blog

Idil Boscia

Mammaprof narratrice di sguardi

Un nome africano da genitori italiani. Un cognome che in tanti hanno immaginato straniero. Già questo racconta qualcosa di me e del mio sguardo. Uno sguardo che tenta di scrutare ed attraversare, di esplorare e condividere. 
Amo il sole siciliano e le montagne del Trentino, la brezza e la calma. Amo le sfide della società, della famiglia e della scuola. Amo imparare dai miei alunni e dai miei figli. Amo raccontare frammenti di vita e tutto ciò che lascia un segno.

Società
12 Novembre 2020 - 16:11

Davvero si spaccia alla luce del sole in piazza Dante? Non credo ci siano dubbi. Non perché è arrivata Striscia la Notizia.

Società
04 Novembre 2020 - 11:11

Mi ricordo le parole di una mia cara amica, scomparsa troppo presto: "Quest'anno non mi sono resa conto dei colori dell'autunno". Ripenso spesso a quelle parole.

Società
01 Settembre 2020 - 10:09

Ed anche questa estate sta finendo. L'estate delle mascherine e dei saluti col gomito. Col suo caldo e le sue notizie, con gli svaghi ed i pensier

Società
06 Luglio 2020 - 16:07

Mi piace ricordarti con lo sguardo fiero dopo una pescata. Col mestolo in mano. Con il sorriso del viaggiatore. Giro per le nostre strade, stordita.

Società
02 Luglio 2020 - 19:07

Siamo andati anche noi al lago, domenica scorsa. I compiti delle vacanze sono sulla scrivania. C'è tutto il tempo. E poi, a dire il vero, manca lo stimolo a farli.

Società
05 Giugno 2020 - 11:06

Una canzone stonata. È così che mi sento in questi giorni. I primi di giugno, con la festa della Repubblica e l'avvicinarsi della fine della scuola.

Società
13 Maggio 2020 - 14:05

''L'alba si è fatta / profumo di rose" (Alda Merini). Le caramelle lanciate in aria, i fiori che si mangiano, le feste e la testa all'estate. Questo era il mio maggio da bambina.

Società
03 Maggio 2020 - 21:05

C'è un gioco che mi piace molto. E' quello in cui si cerca di fare indovinare una canzone canticchiandone la melodia.

Società
20 Aprile 2020 - 22:04

In questi giorni mi è tornata alla mente una storiella che mi raccontava mia mamma. In dialetto napoletano.

Pagine