Contenuto sponsorizzato

''Un orso nutrito dall'uomo è un orso morto'': plantigradi, vademecum della Sat. L'affondo: ''Scarsa conoscenza e troppo allarmismo''

I comportamenti da avere (e da evitare) in caso ci si imbatta nei plantigradi e nei loro cuccioli. La Società alpinistica: ''Sul web troppi filmati e foto. Orso descritto a giorni alterni come peluche o assassino''

Il collage della Sat dei video e delle foto trovati in Rete
Di Pier Paolo Bonini (Liceo Prati) - 28 giugno 2019 - 12:39

TRENTO. Orso in Trentino: a chiarire i comportamenti da adottare in caso ci si imbatta in quest'animale (soprattutto nel caso di cuccioli) interviene la Sat. Gli Alpinisti tridentini: "Scarsa conoscenza e troppi allarmismi".

 

La Società alpinistica fa sapere, con una nota, di non gradire il diffondersi, ultimamente, in Rete sempre di più foto e video degli orsi e dei loro cuccioli: "Ultimamente - si legge - con sempre maggior insistenza, il web e i media sono "invasi" da filmati e foto fatti a cuccioli d'orso (ma anche adulti) da molto vicino e/o inseguiti con l'auto. La Società degli alpinisti tridentini stigmatizza questi comportamenti e si rammarica della scarsa conoscenza e dei diffusi allarmismi sull'argomento: l'orso è visto infatti, a giorni alterni, come tenero peluche o spietato assassino".

 

Serve invece, secondo la Sat, "una frequentazione delle terre alte equilibrata, consapevole e matura, anche e soprattutto nei confronti delle componenti biotiche che le arricchiscono e le rendono uniche".

 

L'incontro con un piccolo plantigrado può senza dubbio essere affascinante ("Incontrare un cucciolo di orso nel bosco può destare sicuramente attenzione e suscitare tenerezza, incuriosendo sia coloro che non amano la presenza del plantigrado sulle montagne del Trentino, sia chi invece si definisce piuttosto un pro-orso"), ma bisogna prestare attenzione, dicono dalla Sat, perché i cuccioli nati durante l'inverno dell'anno in corso "stanno con la madre per tutto il loro primo anno di vita e non solo". Questo significa che, anche se non la vediamo, vicino ad un cucciolo potrebbe esserci mamma orsa.

 

"La situazione di maggior rischio per l'uomo - ricordano sempre dalla Sat - è quella in cui ci si venga a trovare tra la madre e i cuccioli, in quanto le femmine di orso sono molto protettive nei confronti della prole.

 

Quindi propone una lista di comportamenti da osservare nel caso di incontro con un cucciolo di orso:

- "Tenersi a distanza, senza cercare di avvicinarlo per alcun motivo;

guardarsi bene intorno e allontanarsi subito;

- se si scorge la madre è bene indietreggiare, parlando con calma per segnalare la propria presenza tenendola sempre bene in vista; 

- tenere il cane sempre al guinzaglio;

- dopo essersi allontanati, riprendere il cammino".

 

In caso di incontro ravvicinato o avvistamento, è bene chiamare il numero di emergenza 335 7705966 (Servizio foreste e fauna) o anche il 112 o il 115, che poi si mettono in contatto con il corpo forestale provinciale che può intervenire tempestivamente per eventuali accertamenti o controlli.

 

L'altro imperativo è quello di "evitare assolutamente di alimentare gli orsi, perché ci fanno tenerezza e li vediamo smarriti ai bordi della strada o, peggio ancora, per poterli fotografare o osservare". Per la Sat vale insomma lo slogan dei parchi del nord America: "A fed bear is a dead bear", "Un orso nutrito è un orso morto".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.34 del 19 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 16:35

Approvato in commissione il ddl sulla tutela del lavoro negli appalti della pubblica amministrazione pur con tante riserve sia da parte degli imprenditori che dei sindacati il disegno di legge approda in consiglio e per Cgil, Cisl e Uil è la prova che la Giunta ha scelto di non stare con i lavoratori: ''Rendono facoltativa la clausola sociale. Non si governa a colpi di slogan, ma serve affrontare i problemi in tutta la loro complessità''

22 ottobre - 13:03

“Non può esserci nessuna discontinuità con l’esecutivo precedente mantenendo le leggi più rappresentative del governo Lega-M5s”. Così i Dem roveretani chiedono l’abolizione dei decreti sicurezza firmati dall’ex ministro dell’interno Matteo Salvini

22 ottobre - 16:35

Approvato in commissione il ddl sulla tutela del lavoro negli appalti della pubblica amministrazione pur con tante riserve sia da parte degli imprenditori che dei sindacati il disegno di legge approda in consiglio e per Cgil, Cisl e Uil è la prova che la Giunta ha scelto di non stare con i lavoratori: ''Rendono facoltativa la clausola sociale. Non si governa a colpi di slogan, ma serve affrontare i problemi in tutta la loro complessità''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato