Contenuto sponsorizzato

Meteo, arriva il "Gigante" di Capodanno, l'anticiclone africano di origine sub-tropicale

Da mercoledì arriverà in Italia il Gigante di Capodanno, un anticiclone africano che porterà un aumento delle temperature. In montagna in Trentino si arriverà anche a 15 gradi in alta quota fino al 2 gennaio e saranno poche le precipitazioni

Di F.C. - 28 dicembre 2021 - 13:36

TRENTO. Sarà una fine dell’anno mite con un aumento di temperature sopra la media, fino a 15 gradi anche in alta quota, a partire dal 30 dicembre fino al 2 gennaio. Sta arrivando infatti il Gigante di Capodanno, un anomalo anticiclone africano di origine sub-tropicale che da mercoledì raggiungerà l’Italia.

 

Da giovedì a sabato sarà soleggiato: poca neve quindi e temperature in forte aumento in montagna.

 

“Da domani, e già dalla sera di oggi, arriveranno dei forti flussi nord-occidentali di aria calda – spiega il fisico meteorologo e previsore di Meteotrentino Andrea Piazza – le temperature in quota saliranno quindi già da stasera, fino al 2 gennaio almeno”.

 

Da giovedì è previsto soleggiato, anche se “nel pomeriggio-sera di domani potranno esserci degli annuvolamenti nei settori settentrionali con possibili precipitazioni, dove la quota della neve sarà molto alta, sopra i 2000-2500 metri di altitudine”.

 

Le temperature saranno quindi “superiori alla media anche nel fondovalle, soprattutto nelle zone ventilate”, ma sarà presente una marcata inversione termica: “In montagna sarà presente un clima primaverile, soprattutto di giorno – prosegue Piazza – ma nelle valli potrebbe ristagnare aria fredda, quindi a bassa quota durante la notte si potrebbe arrivare intorno agli 0 gradi”.

 

Le massime intorno ai 1000-1500 metri di altitudine potrebbero arrivare fino a 15 gradi, “decisamente anomali per la stagione”.

 

Se fino ai primi giorni dell’anno sarà presente un clima più mite, “dopo potrebbe esserci un rientro delle temperature con un probabile calo”.

 

Fenomeni anomali di afflussi di aria calda si erano già verificati in passato: “A Natale 2016 – sostiene il meteorologo – c’erano stati degli episodi di afflussi di aria calda anomala, a Trento in quell’anno erano stati registrati 16 gradi a dicembre”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 24 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 gennaio - 05:01
Una donna, della val di Fiemme, racconta in un audio dello stratagemma messo in pratica per ottenere il Green pass: “Mi sono messa nel naso il [...]
Cronaca
24 gennaio - 20:11
L'incontro si è svolto oggi, dopo che nelle scorse settimane la tematica è stata affrontata in diverse occasioni: l'Amministrazione ha confermato [...]
Cronaca
24 gennaio - 21:01
Fra pochi giorni un giudice dovrà stabilire se accogliere o meno il ricorso, presentato dai famigliari di Matteo Tenni, contro l’archiviazione [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato