Contenuto sponsorizzato

Giorgio Lucchi, un trentino esperto di funghi a "Lascia o Raddoppia"

CRONACHE INATTUALI/5. Storia di un insegnante di Cles che nel 1956 ebbe il suo momento di gloria nel quiz di Mike Bongiorno e che l'anno successivo balzò ancora agli onori della cronaca ancora una volta per un fungo
Dal blog di Carlo Martinelli - 16 dicembre 2016 - 12:29

Corsi e ricorsi. Giorgio Lucchi, insegnante di Cles - un tipo ruvido, tutto montagna e concretezza - conosce un momento di notorietà nel 1956. E' uno dei concorrenti a "Lascia o raddoppia", il gioco televisivo a quiz condotto da Mike Bongiorno che segna in modo indelebile il costume italico. La materia per la quale si presenta è assai dolomitica: i funghi. Ma cade alla settima domanda. Lo tradisce la amanita junguilla.

 

 

Ma le vicende della vita sono strane. Il 16 aprile dell'anno dopo Mario Lucchi torna alla ribalta della stampa nazionale. Le cronache raccontano: "Un rarissimo esemplare di fungo spugnola è stato trovato dal maestro Giorgio Lucchi in un bosco di conifere nella zona di Cles. Il rinvenitore è lo sfortunato concorrente di "Lascia o raddoppia" caduto nel corso di una delle prime domande. La spugnola rinvenuta è alta ben 19 centimetri e pesa tre chili e mezzo. Va tenuto presente che detta specie non sorpassa mai i cinque - sei centimetri e il mezzo etto di peso".

 

 

Impossibile negare che il maestro Giorgio Lucchi non conoscesse a fondo la sua materia, a dispetto della domanda senza risposta.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 giugno - 09:50

L'iniziativa rivolta a tutti i cittadini che soffrono il caldo e possono trovare un po' di fresco nei locali che il corpo di Arco ha deciso di mettere a disposizione. Il comandante Bonamico: "E' il terzo anno che apriamo le porte della caserma per aiutare chi soffre il caldo ed è un modo per stare sempre vicini alla comunità"

25 giugno - 06:01

Il post di uno studente sulla pagina Facebook ''Spotted: Unitn'' ha aperto il dibattito sulla questione delle ''carriere alias''. La prorettrice Poggio: ''“L'Università di Trento è stata tra i primi atenei in Italia ad adottare una procedura per il rilascio del 'doppio libretto' per gli studenti o le studentesse in transizione di genere ma con il passaggio al libretto elettronico si sono avuti problemi''

25 giugno - 08:22

E' stato portato all'ospedale Santa Chiara dove si sta riprendendo. I carabinieri hanno avviato le indagini per ricostruire quello che è successo e cercare di individuare l'autore dell'accoltellamento. La rissa con una decina di persone è scoppiata domenica mattina 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato