Contenuto sponsorizzato

Maxi squalifica nel calcio a 5: prende a calci l'arbitro e non pago lo aspetta per la resa dei conti

L'episodio è avvenuto durante la partita fra il Futsal Rovereto e la Bassa Atesina valida per la Serie C1 di calcio a 5. Massimo Mosna è stato allontanato dal parquet per somma di ammonizione e ha reagito offendendo l'arbitro e lo colpisce alla caviglia

Pubblicato il - 10 novembre 2016 - 19:16

ROVERETO. Un anno di squalifica. Questa la durissima sentenza che il giudice sportivo ha comminato a Massimo Mosna, tesserato del Futsal Rovereto.

 

I fatti sono avvenuti nel corso di Futsal Rovereto - Bassa Atesina, match terminato 3-3, e che metteva in palio punti importanti per continuare la rincorsa alla capolista Sacco San Giorgio nel campionato di calcio a 5 Serie C1.

 

E la tensione deve aver giocato un brutto scherzo a Massimo Mosna che "espulso per somma in ammonizioni, si avvicinava all'arbitro e lo colpiva con un forte calcio all'altezza della caviglia, offendendolo; veniva allontanato a forza e durante l'intervallo attendeva il direttore di gara cercando il contatto testa contro testa, continuando con le offese" (comunicato ufficiale Figc n. 46 del 10 novembre 2016).

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 febbraio - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 febbraio - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
24 febbraio - 20:01

E' situata all’ospedale riabilitativo “Villa Rosa” di Pergine Valsugana e dispone di 14 posti letto, 1 palestra, 2 piscine, 1 laboratorio di analisi del movimento, 1 centro di valutazione domotica e addestramento ausili e 1 sezione dedicata alla riabilitazione robotica. Ecco in cosa consiste il centro e di cosa si occuperà

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato