Contenuto sponsorizzato

Gabriele Furletti, storia di un under 30 con 10 vendemmie alle spalle e un vino ''grigio'' rinato nel 1720

Gabriele Furletti dell'omonima cantina, non nasconde le sue già appropriate competenze, maturate frequentando la scuola dove ha sede la Fondazione Mach, la laurea in enologia, girovagando poi in altre zone vitivinicole di prestigio internazionale, pure agli antipodi geografici della sua terra natia, la Busa, la conca del Garda, le colline che s’alzano verso Tenno
DAL BLOG
Di Ades, by Nereo Pederzolli - 17 December 2020

Cercherò di stuzzicare curiosità e piacevolezze. Lasciando sempre spazio nel bicchiere alla fantasia

Vigne carezzate dal Garda, per maturazioni ottimali e per trasformare le uve in carezzevoli vini. Ottenuti con altrettanto carezzevoli cure. Tutto questo nonostante l’azienda sia decisamente giovane e gestita in prima persona da un vignaiolo altrettanto giovane quanto determinato. Gabriele Furletti non nasconde le sue già appropriate competenze, maturate frequentando la scuola dove ha sede la Fondazione Mach, la laurea in enologia, girovagando poi in altre zone vitivinicole di prestigio internazionale, pure agli antipodi geografici della sua terra natia, la Busa, la conca del Garda, le colline che s’alzano verso Tenno e i terreni più freschi di questa propaggine di Trentino di stampo prettamente mediterraneo.

 

Coltiva prevalentemente vitigni di stampo internazionale, quelli a bacca rossa (promettenti i bordolesi e soprattutto il Pinot nero) e i classici Chardonnay. Incrocio Manzoni e Mueller Thurgau, ma specialmente il Pinot grigio. Proprio con questa versione il giovane Furletti ha subito dimostrato una bravura insolita e la capacità di elevare il ‘grigio’ a livelli assolutamente validi, altrettanto inconsueti.

 

Non è facile puntare su questa varietà, nata da una mutazione di Pinot nero, amata già nel 1500, decaduta repentinamente dopo qualche clamore – si cercava di vinificarlo per avere un vino dolce, tipo Tockaj ungherese – e ‘ripescato’ una prima volta nel 1720 da un commerciante (e farmacista) germanico allora deciso a coltivare questa varietà vicino casa, a Spira, città della Renania Palatinato.

 

Il suo nome era Johann Seger Ruland: lo propose per qualche decina di anni, poi, nuovamente questo vino ‘esce di scena’. Torna ad inizio ‘900 e viene chiamato Rulaender, proprio in onore del farmacista Ruland. Uve inizialmente destinate alla produzione di vermuth, poi per avere un vino di fresca beva. Dal 1961 è un successo internazionale, con il ‘grigio’ amato ad ogni latitudine, America in particolare. Ecco perché la sfida di Gabriele Furletti è ammirevole e da supportare.

 

Anzitutto perché propone un vino ‘grigio’ decisamente smagliante, succoso, pieno, nerbo acidulo accattivante, perfettamente in liea con le peculiarità del territorio dove viene vendemmiato, interprete pure dello stile di questo vignaiolo. Si, stile. Lo dimostra senza troppi indugi, in maniera schietta, come sono anche alcune (ancora poche) versioni di altri suoi prodotti. Sia nel Furlet bianco come nel Rosso e – la citazione è già d’obbligo - sul nascente Trento, il suo spumante classico che sta ‘prendendo spuma’ dopo una vinificazione realizzata in sinergia con un suo amico, vicino di casa e compagno di studi, Marco Comai.

 

Giovane, entusiasta, determinato. Under 30 con già 10 vendemmie alle spalle. E una cantina in espansione, senza mai snaturare la specificità gardesana. Degno interprete di una filosofia enoica da .. Adès.

Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 September - 19:02
Un minuto dopo il decollo da Folgaria si è verificato un guasto meccanico che ha determinato il distacco del portellone laterale destro. Il [...]
Cronaca
23 September - 16:31
Il grave incidente è avvenuto attorno alle 15 al bivio tra via G. Battisti e la strada statale 240. Sul posto i vigili del fuoco e la polizia [...]
Cronaca
23 September - 16:29
Il 29enne originario di Belluno è scomparso da Milano venerdì sera (17 settembre) dopo aver subito il furto del suo zaino durante un aperitivo a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato