Contenuto sponsorizzato

E' Melinda la ''marca dell'anno'' nell'ortofrutta

La valutazione per determinare il vincitore parte dal presupposto che il ruolo della marca è sempre più importante perché aiuta a identificare il prodotto e a facilitarne l’acquisto
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 09 giugno 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

E’ Melinda la “Marca dell’anno” dell’ortofrutta. L’esito del concorso giunto alla quarta edizione è stato reso noto dopo una analisi condotta su 3.000 responsabili d’acquisto di frutta e verdura rappresentativi della popolazione italiana.

 

La valutazione per determinare il vincitore parte dal presupposto che il ruolo della marca è sempre più importante perché aiuta a identificare il prodotto e a facilitarne l’acquisto.

 

Melinda partiva da una notorietà già molto elevata, la più alta del settore e con un incremento di ben 6 punti percentuali acquisiti nell’ultimo anno.

 

Commentando il risultato del concorso, il presidente di Melinda Michele Odorizzi precisa che la promozione della marca non è disgiunta da una forte attività di comunicazione rivolta a far conoscere la provenienza delle mele da un territorio favorito da madre natura ma anche da un sistema di produzione fedele ad un collaudato disciplinare di produzione integrata volontaria e sostenibile sul piano sociale, economico e ambientale.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 agosto - 12:28

Lo scandalo dei politici già pagati dai cittadini suoi 10.000 euro lordi al mese che hanno anche fatto la richiesta dei 600 euro destinati a chi era in difficoltà a mettere qualcosa nel piatto e a pagare le bollette sta coinvolgendo tutto il Paese con la Lega su tutti che, però, sta avendo il buon senso di sospendere e stigmatizzare i ''suoi'' che hanno approfittato delle maglie larghe del bonus. In Alto Adige (dove sono 4 i consiglieri provinciali coinvolti), invece, tutto sembra destinato a risolversi con uno scusate, li restituiamo e siamo pari

14 agosto - 13:25

Il 57enne era stato trasferito in elicottero all'ospedale Santa Chiara in condizioni disperate. Dopo essere stato operato alla gamba, Cailotto era stato ricoverato nel reparti di rianimazione, ma purtroppo non ce l'ha fatta

14 agosto - 12:19

Al 30enne gli è stato ordinato di rientrare in casa. Aveva comunicato all'azienda sanitaria la sua posizione ma aveva deciso di lasciare la quarantena anticipatamente 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato