Contenuto sponsorizzato

E' Melinda la ''marca dell'anno'' nell'ortofrutta

La valutazione per determinare il vincitore parte dal presupposto che il ruolo della marca è sempre più importante perché aiuta a identificare il prodotto e a facilitarne l’acquisto
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 09 giugno 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele. Ha vinto la Penna d'Oro nel 1988

E’ Melinda la “Marca dell’anno” dell’ortofrutta. L’esito del concorso giunto alla quarta edizione è stato reso noto dopo una analisi condotta su 3.000 responsabili d’acquisto di frutta e verdura rappresentativi della popolazione italiana.

 

La valutazione per determinare il vincitore parte dal presupposto che il ruolo della marca è sempre più importante perché aiuta a identificare il prodotto e a facilitarne l’acquisto.

 

Melinda partiva da una notorietà già molto elevata, la più alta del settore e con un incremento di ben 6 punti percentuali acquisiti nell’ultimo anno.

 

Commentando il risultato del concorso, il presidente di Melinda Michele Odorizzi precisa che la promozione della marca non è disgiunta da una forte attività di comunicazione rivolta a far conoscere la provenienza delle mele da un territorio favorito da madre natura ma anche da un sistema di produzione fedele ad un collaudato disciplinare di produzione integrata volontaria e sostenibile sul piano sociale, economico e ambientale.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 19:10

A lanciarlo il segretario del Partito Autonomista: "Assieme possiamo fare anche massa critica per portare avanti un certo tipo di istanze".  L'appello è rivolto alle forze di centro e autonomiste. Il segretario: "Assistiamo ad un crescendo di malessere tra i moderati nei confronti dei partiti nazionali''

23 settembre - 19:38

La città gardesana è stata scelta perché da anni ospita una comunità molto attiva di raeliani che promettono: “Entro il 2035 gli Elohim giungeranno sulla terra ma solo dopo che la loro ambasciata sarà costruita”

23 settembre - 19:09

Il 19 settembre 2019 il Parlamento approva una mozione che mette sullo stesso piano in nome della memoria condivisa il nazionalsocialismo e il comunismo. Ma la misura, volta a compiacere i governi dell'Est Europa, non comprende la complessità della Storia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato