Contenuto sponsorizzato

Inacio Pià giustizia il Levico, perdono anche Dro e Virtus Bolzano

Calcio. Il Dro conduce la gara per larghi tratti, ma poi nel recupero cede i tre punti. Virtus Bolzano travolta. Il Levico Terme perde in casa del Darfo Boario

Inacio Pià, un passato in Serie A, oggi veste la maglia del Darfo Boario
Pubblicato il - 02 ottobre 2016 - 18:55

TRENTO. Domenica amara per le squadre regionali, impegnate nel girone B di Serie D. 

 

Il Dro rimane a bocca asciutta dopo aver condotto per larghi tratti la gara contro l'Olginatese. Amassoka sblocca su calcio di rigore, ma i droati prima subisco il pareggio di Rossi a inizio ripresa, quindi ritornano il vantaggio con Paoli al 55'. Gli ospiti sembrano poter condurre in porto la vittoria, ma Mara e Pacino tolgono il sorriso a Soave.

 

Il Levico Terme perde in casa e resta ancora sul fondo della classifica in cerca della prima vittoria. La doppietta di Inacio Pià (ex Torino, Napoli e Atalanta) indirizza la sfida in favore del Darfo Boario e giustizia i termali. Vana la rete di Calì.

 

La Virtus Bolzano regge un tempo contro il Pontisola. Boffelli apre le danze per  padroni di casa. Nel secondo tempo Joelson, Ferreira Pinto e Romanini arrotondano il risultato, 4-0 il finale.

 

LEVICO TERME - DARFO BOARIO 1-2

11' e 47' Pià  (D), 64' Calì (L)

 

OLGINATESE - DRO 3-2

43' rig. Amassoka (D), 48' Rossi (O), 55' Paoli (D), 88' Mara (O), 90' Recino (O)

Paoli - 55'

 

PONTISOLA - VIRTUS BOLZANO 4-0

37' Boffelli, 61' Joelson, 66' Ferreira Pinto e 77' Romanini (P)

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 05:01

Le incertezze sono enormi e probabilmente tutto resta sul tavolo, un vertice di presidente e assessore per riconoscere l'autonomia decisionale dei territori. L'unico contributo della Provincia è quello di impostare un protocollo sanitario che stabilisca le modalità di organizzazione degli eventi da firmare

23 ottobre - 09:59

Lo sciopero è stato indetto per 24 ore e riguarda anche il Trentino. In particolare i treni regionali potrebbero subire delle modifiche. Nel frattempo Trenitalia ha attivato un numero verde

23 ottobre - 09:27

Il premier Conte si è dato una settimana o dieci giorni di tempo per decidere. Si dovranno valutare gli effetti delle misure che sono state messe in campo nei giorni scorsi. Si stanno già pensando, però, nuove strette anti covid. Intanto le Regioni sulle chiusure vanno in ordine sparso 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato