Contenuto sponsorizzato

I vini della cantina di Mori Colli Zugna analizzati a Catania

Alcuni campioni sono stati inviati un laboratorio di Catania per stabilire mediante analisi isotopica la provenienza dell’uva dalla quale sono stati prodotti i vini
Dal blog di Sergio Ferrari - 14 febbraio 2018 - 19:22

Può avere suscitato perplessità il fatto che parte dei campioni di vino prelevati dalla cantina sociale di Mori Colli Zugna siano stati inviati ad un laboratorio di Catania per stabilire mediante analisi isotopica la provenienza dell’uva dalla quale sono stati prodotti i vini. Anziché a Conegliano Veneto dove c’è uno dei 29 uffici dell’Ispettorato centrale per la tutela della qualità e delle repressione frodi dei prodotti agroalimentari.

 

Dalla sede distaccata di S. Michele, che dipende dall’Ufficio di Conegliano, si apprende che solo la sede di Catania dispone dell’attrezzatura necessaria per questo tipo di analisi. I campioni potevano essere affidati anche al laboratorio chimico di S. Michele (Fondazione Mach) che dispone delle stesse apparecchiature dal 1987 ed è stato il primo in Italia ad ottenere grazie a Giuseppe Versini il riconoscimento ufficiale del metodo. Fra laboratorio di S. Michele e Ispettorato centrale è in atto un rapporto di reciproco riconoscimento.

 

Lo dimostra il fatto che gli analisti di Catania hanno trascorso anche recentemente a S. Michele un periodo di addestramento. Il laboratorio di S. Michele ha continuato dal 1987 ad eseguire analisi di risonanza magnetica su vini, oli e piccoli frutti in base ad una convenzione con il Mipaaf che è ancora in vigore. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 giugno - 22:13

Dopo una mattinata dedicata alle celebrazioni in onore di San Vigilio, la Disfida regala ancora un grande spettacolo prima dei fuochi d'artificio a chiudere la kermesse numero trentasei

26 giugno - 21:03

Dal Comune all'Apt, da Trentino Marketing alla Provincia, c'è grande amarezza per il passo indietro dei giallorossi a 72 ore dal raduno. Si valutano quali clausole dell'accordo salvare, ma le penali si aggirano intorno ai 400 mila euro, cioè il costo del ritiro, che sarebbe stato quattro volte tanto rispetto a due anni fa 

26 giugno - 17:12

A Rovereto sono stati raggiunti quasi i 38 gradi ma per colpa dell'umidità la temperatura percepita è più alta. Fridays For Future Trento propone un appello di 5 punti su cui basare le conseguenti azioni: formazione, stop alle grandi opere, stop alla cementificazione incontrollata, tutela dei beni comuni e riduzione dell'uso dei pesticidi.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato