Contenuto sponsorizzato

Delta Informatica in palla e Palmi archiviata in quattro set

Volley. Moncada e Aricò stendono le calabresi della Golem Software Palmi e tornano a vincere in campionato. Le trentine si trovano ora al quarto posto in classifica

L'alzatrice Moncada, mvp della serata (foto Alessio Marchi – Trentino Rosa)
Pubblicato il - 21 novembre 2016 - 10:43

TRENTO. Torna a correre la Delta Informatica Trentino: davanti al caloroso pubblico del Sanbàpolis non lascia scampo al Golem Software Palmi, superato in rimonta in quattro parziali dalle gialloblù di Ivan Iosi.

 

Premio di mvp della gara assegnato alla regista di Trento Elisa Moncada, artefice di una prova di spessore in regia al cospetto della sua ex squadra. Sugli scudi anche l'altra attesa ex del match, Ramona Aricò, top scorer in casa Delta Informatica con 19 palloni messi a terra, gli stessi dell'opposto calabrese Zanette.

 

Un successo che riscatta l'opaca prestazione offerta sette giorni fa a Pesaro e che permette a Fondriest e compagne di tornare al quarto posto in classifica dopo le prime sei giornate di campionato. 

 

L'incontro si apre con un minuto di raccoglimento dedicato a Mario Fronza, dirigente storico della Trentino Rosa e del Torrefranca, venuto a mancare in settimana, al quale la tifoseria trentina ha voluto dedicare uno striscione esposto in curva.

 

Iosi conferma il sestetto visto all'opera nelle precedenti uscite con Moncada in regia, Aricò opposto, Nomikou e Kijakova laterali, Rebora e Fondriest al centro della rete e Zardo libero.

Giangrossi risponde invece con Caracuta al palleggio, Zanette opposto, Moretti e Lestini in banda, Veglia e Casillo al centro e Barbagallo libero.

 

Primo set dai due volti: partenza brillante di Trento e prepotente la reazione della compagine ospite. Il muro gialloblù funziona e nella prima fase del match Palmi fatica a trovare sbocchi in attacco (8-3), con Fondriest e Rebora attente a sbarrare la strada alle giocatrici calabresi. La gara è caratterizzata da numerossimi muri punto, sia da una parte che dall'altra: un block di Aricò, il diagonale di Nomikou e la portata di Caracuta lanciano la Delta Informatica sul 16-10. Dopo il time out richiesto da Giangrossi il Golem cresce a vista d'occhio e con Lestini in cattedra ricuce lo strappo, trovando la parità sul 19-19. Arriva il time out di Iosi per provare a spezzare il ritmo di Palmi ma il finale è tutto di marca ospite: l'attacco di Zanette e lo smash su ricezione lunga di Kijakova valgono lo strappo (20-22), Aricò spedisce il successivo attacco sull'asta e Palmi allunga con decisione (20-23). Lestini e Zanette firmano il definitivo 21-25.

 

La Delta Informatica, al cambio di campo, riordina le idee e con Rebora in evidenza trovare il primo mini break già in avvio di set (8-6). Dopo un'interruzione di una decina di minuti con la coppia arbitrale impegnata in una lunga verifica a monitor delle due formazioni, la gara riprende con un sostanziale equilibrio (11-12), spezzato dalla crescita in prima linea di Maria Nomikou, determinante in almeno tre occasioni (18-14). Entra Michieletto proprio al posto della greca per dar man forte in seconda linea, Moncada arma il braccio di Aricò che la ripaga con due attacchi vincenti di fila (21-17). Questa volta le gialloblù non abbassano il livello di guardia, Michieletto fa 23 e ancora Aricò chiude i conti (25-19).

 

Dopo un avvio bruciante di Palmi (2-6), un'ottima Aricò si carica sulle spalle la squadra diventando un punto di riferimento affidabilissimo per Moncada: la Delta Informatica Trentino prima trova la parità sul 7-7, poi mette la freccia grazie al muro di Nomikou su Zanette (8-7). Si va via punto a punto fino al 14-14 quando, in concomitanza con l'ingresso di Michieletto, arriva l'allungo trentino, griffato dai muri di Fondriest prima e Moncada poi (20-18). Nel finale si scuote Miroslava Kijakova che stampa a terra tre palloni consecutivi per il 23-19: volata lanciata e fiammata conclusiva di Francesca Michieletto che respinge il tentativo di rimonta calabrese con i due attacchi che spediscono Trento sul 2-1 (25-22).

 

Palmi prova a giocarsi il tutto per tutto ma l'avvio di quarto set sorride alle padrone di casa, che allungano con la fast di Fondriest e l'invasione di Moretti (9-6), obbligando Giangrossi a richiedere time out. Il gran muro di Rebora incrementa il margine di vantaggio (10-6), nella metà campo ospite inizia a regnare un po' di confusione con Caracuta in difficoltà nel trovare soluzioni redditizie in attacco (12-7). Lestini prova a suonare la carica (13-11) ma è un fuoco di paglia perché una scatenata Aricò, ottimamente coadiuvata da Rebora e Kijakova, scacciano i fantasmi e consentono alla Delta Informatica di mantenere un discreto margine di vantaggio (20-15). Palmi non molla la presa (21-18) ma l'errore di Zanette, il diagonale mancino di Michieletto e l'attacco al centro di Fondriest regalano i tre punti alle gialloblù (25-21).

 

DELTA INFORMATICA TRENTINA - GOLEM SOFTWARE PALMI 3-1

(21-25, 25-19, 25-22, 25-21)

 

Delta Informatica Trentino: Nomikou 15, Fondriest 6, Aricò 19, Kijakova 9, Moncada 4, Rebora 11, Zardo (L); Coppi 1, Michieletto 4, Bortoli 0, Antonucci 0, Bogatec ne. All. Ivan Iosi

Golem Software Palmi: Casillo 3, Lestini 16, Zanette 19, Caracuta 2, Veglia 14, Moretti 10, Barbagallo (L); Tomaselli 1, Vietti 0, Guidi 0. All. Pasqualino Giangrossi

 

Arbitri: Del Vecchio e Sessolo

 

Durata set: 27', 33', 28', 25' (totale: 1h53')

 

Note: spettatori 400 circa. Mvp: Elisa Moncada

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

24 novembre - 19:26

Sono 478 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Sono stati trovati 143 positivi a fronte dell'analisi di 2.235 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

24 novembre - 19:49

Un'operazione di questo tipo non era mai stata messa in campo nemmeno nella prima ondata ma la situazione è preoccupante e i positivi sono diversi sia tra i permanenti che nella protezione civile. Lo screening con tamponi molecolari avverrà a partire da mercoledì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato