Contenuto sponsorizzato

Trento, un'altra sconfitta. Cadono anche Levico e Dro Alto Garda

Calcio. Il Caravaggio espugna il Briamasco, la Virtus Bergamo il Comunale di Levico e il Dro Alto Garda perde contro il Darfo Boario. Le formazioni di Roberto Vecchiato e Stefano Manfioletti ancora a quota zero punti

Una punizione di Furlan (foto StudioElite)
Di Luca Andreazza - 10 settembre 2017 - 18:03

TRENTO. Domenica amara per tutte le formazioni trentine impegnate nel girone B di serie D. Perdono infatti Trento, Levico e Dro Alto Garda.

 

Il Caravaggio espugna il Briamasco, decisiva la rete di Granillo al 56' che condanna così il Trento alla seconda sconfitta in campionato. I gialloblu pagano inoltre lo scarso cinismo in fase conclusiva e sprecano tre nitidissime palle gol, tutte sventate dal portiere lombardo Tognazzi.

 

Il tecnico Roberto Vecchiato ridisegna la formazione rispetto all'esordio: il modulo è lo stesso, ma cambiano quattro interpreti: Cuoco in porta, quindi la linea difensiva è composta da Toscano, Diop, Casagrande e Calcagnotto. A centrocampo il giovane Bertaso, Furlan e Poli, mentre Boldini opera alle spalle di Lillo e Lella. 

 

Gli ospiti spaventano subito il Trento, ma Casagrande riesce a sbrogliare e sul ribaltamento di fronte i gialloblu sfiorano il vantaggio, ma Lella calcia sull'esterno della rete. Il Caravaggio prova a pungere nuovamente al 12', ma la conclusione di Redaelli e facile preda di Cuoco

 

I lombardi salgono d'intensità e mettono alle strette la formazioni di Roberto Vecchiato, ma la retroguardia trentina resiste. Alla mezz'ora i gialloblu costruiscono una ghiotta occasione: combinazione Lillo-Lella, quest'ultimo serve un assist a Boldini, ma la conclusione del trequartista esalata Tognazzi in uscita e le squadre vanno al riposo sullo 0-0.

 

All'inizio della ripresa il Trento crea un'altra chance: Lillo verticalizza per Boldini, ma Tognazzi fa ancora buona guardia e abbassa la saracinesca. Il Caravaggio si scuote è spezza l'equilibrio del match: Crotti apparecchia per Granillo che batte Cuoco. 

 

Il Trento prova a reagire e Vecchiato getta nella mischia Kyeremateng per Boldini, Zecchinato per Lella e Badjan per Bertaso. Un minuto dopo il proprio ingresso Zecchinato 'spizza' per Kyeremateng, che però viene anticipato ancora dall'estremo difensore lombardi.

 

I gialloblu premono e all'86' il portiere ospite si oppone a Duravia per l'1-0 finale. 

 

Il Trento resta così fermo a quota zero punti in classifica, così come il Levico Terme, condannato dalla rete di Flaccadori a fine primo tempo, termina 1-0 per la Virtus Bergamo.  

 

La prima frazione è di marca ospite che costruisce diverse occasioni non concretizzate da Bastianello, Germani e Fanelli prima del vantaggio di Flaccadori che dal limite al volo insacca alle spalle di Cavalieri.

 

Nel secondo tempo il Levico preme alla ricerca del pareggio, senza successo e esce sconfitto.

 

Sconfitta anche per il Dro Alto Garda, una partita equilibrata viene decisa dal rigore di Panatti al 16' del secondo tempo.

 

CLASSIFICA

Virtus Bergamo 6

Pontisola 6

Caravaggio 6

Aurora Pro Patria 4

Rezzato 4

Ciserano 4

Bustese 4

Pergolettese 3

Darfo Boario 3

Crema 3 

DRO ALTO GARDA 3 

Lecco 2

Grumellese 1

Scanzorosciate 0

Ciliverghe Mazzano 0

LEVICO TERME 0
TRENTO 0

Lumezzane 0

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 16:07

Si sono concluse con il ritrovamento di una serie di oggetti, inviati ai Ris di Parma, le ricerche dei sommozzatori del Nucleo speciale dei carabinieri. Nel fiume Adige, però, nessuna traccia di Peter Neumair. Novità importanti emergono intanto dalle indagini

27 febbraio - 13:30

Ecco cosa dice la bozza del nuovo dpcm che sarà valido fino al 6 aprile. La zona rossa diventa più rossa con la chiusura anche di parrucchieri e barbieri quella bianca sempre più una realtà (dopo il caso della Sardegna) e prevede la riapertura praticamente di tutto (bar, ristoranti, cinema e teatri senza coprifuoco alle 22) eccetto fiere, congressi, discoteche e stadi. Resta il divieto di spostamento tra regioni ma novità per i musei

27 febbraio - 14:56

Mentre a livello nazionale dal 6 al 13 marzo sarà portata avanti questa importante iniziativa che si inserisce nella campagna più ampia ''Close the Gap – riduciamo le differenze'', e coinvolge le cooperative di consumatori, i soci, i dipendenti e i fornitori di prodotto a marchio, Coop Italia rilancia anche la petizione “Stop Tampon Tax – Il ciclo non è un lusso”. In Trentino la decisione se aderire o meno verrà presa lunedì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato