Contenuto sponsorizzato

Trento, un'altra sconfitta. Cadono anche Levico e Dro Alto Garda

Calcio. Il Caravaggio espugna il Briamasco, la Virtus Bergamo il Comunale di Levico e il Dro Alto Garda perde contro il Darfo Boario. Le formazioni di Roberto Vecchiato e Stefano Manfioletti ancora a quota zero punti

Una punizione di Furlan (foto StudioElite)
Di Luca Andreazza - 10 settembre 2017 - 18:03

TRENTO. Domenica amara per tutte le formazioni trentine impegnate nel girone B di serie D. Perdono infatti Trento, Levico e Dro Alto Garda.

 

Il Caravaggio espugna il Briamasco, decisiva la rete di Granillo al 56' che condanna così il Trento alla seconda sconfitta in campionato. I gialloblu pagano inoltre lo scarso cinismo in fase conclusiva e sprecano tre nitidissime palle gol, tutte sventate dal portiere lombardo Tognazzi.

 

Il tecnico Roberto Vecchiato ridisegna la formazione rispetto all'esordio: il modulo è lo stesso, ma cambiano quattro interpreti: Cuoco in porta, quindi la linea difensiva è composta da Toscano, Diop, Casagrande e Calcagnotto. A centrocampo il giovane Bertaso, Furlan e Poli, mentre Boldini opera alle spalle di Lillo e Lella. 

 

Gli ospiti spaventano subito il Trento, ma Casagrande riesce a sbrogliare e sul ribaltamento di fronte i gialloblu sfiorano il vantaggio, ma Lella calcia sull'esterno della rete. Il Caravaggio prova a pungere nuovamente al 12', ma la conclusione di Redaelli e facile preda di Cuoco

 

I lombardi salgono d'intensità e mettono alle strette la formazioni di Roberto Vecchiato, ma la retroguardia trentina resiste. Alla mezz'ora i gialloblu costruiscono una ghiotta occasione: combinazione Lillo-Lella, quest'ultimo serve un assist a Boldini, ma la conclusione del trequartista esalata Tognazzi in uscita e le squadre vanno al riposo sullo 0-0.

 

All'inizio della ripresa il Trento crea un'altra chance: Lillo verticalizza per Boldini, ma Tognazzi fa ancora buona guardia e abbassa la saracinesca. Il Caravaggio si scuote è spezza l'equilibrio del match: Crotti apparecchia per Granillo che batte Cuoco. 

 

Il Trento prova a reagire e Vecchiato getta nella mischia Kyeremateng per Boldini, Zecchinato per Lella e Badjan per Bertaso. Un minuto dopo il proprio ingresso Zecchinato 'spizza' per Kyeremateng, che però viene anticipato ancora dall'estremo difensore lombardi.

 

I gialloblu premono e all'86' il portiere ospite si oppone a Duravia per l'1-0 finale. 

 

Il Trento resta così fermo a quota zero punti in classifica, così come il Levico Terme, condannato dalla rete di Flaccadori a fine primo tempo, termina 1-0 per la Virtus Bergamo.  

 

La prima frazione è di marca ospite che costruisce diverse occasioni non concretizzate da Bastianello, Germani e Fanelli prima del vantaggio di Flaccadori che dal limite al volo insacca alle spalle di Cavalieri.

 

Nel secondo tempo il Levico preme alla ricerca del pareggio, senza successo e esce sconfitto.

 

Sconfitta anche per il Dro Alto Garda, una partita equilibrata viene decisa dal rigore di Panatti al 16' del secondo tempo.

 

CLASSIFICA

Virtus Bergamo 6

Pontisola 6

Caravaggio 6

Aurora Pro Patria 4

Rezzato 4

Ciserano 4

Bustese 4

Pergolettese 3

Darfo Boario 3

Crema 3 

DRO ALTO GARDA 3 

Lecco 2

Grumellese 1

Scanzorosciate 0

Ciliverghe Mazzano 0

LEVICO TERME 0
TRENTO 0

Lumezzane 0

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 12:52

Il consigliere del Movimento 5 Stelle deposita un'interrogazione molto impattante costruita, spiega nello stesso testo, ''su fonti autorevolissime''. E poi chiede anche se la Pat abbia intenzione fare denuncia e avviare un'indagine dopo che è stata data conferma di quanto aveva scoperto il Dolomiti: che il lupo ripescato nell'Avisio aveva zampe e testa recisa

21 novembre - 18:19

Una prima analisi dell'amministrazione comunale ha permesso di censire circa 191 seconde case a fronte di 993 abitanti. Zanetti: "Un numero significativo che già preannunciava una partenza interessante per il progetto. Speriamo di rafforzare le adesioni nel prossimo futuro" 

22 novembre - 15:30

La popolazione è quindi ancora invitata a ridurre gli spostamenti e, in ogni caso, a porre particolare attenzione alle condizioni dei luoghi percorsi. Eventuali situazioni di emergenza andranno comunicate al numero 112

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato