Contenuto sponsorizzato

L'Aquila vuole subito rialzarsi ma sulla sua strada c'è Caserta di Cinciarini e Sosa

Dopo la sconfitta casalinga con Reggio Emilia la Dolomiti Energia vuole tornare a correre e si presenta al PalaMaggiò (palla a due alle 18.15) con un Lighty sempre più in forma

Pubblicato il - 05 novembre 2016 - 17:46

CASERTA. Si torna in campo e l'Aquila prova a rialzarsi subito, dopo lo scivolone casalingo di domenica scorsa con Reggio Emilia che ha interrotto un filotto di tre vittorie in tre partite. La Dolomiti Energia che con i suoi 6 punti è quarta in classifica, sarà impegnata nella sua terza trasferta stagionale su uno dei campi più caldi di tutta la serie A: quel PalaMaggiò in cui in primavera la squadra allenata da Maurizio Buscaglia perse dalla Pasta Reggia Caserta per 73-70 l'ultimo match della passata regular season.

 

La formazione campana, che proprio in occasione della gara vinta contro i trentini nel maggio scorso riuscì a guadagnarsi la permanenza in serie A, si presenterà all'incontro di domenica (palla a due alle 18.15, con diretta regionale su Trentino TV) con ben altre aspettative rispetto ad allora, forte della sua sesta posizione in classifica a quota 6 punti. A dispetto dei problemi societari vissuti in estate, infatti, il team affidato a coach Sandro Dell'Agnello si è sin qui dimostrato squadra di primissimo livello, e trascinato dalle qualità di lunghi come Watt e Czyz, dall'esperienza di Daniele Cinciarini e dal talento di Edgar Sosa è riuscito a difendere il fattore campo sia contro Reggio Emilia e Pistoia, andando pure a vincere in trasferta a Cremona prima di arrendersi domenica scorsa alla superiorità dell'EA7 Milano.

 

QUI TRENTO

Rassicurata dalla buona prestazione comunque offerta contro Reggio, e dalla crescita di produttività offensiva di David Lighty, domenica scorsa autore di 20 punti personali, la Dolomiti Energia si presenterà al PalaMaggiò contando su quella che, almeno dal punto di vista statistico, è ancora una delle migliori difese della serie A. A dimostrarlo sono la capacità dei bianconeri di limitare le squadre avversarie sia nei punti segnati (solo 73,0 a sera, nessuno fa meglio) che nella valutazione (70,0, primo posto), anche per merito delle basse percentuali di tiro loro concesse (49,5% da due e 30,5% da tre, in entrambe le classifiche Forray e compagni sono secondi in A). Sarà quindi partendo dalle proprie spiccate caratteristiche difensive che i trentini proveranno a ripetere l'impresa compiuta tre settimane fa in trasferta passando al Taliercio di Venezia

 

QUI CASERTA

Frenata appena nell'entusiasmo dal 100-80 subito domenica scorso al Forum dalla corazzata EA7 Milano, Caserta scommetterà sul calore del proprio pubblico (il PalaMaggiò è notoriamente uno dei campi più ostici di tutta la serie A) per allungare a tre la striscia di incontri consecutivi vinti in casa in questo campionato. Tra le mura amiche infatti la Juve ha prima fulminato la Grissin Bon Reggio Emilia (78-75 il finale del match d'apertura del campionato dei casertani con 26 dell'ex Pistoia Aleksander Czyz e 13 del centro Mitchell Watt) e poi la The Flexx Pistoia (74-65 con 15 a testa per Sosa e Cinciarini). Punti di forza del roster di Sandro Dell'Agnello sono sicuramente il talento del dominicano Edgar Sosa sul perimetro (9,4 punti e 5,0 assist per l'ex Sassari in questo avvio di stagione), l'atipicità del polacco Czyz (14,6 punti con il 54,5% dall'arco) e la solidità di Mitchell Watt nel pitturato (14,6 punti e 7,0 rimbalzi), con l'esperienza di Daniele Cinciarini  (11,4 punti con il 60% dall'arco) e la capacità di essere uomo di rottura di Marco Giuri (5,2 punti, 2,8 rimbalzi e 2,6 assist) a corredare il quadro.

 

I PRECEDENTI

Dolomiti Energia e Pasta Reggia si sono affrontate in quattro incontri ufficiali, con bilancio di 3-1 a favore dei trentini (1-1 al PalaMaggiò). A fronte dei due successi ottenuti al PalaTrento nella stagione 2014-2015 (73-66 con 14 a testa di Sanders e Pascolo) e 2015-2016 (71-66 con 14 di Sanders e 13 di Wright) i bianconeri sono infatti passati al PalaMaggiò due anni fa (88-90 con 28 di Tony Mitchell e 22 di Josh Owens che decise il match stoppando Vitali allo scadere), perdendo 73-70 nello scorso maggio (Siva 23 da una parte, Wright 13 dall'altra). 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 12:50

Tra le zone principali dello spaccio piazza Dante e piazza della Portela, l'operazione dei Carabinieri all'alba con le unità cinofile e gli elicotteri. Coinvolti tunisini, italiani e marocchini uniti da un modello organizzativo costituito da un vincolo gerarchico. Lo spaccio anche a Rovereto, Pergine, Riva del Garda e Arco 

01 dicembre - 12:01

La notizia de il Dolomiti è stata ripresa dal giornalista Berizzi, che vive sotto scorta dopo le inchieste sull'estrema destra italiana, nella sua rubrica dal titolo ''Ruoli''. E proprio sul ''ruolo'' di Andrea Asson si discuterà in consiglio provinciale quando Bisesti dovrà rispondere all'interrogazione di Zeni: può uno che commenta la scelta del sindaco di Trento di rinunciare ai Mercatini scrivendo ''portae inferi non praevalebunt'' e che spiega di essere a Roma in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Wuhan, essere il braccio destro del numero uno alla cultura e all'istruzione?

01 dicembre - 04:01

Flavia è la sorella di una malata di tumore della Val di Sole. Da martedì 1 dicembre sarà costretta ad accompagnarla a Trento, perché il Day hospital oncologico di Cles è stato chiuso. La Provincia infatti non ha voluto mantenerlo aperto dopo l'uscita di scena dell'oncologo che se ne occupava. "Dirigenti e funzionari, ricordatevi che davanti a voi avete persone con la propria dignità, non avete davanti burattini che potete spostare da un teatro all'altro"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato