Contenuto sponsorizzato

Diatec in visita Romeo e Giulietta per il derby dell'Adige

Volley. Trentino Volley in campo mercoledì 9 novembre per il turno infrasettimanale di SuperLega: impegno insidioso in casa della Calzedonia Verona

Tine Urnaut in ricezione (foto di Marco Trabalza)
Pubblicato il - 08 novembre 2016 - 20:50

TRENTO. La pallavolo scende in campo mercoledì 9 per il turno infrasettimanale di regular season. La Diatec Trentino sarà di scena in trasferta nella patria di Romeo e Giulietta per affrontare la Calzedonia nel tradizionale derby dell’Adige. Fischio d’inizio programmato per le ore 20.30, con cronaca diretta su Radio Dolomiti e live streaming su Lega Volley Channel.

 

QUI TRENTO. La sfida in terra scaligera apre un ciclo di quattro partite (in undici giorni) decisive per stabilire il piazzamento della compagine trentina al termine del girone d’andata. Successivamente Lanza e compagni affronteranno in rapida successione Civitanova (in casa il 13 novembre), Piacenza e Modena (in trasferta il 17 ed il 20). La Diatec Trentino arriva a questo snodo cruciale del proprio campionato con alle spalle le migliori credenziali possibili: sette vittorie in altrettante gare giocate, 20 punti conquistati e la terza posizione in classifica, sottratta proprio domenica sera a Verona.

 

La squadra scenderà a Verona al gran completo nella mattinata di mercoledì, offrendo al tecnico trentino un’ampia scelta per il sestetto titolare, che nelle ultime partite ha spesso subito importanti variazioni.

 

QUI VERONA. La secca sconfitta subita domenica sul campo dell’Azimut Modena Campione d’Italia non ha modificato il lusinghiero bilancio dalla Calzedonia Verona nella prima parte di regular season 2016/17. Dopo l’importante campagna di rafforzamento messa a segno dalla dirigenza scaligera in estate, la formazione gialloblù ha saputo subito confermarsi anche sul campo fra le squadre più attrezzate della SuperLega, attestandosi costantemente nella parte alta della classifica grazie ad una grande continuità di risultato. Lo 0-3 patito al PalaPanini è stato infatti l’unica occasione in cui i ragazzi di Andrea Giani non sono andati a punti; precedentemente erano arrivate sei vittorie ed un solo ko, al tie break a Piacenza.

 

I PRECEDENTI. A Verona andrà in scena il ventottesimo confronto ufficiale della storia fra le due Società; il cosiddetto derby dell’Adige ha quasi sempre detto bene ai colori trentini, con la Trentino Volley capace di vincere ben venti precedenti e di lasciare quindi appena sette successi agli avversari. Nella scorsa regular season però il bilancio è stato di parità, con fattore campo saltato in entrambi i casi: successo trentino per 3-2 al PalaOlimpia l’8 dicembre 2015 scorso; affermazione in quattro set al PalaTrento per la Calzedonia il 28 febbraio 2016. Per trovare una vittoria fra le mura amiche della Calzedonia bisogna risalire solo sino all’1 novembre 2014 (vittoria per 3-0 nella quarta giornata d’andata); prima di quel risultato il PalaOlimpia era stato espugnato consecutivamente sei volte: una per 3-2, due per 3-1 e tre per 3-0.
 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 12:02

In provincia di Bolzano non si fermano i contagi, l’appello di Kompatscher: “La curva dei contagi da Covid-19 è cresciuta in maniera più rapida rispetto a quanto previsto dagli esperti. Rinunciamo tutti quanti a quelle situazioni di rischio in cui si possano riunire troppe persone, si tratta di un sacrificio necessario per tornare il prima possibile ad una vita più serena e tranquilla”

31 ottobre - 11:23

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati 547 positivi in un solo giorno, il rapporto contagi/tamponi schizza al 17,65%. Quasi 8.300 persone in isolamento. Purtroppo si contano anche 4 vittime legate al coronavirus

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato