Contenuto sponsorizzato

I vini della cantina di Mori Colli Zugna analizzati a Catania

Alcuni campioni sono stati inviati un laboratorio di Catania per stabilire mediante analisi isotopica la provenienza dell’uva dalla quale sono stati prodotti i vini
Dal blog di Sergio Ferrari - 14 febbraio 2018 - 19:22

Può avere suscitato perplessità il fatto che parte dei campioni di vino prelevati dalla cantina sociale di Mori Colli Zugna siano stati inviati ad un laboratorio di Catania per stabilire mediante analisi isotopica la provenienza dell’uva dalla quale sono stati prodotti i vini. Anziché a Conegliano Veneto dove c’è uno dei 29 uffici dell’Ispettorato centrale per la tutela della qualità e delle repressione frodi dei prodotti agroalimentari.

 

Dalla sede distaccata di S. Michele, che dipende dall’Ufficio di Conegliano, si apprende che solo la sede di Catania dispone dell’attrezzatura necessaria per questo tipo di analisi. I campioni potevano essere affidati anche al laboratorio chimico di S. Michele (Fondazione Mach) che dispone delle stesse apparecchiature dal 1987 ed è stato il primo in Italia ad ottenere grazie a Giuseppe Versini il riconoscimento ufficiale del metodo. Fra laboratorio di S. Michele e Ispettorato centrale è in atto un rapporto di reciproco riconoscimento.

 

Lo dimostra il fatto che gli analisti di Catania hanno trascorso anche recentemente a S. Michele un periodo di addestramento. Il laboratorio di S. Michele ha continuato dal 1987 ad eseguire analisi di risonanza magnetica su vini, oli e piccoli frutti in base ad una convenzione con il Mipaaf che è ancora in vigore. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.20 del 08 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 dicembre - 16:56

Tra i dati sempre più drammatici del Paese, Bolzano e Trento restano i luoghi dove le donne hanno più figli (rispettivamente 1,74 e 1,49). I maschi trentini sono quelli del nord che hanno figli più tardi (35,8 anni). I nomi più diffusi in Italia tra i neonati sono Francesco e Sofia, in Trentino e Alto Adige cambiano

09 dicembre - 18:33

Soddisfazione all'Apt per il grande afflusso di turisti e visitatori tra le 92 casette del Mercatino e le 400 bancarelle della Fiera di Santa Lucia

09 dicembre - 05:01

Giovedì sera Jacob è rimasto vittima di un atto di razzismo mentre si trovava in piazza Cesare Battisti per bere un brulè con gli amici. Saputo quello che era successo l'assessore comunale Roberto Stanchina e la direttrice dell'Apt Elda Verones, si sono immediatamente messi in contatto con il ragazzo chiedendogli scusa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato