Contenuto sponsorizzato

Carichi di mele contestati per difetto di qualità. Ma a marzo in commercio i prodotti migliori per pezzatura e colore

I responsabili del controllo della qualità delle mele acquistate dalla Grande distribuzione organizzata hanno acquistato un peso decisionale superiore a quello degli operatori commerciali che organizzano gli acquisti
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 16 gennaio 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

I responsabili del controllo della qualità delle mele acquistate dalla Grande distribuzione organizzata hanno acquistato un peso decisionale superiore a quello degli operatori commerciali che organizzano gli acquisti.

 

Questo succede in Italia ma anche nei Paesi nei quali si esportano mele del Trentino. La denuncia è di Franco Benamati, direttore commerciale del Consorzio Interregionale Ortofrutticolo (Cio) cui aderiscono 13 realtà associate operative in vari ambienti regionali.

 

Il controllo qualità sui carichi arrivati a destinazione è quotidiano e comporta frequenti casi di contestazione, mancato pagamento e/o rinvio al mittente di partite ritenute non corrispondenti ai requisiti concordati in fase di acquisto.

 

Il contenzioso dovrebbe diminuire o cessare totalmente dal mese di marzo quando saranno messi in commercio i carichi qualitativamente migliori e meglio rispondenti ai requisiti di pezzatura e colore.

 

Il riferimento riguarda soprattutto le mele Gala e la Fuji. Il mercato, annota Franco Benamati, procede comunque con regolarità per quanto riguarda la domanda. Le vendite da parte del Cio sono destinati per il 90% a mercati esteri.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 69.854 nuovi casi, 767 decessi, 2.821 ricoveri e 372 in terapia intensiva. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

28 ottobre - 18:46

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 191 positivi a fronte dell'analisi di 2.761 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,9%. Tra i nuovi contagiati, 128 persone presentano sintomi, circa il 67% dei positivi totali. Sono 116 le classi in isolamento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato