Contenuto sponsorizzato

Il Trentino soffre la presenza sul mercato della mele polacche e cerca un dialogo con la Polonia

La visita in Polonia, dice il direttore di Assomela Alessandro Dalpiaz, aveva lo scopo di incontrare i rappresentanti delle maggiori associazioni del settore mele polacco ed esaminare insieme il ruolo delle organizzazioni di produttori
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 14 luglio 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Il 12-13 giugno 2019 i dirigenti di Assomela insieme ai colleghi dell’Associazione nazionale mele e pere di Francia hanno visitato la regione del Grojec a sud di Varsavia dove si produce circa la metà delle mele polacche.

 

La visita in Polonia, dice il direttore di Assomela Alessandro Dalpiaz, aveva lo scopo di incontrare i rappresentanti delle maggiori associazioni del settore mele polacco ed esaminare insieme il ruolo delle organizzazioni di produttori.

 

La delegazione italo-francese si è dichiarata disponibile a collaborare per favorire il modello delle organizzazioni di produttori in Polonia.

 

A differenza di quanto succede in Italia e in Francia, solo il 15% della produzione di mele in Polonia è gestita da strutture organizzate.

 

Nel 2018 la Polonia ha prodotto 4,5 milioni di tonnellate di mele, circa il doppio dell’Italia.

 

Da questa situazione nascono le situazioni di concorrenza spesso non prevedibili create dalle mele della Polonia sui mercati europei ed extraeuropei.

 

Giova specificare che Alessandro Dalpiaz è anche direttore di Apot, associazione trentina omologo ad Assomela.

 

Il Trentino, insieme all’Alto Adige, è tra le regioni che hanno risentito più di altre la presenza sul mercato europeo e nazionale di mele della Polonia non sempre di alta qualità ma soprattutto scarsamente gestite da organizzazioni di produttori.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 19:34

Nella serata di ieri il Gattogordo di Trento è stato teatro di una discussione animata tra il proprietario Villotti e un gruppo di carabinieri, poliziotti e finanzieri. Secondo questi ultimi, dalle 20 il ristorante non può servire ai tavoli solamente bevande. L’oggetto del dibattito è la parola “attività” di ristorazione, che ha generato non poca confusione

31 ottobre - 18:56

In valore assoluto i dati più alti si registrano nei centri più popolosi (che è quello che sarebbe dovuto succedere anche nella prima ondata) e quindi dei 390 casi totali ben 208 sono concentrati tra Trento (127), Rovereto (56), Pergine (15) e Riva del Garda (10)

31 ottobre - 18:21

Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha firmato le nuove ordinanze per i Comuni-Cluster valide per 14 giorni. Ai Comuni di Laives, Malles, Sarentino, Campo di Trens e Racines si aggiungono oggi anche Sluderno, Glorenza, Tubre, Gargazzone, Val di Vizze e Rasun-Anterselva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato