Contenuto sponsorizzato

Ata Walliance sul velluto, domenica d'oro per il volley regionale

Volley. Vincono anche Argentario e Ristorante Acquablu Volano. Tutti i risultati di Serie B e dei campionati regionali

Ata Walliance festeggia la vittoria (foto di Riccardo Giuliani)
Di Nicola Baldo - 28 novembre 2016 - 19:12

TRENTO. I campionati cadetti di volley svoltano a metà girone d'andata con una giornata dal bilancio parecchio positivo per i sestetti regionali. In B1 femminile, terza categoria nazionale, si comincia dal ritorno al successo della Walliance Ata Trento.

 

Le bianconere di Marco Mongera espugnano senza patema alcuno, in tre set, il campo della cenerentola del girone, le veronesi del Cerea, sconfitte dopo una gara nella quale la differenza di potenziale è emersa chiaramente. Best scorer è stata la schiacciatrice Teresa Paoloni con 19 punti, ma la regista Zecchin ha approfittato di questo match ampiamente abbordabile per affinare ulteriormente l'intesa con le centrali Brugnara e Filippin, con la possibilità per lo staff tecnico trentino di far assaggiare un po' di campo anche a Zapryanova e Nahum, ambedue ferme da un bel po' di tempo dopo i brutti infortuni incassati nella scorsa stagione.

 

Scendendo in B2 femminile, invece, prosegue inarrestabile la marcia in vetta dell'Argentario. La squadra del capoluogo resta imbattuta in vetta al girone C della quarta categoria nazionale, dopo aver avuto agilmente la meglio sulla cenerentola del girone, il Calerno Reggio Emilia. Contro le emiliane, ancora inchiodate a quota zero punti, Bonafini e compagne si impongono in tre set comandati dall'inizio alla fine, incassando così il settimo successo in altrettante partite di campionato. Spazio anche ad alcune giovanissime come Michieletto (sorella della giocatrice della Delta Informatica, ndr), Le Grazie, Montali libero e Adhuol John al centro.

 

Prosegue la corsa del Ristorante Acquablu Volano Volley, alla quinta vittoria consecutiva, in grado di imporsi anche senza la regista Clara Izzo. Contro le veronesi del Vtv Verona ecco una prova importante al servizio, fondamentale che ha spianato la strada alle lagarine, brave poi nel trovare in Alessia Sega su palla alta e Testasecca al centro (25 punti in due) le trascinatrici.

 

Restando sempre in Vallagarina, quinto tie-break in sette gare giocate per il Gpi Group Rovereto, squadra ancora preda di diversi alti e bassi. Per la quarta volta il tie-break lo vincono però le avversarie, in questo caso il San Michelese Sassuolo, contro la quale non bastano i 20 punti di una (finalmente) scatenata Sharon Bisoffi. Alla fine esultano le emiliane ai vantaggi del quinto set, con il Gpi che ora è nono con un punticino di margine sulla zona retrocessione mentre è decimo, ora, il C9 Arco Riva Pregis.

 

Le gardesane di coach Davide Di Nardo tornano al successo pieno in una partita molto delicata, ovvero lo scontro diretto per la salvezza in casa delle bresciane del Vobarno, guidate dalla centrale altoatesina Sara Bertolini. Bella prova, molto concreta e con pochi errori, per Corradini e socie, capaci di trovare nella coppia Rebecchi-Bianchi le chiavi di volta per imporsi in tre parziali in casa di una diretta concorrente che ora è terzultima in classifica. Davanti a quel baby Neruda sconfitto, inevitabilmente, in casa dall'Iseo Pisogne secondo in classifica nonostante l'esordio della nuova regista Arianna Zancanaro, appena rientrata dal prestito a Orvieto, in B1. 

 

In campo maschile, nella serie B unica, successo esterno pieno per l'Avs Bolzano che batte in tre set quel Treviso erede della grande tradizione della Sisley, mentre il C9 Arco Riva Cba Group riesce ad arrivare ad un passo dal tie-break contro una delle corazzate del girone C, ovvero il Prata Pordenone. Pur non giocando la propria miglior gara stagionale e pur con Corradini in posto-4 al posto di un Marzana non al massimo, dopo due set ad inseguire i gardesani di coach Vidovic piazzano una gran bella rimonta nel terzo set passando dall'essere sotto 19-12 a vincere il set ai vantaggi. Mentre nel quarto set, dopo una partenza sparata (11-6 per i gardesani), ecco che la luce si spegne e Pordenone rimonta fino a chiudere il match in quattro set.

 

Piano piano stanno ormai ingranando tutti i campionati regionali di pallavolo. Adesso che hanno preso il via anche i tornei maschili di serie C e D il quadro è al completo e se fra i maschietti tutto è iniziato, più o meno, secondo i pronostici della vigilia, in campo femminile vige un grandissimo equilibrio ed una grande incertezza.

 

In C femminile, massimo campionato regionale, non sembra esserci una squadra “ammazza campionato”, ecco allora che dopo tre giornate in vetta c'è il Neugries Raika che fa suo il derby bolzanino contro l'Uisp, seguito a ruota dall'altra imbattuta, il Lavis di coach Paolo Perissinotto. Contro lo Storo, soffre e stringe i denti, ma alla fine la vittoria va a Strada e socie dopo cinque set di battaglia.

 

In serie C maschile, invece, dopo due turni l'Anaune è l'unica a punteggio pieno dopo aver espugnato, senza troppi patemi, il parquet del Brenta Volley. L'Argentario Calisio tiene il passo superando il Villazzano nella stracittadina del capoluogo, mentre Volano, Brenta ed Acme Tridentum non ingranano ancora. Secondo stop di fila per la squadra “del tridente” allenata da Michele Leonesi, piegata dall'Uisp Bolzano, Acme che viene sconfitta anche in serie D per mano del Mezzolombardo dopo una battaglia di cinque parziali.

 

Scendendo in D maschile, infatti, in vetta a punteggio pieno dopo due turni c'è il Bolghera di coach Abaza, che regola in quattro set il Dream Bolzano, mentre arrivano successi preziosi per Diatec Trentino e C9 AltoGarda contro, rispettivamente, Argentario e Sport Team Alto Adige.

 

Passando in serie D femminile dopo sei giornate di campionato al vertice ci sono le gardesane dell'Adm, grazie al successo pieno, in tre set, in casa del Torrefranca. Le prime inseguitrici di Michelotti e socie sono il Marzola, che in quattro set supera il baby Volano di coach Paolo Ducati, e l'Ausugum corsaro in tre parziali sul giovane C9 Arco Riva. Questo in attesa di vedere se il San Giorgio, mercoledì sera, avrà la meglio sul Ssv Bozen: in caso di tre punti sarà aggancio al Marzola al secondo posto. 

 

CEREA – WALLIANCE ATA 0-3

(16-25, 18-25, 23-25)

ISUZU CEREA VERONA: Caruzzi 1, De Stefano 21, Fezzi Lee 12, Bovolenta 3, Bau 1, Venturini, Strazzer (L); Pesarin, Falotico, Zago. Allenatore: Montaldi. 

WALLIANCE ATA TRENTO: Zecchin 3 (2att + 1ace), Pedrotti 6 (6att), Bottura 9 (7att + 2ace), Paoloni 19 (14att + 1m + 4ace), Filippin 9 (6att + 3m), Brugnara J. 14 (10att + 3m + 1ace), Lanzi (L); Eccel (L), Nahum, Zapryanova, Brugnara G. 1 (1att), Serafin. Allenatore: Marco Mongera. 

ARBITRI: Murenu di Bassano e Gabriele di Vicenza

DURATA SET: 20', 22', 27'.

NOTE: Isuzu Cerea Verona: 6 ace, 5 muri, 5 errori in battuta, 7 errori in attacco. Walliance Ata Trento: 8 ace, 7 muri, 6 errori in battuta, 8 errori in attacco, 53% in attacco, 65% di ricezione positiva con il 23% di perfette. 

 

C9 CBA GROUP – PRATA 1-3

(21-25, 17-25, 27-25, 19-25)

C9 CBA GROUP ARCO RIVA: Crò 7 (2att + 2m + 3ace), Mazzola 12 (11att + 1ace), Corradini 2 (2att), Divan 15 (11att + 3m + 1ace), Dalla Torre 4 (1att + 3m), Bressan 13 (7att + 6m), Pelosi (L); Bandera 7 (5att + 1m + 1ace), Fontanella, Marzana 8 (7att + 1m). Allenatore: Bojan Vidovic. 

PRATA PORDENONE: Calderan, D'Odorico, Della Corte, Nepitali, Radin, Corazza, Deltchev, Martin, Tassan, Bugin, Pinarello (L), Fabbian (L). Allenatore: Luciano Sturan. 

ARBITRI: Salaris di Padova e Miggiano di Bolzano 

DURATA SET: 26', 22', 31', 26'.

NOTE: C9 Arco Riva Cba Group: 6 ace, 16 muri, 24 errori di gioco, 15 errori in battuta.  

 

VOLLEY TREVISO – AVS MOSCA BRUNO 0-3

(23-25, 17-25, 19-25)

VOLLEY TREVISO: Alberini 1, Lugli 18, Saibene 8, Fiscon 6, Cortesia 7, Zanatta 5, Santi (L), Mason, Cadamuro, Gionchetti (L2). N.e. Vedovotto, De Giovanni, Pilotto. Dal Col. All. Michele Zanin.

AVS MOSCA BRUNO: Spagnuolo 4 (3 muri + 1 ace), Gavotto 8 (7 att + 1 muro), Ingrosso 16 (13 att + 3 muri), Agostini 4 (3 att + 1 muro), Paoli 13 (9 att + 3 muri + 1 ace), Bleggi 8 (3 att + 4 muri + 1 ace), Thei (L), Lizzola, N.e. Petrich, Salviato, Geiser, Polacco. All. Andrea Burattini.

ARBITRI: Pitzalis e Ellero di Udine.

DURATA SET: 30’, 27’, 32’

NOTE: Volley Treviso: muri 6, ace 3, battute sbagliate 14, errori 8.

AVS Mosca Bruno: muri 15, ace 3, battute sbagliate 5, errori 9. 

 

ARGENTARIO-REGGIO EMILIA 3-0

(25-17, 25-13, 25-14)

ARGENTARIO PROGETTO VOLLEI: Bonafini 6 (2att + 4ace), Barbazeni 7 (4att + 2m + 1ace), Pucnik 9 (8att + 1m), Mazzon G. 12 (10att + 2m), Mazzona A. 9 (7att + 2m), Adhuol John 8 (5att + 1m + 2ace), Dorigatti (L); Michieletto 1 (1ace), Montali (L), Le Grazie 2 (2ace). Ne: Cocciaretto, Todesco, Tonina. Allenatore: Maurizio Moretti.

CALERNO SANT'ILARIO REGGIO EMILIA: Orlandini, Galimberti, Torelli, Marconi, Distante, Fiorellini, Melchionna, Visioli, Delia, Friggeri, Zoppia, Cervi (L), Vasi (L). Allenatore: Simone Mazza. 

ARBITRI: Piva e Rucli di Padova.

DURATA SET: 22', 21', 21'

NOTE- Argentario: 10 ace, 8 muri, 11 errori in battuta, 7 errori in attacco, 51% in attacco, 54% di ricezione positiva con il 34% di perfette.  

 

VOBARNO – C9 PREGIS 0-3

(20-25, 20-25, 24-26)

VOBARNO BRESCIA: Danieli, Banello, Grassi, Ravera, Frugoni, Bertolini, Alibrandi (L); Frigerio, Panerati, Boschi, Bellini. Allenatore: Monterosso.

C9 ARCO RIVA PREGIS: Corradini 2 (1att + 1m), Rebecchi 18 (12att + 4m + 2ace), Bianchi 19 (13att + 2m + 4ace), Vivaldi 6 (4att + 1m + 1ace), Rosà 3 (2att + 1ace), Enei 6 (2att + 4m), Gasperini (L); Pellegrini (L), Righi, Andreis. Ne: Lever, Filla, Tosi, Chistè. Allenatore: Davide Di Nardo. 

ARBITRI: Pastore e Kronaj di Milano.

DURATA SET: 26', 25', 30'.

NOTE- C9 Arco Riva Pregis: 8 ace, 4 errori in battuta, 12 muri, 12 errori in attacco, 30% in attacco, 57% di ricezione positiva con il 24% di perfette.  

 

ALTO ADIGE BOLZANO-ISEO PISOGNE 0-3

(15-25, 11-25, 19-25)

ALTO ADIGE BOLZANO: Zancanaro Ar. 1 (1att), Fogagnolo 15 (14tt + 1ace), Fiabane 2 (1att + 1ace), Bazzanella 3 (3att), Mura, Florian, Filippin (L); Mitterhofer 4 (4att), Larentis 1 (1att), Micheletti 5 (5att), Ferrari. Ne: Fabi, Garbin, Zancanaro Al. (L). Allenatore: Giacomo Guarienti.

ISEO PISOGNE: Ghezzi, Ravelli, Sacristani, Casali, Laragione, Morfino, Puce, Ferrazzi, Zanella, Civardi, Calcinardi, Fabbri. Allenatore: Bonollo.

ARBITRI: Imbevaro e Giudica di Padova

DURATA SET: 20', 20', 22'.

NOTE: Alto Adige Bolzano: 2 ace, 0 muri, 4 errori in battuta, 12 errori in attacco, 27% in attacco, 35% di ricezione positiva con il 9% di perfette. 

 

RISTORANTE ACQUABLU VOLANO – VTV TECNOVAP VERONA 3-0

(25-15, 25-16, 25-20)

RISTORANTE ACQUABLU VOLANO: Sega F. 3 (2att + 1ace), Olocco 9 (7att + 1m + 1ace), Peretti 6 (5att + 1ace), Sega A. 15 (10att + 2m + 3ace), Bandera 5 (3att + 1m + 1ace), Testasecca 10 (6att + 2m + 2ace), Candio (L); Montanaro 2 (1m + 1ace), Pedrotti. Ne: Lachi, Piffer, Paternoster, Gobber. Allenatore: Guido Guzzo. 

VTV TECNOVAP VERONA:  Consolo, Costalunga (L), Delfino, Faettini, Ferrarini, Ghirardelli, Giardini, Luchesa, Moschini, Paviani, Perroni (L), Serena, Stanzial, Tamassia, Tessari. Allenatore: Alberto Valente. 

ARBITRI: Miceli e Clemente di Brescia

DURATA SET: 25', 25', 28'.

NOTE: Volano: 11 ace, 7 muri, 7 errori in battuta, 8 errori in attacco. Verona: 4 ace, 7 muri, 4 errori in battuta, 13 errori di gioco. 

 

NOLO SAN MICHELESE SASSUOLO – GPI GROUP ROVERETO 3-2

(25-13, 11-25, 25-23, 14-25, 17-15)

NOLO SAN MICHELESE SASSUOLO: Morselli, Piva, Giovanardi, Reverberi, Arduini, Amorotti, Bucciarelli (L); Tonini, Sandoni, Levoni, Ruini, Rosi, Corghi, Capasso. Allenatore: Bianchi. 

GPI GROUP ROVERETO: Tuller, Fedrizzi 16 (9att + 5m + 2ace), Depaoli 14 (10att + 1m + 3ace), Bisoffi 20 (14att + 1m + 5ace), Ruele 13 (9att + 1m + 3ace), Dorighelli 9 (5att + 4m), Cardani (L); Merlante 4 (2att + 2ace), Raffaelli, Bottini, Casagrande. Ne: Penasa, Graziola. Allenatore: Mihai Bejenaru. 

ARBITRI: D'Alu e Cervellatti di Bologna

DURATA SET: 21', 19', 31', 20', 16'.

NOTE: Gpi Rovereto: 15 ace, 12 muri, 20 errori in battuta, 8 errori in attacco. 

 

C MASCHILE

Classifica: Anaune 6 punti; Argentario Calisio 5; Villazzano 4; Diatec Trentino, Ausugum e Uisp Bolzano 3; Acme Sport Tridentum, Eurospar Tione e Volano Volley 0

 

Argentario Calisio-Villazzano 3-2

Diatec Trentino-Volano Volley 3-0

Eurospar Tione-Anaune La Tecnica Center Lift 0-3

Acme Sport Tridentum-Uisp Bolzano 1-3. 

 

D MASCHILE

Classifica: Gs Bolghera 6; Diatec Trentino 5; Tetley's Pub Acme Sport Tridentum 4; San Giacomo e  e C9 Avis Altogarda  3; Mezzolombardo 2; Argentario 1; Dream Bolzano, Sts Caribz 0

 

Gs Bolghera-Asd Dream Bolzano 3-1

Argentario Calisio-Diatec Trentino 2-3

Tetley's Pub Acme Sport Tridentum-Volley Mezzolombardo 2-3

C9 Altogarda-Sts Caribz 3-0. 

 

C FEMMINILE

Classifica: Neugries Raika 9 punti; Lavis 8; Sopramonte 7; Alta Valsugana e Pallavolo Rovereto e Torrefranca 6; Ata Trento, Bassa Vallagarina e Storo 3; Uisp Bolzano 2; Argentario 1; Basilisco Molveno 0

 

Bassa Vallagarina-Basilisco Molveno 3-0

Neugries Raika-Uisp Bolzano 3-1

Sopramonte-Ata Trento 3-1

Us Lavis-Bm Group TeamVolley C8 3-2

Risto3 Alta Valsugana-Pallavolo Rovereto Pizzangolo 3-0

Argentario-Torrefranca Tamanini Hydro 1-3. 

 

D FEMMINILE

Classifica: Adm 15 punti; Marzola 13; Ausugum 12; Storo e Silandro 11; San Giorgio e Volano 10; Ssv Bozen Volley, Neugries Raika e C9 Arco Riva 9; Caldaro 7; Torrefranca 4; Argentario 3; Bassa Vallagarina e Lizzana San Giuseppe 0

 

Patiflex Torrefranca-Adm 0-3

Lizzana San Giuseppe-Argentario 0-3

C9 Arco Riva-Ausugum 0-3

Caldaro-Silandro 3-2

Marzola Videoerre-Boschi Volano 3-1

Bassa Vallagarina-Team Volley C8 Storo 0-3

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 15:10

Dai primi fastidi alle settimane rinchiusa in casa. Ilaria, residente a Egna, racconta il suo viaggio nella lotta contro il Covid. Tra i più grandi ostacoli spiccano quelli mentali: "Mi sentivo psicologicamente demoralizzata perché credetemi, questa bestia prende tutto, pure la mente. Spero che la mia storia sia di aiuto a chi si trova nella mia stessa situazione"

29 novembre - 17:00

Una persona estratta dalla lamiere dell’auto con le pinze idrauliche. Il ferito trasportato in codice rosso all’ospedale. Sul posto sanitari vigili del fuoco e forze dell’ordine

29 novembre - 16:13

Dopo il diploma al liceo scientifico Leonardo Da Vinci nel capoluogo, si era laureato in ingegneria diviso tra la passione per la musica, la batteria in particolare, e per il teatro. Si era distinto nella carriera di regista e produttore. Si è spento per una malattia incurabile

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato