Contenuto sponsorizzato

Tutti i benefici dell’olio di Cbd

Parlare di canapa come un valido alleato del benessere può risultare controverso in tempi in cui la lotta contro le droghe illegali è attiva e intensa. Fino a qualche anno fa, infatti, la cannabis è stata vietata per legge in quanto sostanza stupefacente e questa forte politica proibizionista ha impedito che fossero messe in luce tutte le proprietà benefiche che questa pianta può offrire, al di là degli effetti psicotropi comunemente noti

Pubblicato il - 11 luglio 2020 - 15:39

TRENTO. E' opportuno precisare, a tal proposito, che non è la cannabis in sé a sortire tali effetti ma i principi attivi in essa contenuti. In particolare, il Thc (tetraidrocannabinolo) è la sostanza psicoattiva che provoca lo stordimento tipico del consumo di marijuana, mentre il CBD è il principio che non ha effetti negativi sulla psiche ma, al contrario, produce molti benefici nell’uomo.

 

Oggi è possibile acquistare legalmente prodotti contenenti Cbd, ad esempio su JustBob puoi acquistare online l’olio al Cbd, che è la soluzione più pratica per introdurre il composto nell’organismo e percepire tutte le proprietà benefiche che esso sprigiona per la risoluzione di numerosi disturbi del corpo e della mente.

 

Cos’è il Cbd e quali sono i benefici. Cbd è l’acronimo di Cannabidiolo e, come abbiamo già accennato, si tratta di un composto chimico contenuto naturalmente nella pianta di Cannabis Sativa, una delle varianti della pianta di cannabis.

 

I cannabinoidi sono dei principi attivi che la pianta produce in quantità variabili in natura ma, una volta comprese le potenzialità di alcuni di essi, si è proceduto alla creazione in laboratorio di specie di cannabis con contenuto maggiore di Thc, destinato alla vendita illegale come stupefacente, a scapito del Cbd, sostanza che invece ha conosciuto di recente l’approvazione della legge con la normativa n. 242 del 6 dicembre 2016.

 

Cbd e Thc, pur essendo entrambi dei cannabinoidi simili a quelli prodotti dal nostro organismo detti endocannabinoidi, producono effetti diversi e in alcuni casi diametralmente opposti.

 

La composizione chimica, di base, è differente ed è stato dimostrato che il Cbd ha la capacità di comunicare con alcuni dei neurotrasmettitori del nostro sistema nervoso responsabili dell’ equilibrio psicofisico.

 

Tutti i benefici del Cbd. In particolare, numerosi studi scientifici hanno rilevato un’interazione tra il Cbd e il recettore 5-HT1A, meglio noto con il nome di serotonina.

 

Grazie a questa relazione, il Cbd compie un’azione riequilibrante per l’umore, contrastando gli stati ansiosi e rivelandosi un valido alleato nei momenti di stress più intensi. Ciò contribuisce positivamente anche sulla qualità del sonno, nel caso in cui possa essere disturbato o si presentino incubi o insonnia.

 

A tal proposito, sono state raccolte testimonianze di soggetti affetti da disturbo da stress post traumatico i quali, con la somministrazione di Cbd, hanno fatto registrare un miglioramento dei sintomi e dello stato di salute in generale. A quanto pare, stimolando anche il recettore responsabile della dopamina, il Cbd è in grado di allontanare gli effetti depressivi aumentando la concentrazione e la vitalità. Altri studi scientifici, inoltre, hanno dimostrato come questa sostanza sia utile anche nella gestione delle dipendenze e, più nello specifico, per gli effetti che l’astinenza può provocare: tremori, ansia, nervosismo, sbalzi d’umore.

 

Dal momento che i recettori con i quali questa sostanza interagisce sono presenti in tutto il corpo, il Cbd produce effetti terapeutici anche a livello fisico. E' dimostrato, infatti, che abbia un potente effetto analgesico, in grado di lenire i dolori muscolo scheletrici e le infiammazioni di varia natura, comprese quelle che provocano disturbi della pelle come eczemi, psoriasi e acne.

 

Quest’ultima, in particolare, è causata dall’infiammazione delle ghiandole sebacee. A tal proposito, l’azione del Cbd è finalizzata alla regolarizzazione della disfunzione, in modo da normalizzare la produzione di sebo.

 

Olio di Cbd come rimedio naturale. Il Cbd, una volta estratto dalla pianta, può essere commercializzato in diversi formati, anche se la modalità più fruibile è sotto forma di olio essenziale.

 

Ciò lo rende adatto a diverse applicazioni: sublinguale, che risulta essere il modo più rapido ed efficace di assimilazione, da inalare, come elemento specifico per l’aromaterapia, o come aroma da aggiungere ai liquidi delle sigarette elettroniche, che verrà aspirato assieme al vapore prodotto dall’e-cig.

 

Dal momento che è utile anche al trattamento di dolori e infiammazioni, l’olio di CBD è largamente utilizzato anche nel comparto cosmetico, puro da massaggiare sulla pelle oppure come ingrediente aggiuntivo in creme e prodotti per la cura di corpo e capelli. E' importante non confonderlo con un altro olio ricavato sempre dalla cannabis, e cioè l’olio di canapa.

 

Benché entrambi abbiano la stessa proveniente, infatti, sono estratti da due parti differenti della pianta e, di conseguenza, produrranno effetti diversi nell’organismo. In particolare, l’olio di canapa si ricava dalla spremitura preferibilmente a freddo (cioè con una temperatura di lavorazione non superiore ai 25 gradi) dei semi, che sono naturalmente ricchi di vitamine, minerali, proteine e acidi grassi polinsaturi.

 

Le proprietà nutritive dei semi rendono l’olio di canapa adatto per il suo consumo come componente alimentare, da ingerire a cucchiaini oppure per condire le pietanze. L’olio di CBD, come quello acquistabile su JustBob.it, invece, si ottiene dalla spremitura delle infiorescenze femminili della cannabis e la sua composizione chimica, in correlazione ai processi che si innescano nell’organismo, produce effetti di gran lunga più intensi ed evidenti soprattutto a livello psicofisico.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 agosto - 18:14

L'alpinista è caduta dal sentiero per precipitare circa 150 metri più in basso. Purtroppo l'intervento dei soccorritori si è rivelato vano, la giovane è deceduta sul colpo per le gravi ferite

15 agosto - 17:04

Il totale complessivo resta quindi a 5.625 casi e 470 decessi da inizio epidemia. Scende anche il numero di pazienti ricoverati per Covid-19 in ospedale: attualmente sono 2 ma una persona deve ancora ricorrere alle cure della terapia intensiva

15 agosto - 19:04

 Il giovane 33enne di Seveso in provincia di Milano è la vittima dell'incidente di questa mattina in val Badia. A lanciare l'allarme un amico del giovane sportivo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato