Contenuto sponsorizzato

Automezzo militare si incendia con 40 quintali di tritolo a bordo

CRONACHE INATTUALI/3 I militari avrebbero dovuto trasportare il tritolo dalla polveriera di Monte Brione alla stazione di Trento. Il viaggio si interrompe però alla centrale di Ponale
La centrale di Ponale
DAL BLOG
Di Carlo Martinelli - 30 settembre 2016
Giornalista, scrittore, ex libraio, campione di telequiz. E’ autore di “Storie di pallone e bicicletta“, “Un orso sbrana Baricco” e "Campo per destinazione - 70 storie dell'altro calcio"...

Lunedì, 28 marzo 1960. Un automezzo con un carico di 40 quintali di tritolo si incendia, alle dieci del mattino, sulla strada che da Nago sale a Loppio. Il camion guidato dal 34enne Angelo Frigerio da Milano con a bordo l’artificiere del Genio militare di Bolzano, Pio Valente da Vicenza, era partito dalla polveriera di Monte Brione diretto alla stazione ferroviaria di Mori, dove il carico di esplosivo doveva essere trasportato su un treno merci diretto a Trento.

 

Al passaggio dell’autocarro sotto la campata dell’elettrodotto che trasporta la corrente della centrale del Ponale, il cavo più basso della linea ad alta tensione, che sovrasta la strada ad un’altezza di circa 20 metri, si trancia e un troncone del filo cade sul telone del camion e appicca il fuoco.

 

Il Frigerio e il Valente si accorgono del grave pericolo e tentano inutilmente di spegnere le fiamme con estintori a schiuma. Si allontanano dando l’allarme e provvedono a bloccare il transito nelle due direzioni sulla strada nazionale.

 

Il tritolo, avvolto in pannelli cubici protetti da involucri, prende fuoco e le fiamme, dopo aver distrutto l’automezzo, si estendono alle adiacenze bruciando per un raggio di 30 metri la vegetazione circostante.

 

Una curiosità:  pochi minuti dopo l’incidente transita sulla strada il sottosegretario al commercio estero, il senatore Giovanni Spagnolli, partito da Rovereto e diretto a Riva del Garda. Il parlamentare della Democrazia Cristiana - dal 1953 per 23 anni eletto nel collegio di Rovereto, dal 1974 al 1976 sarà presidente del Senato - ritorna a Loppio, dove telefona ai vigili del fuoco e ai carabinieri di Riva che accorrono immediatamente sul posto e provvedono a domare il pericoloso incendio.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 12:19

Stagione invernale a rischio, con il nuovo Dpcm il Governo ha disposto la chiusura degli impianti nei comprensori sciistici che potranno essere utilizzati solo dagli atleti professionisti e di interesse nazionale. Gli sciatori amatoriali dovranno sperare in un eventuale vai libera del Comitato tecnico-scientifico

25 ottobre - 11:57

In Provincia di Bolzano non si fermano i contagi, nell’ultima settimana sono stati registrati 1.615 casi (339 solo quelli delle ultime 24 ore). Altre 14 persone hanno dovuto ricorrere alle cure ospedaliere. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 12.3%, 2.753 quelli analizzati dall’azienda sanitaria

25 ottobre - 11:02

Il Governo ha affrontato con fermezza le Regioni: confermate quasi tutte le disposizioni presenti nella bozza. Fra le attività sospese ci sono palestre, piscine, centri benessere, ma anche spettacoli e sale slot. Non è previsto nessun lockdown ma si “raccomanda” di evitare gli spostamenti non necessari

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato