Contenuto sponsorizzato

La cimice asiatica evita il meleto verticale, soprattutto nelle forme a parete stretta

Alberto Dorigoni che si occupa soprattutto di impianti a sviluppo verticale informa che, a parte i visitatori provenienti dall’estero, a livello regionale prevale il numero di visitatori provenienti dall’Alto Adige rispetto ai trentini
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 06 febbraio 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

L’azienda frutticola sperimentale Maso delle Part situata nel comune di Mezzolombardo e gestita dalla Fondazione Mach è visitata anche durante l’inverno da frutticoltori che desiderano assistere alla potatura.

 

L’attenzione maggiore è rivolta alla potatura di meli allevati a parete stretta. Alberto Dorigoni che si occupa soprattutto di impianti a sviluppo verticale informa che, a parte i visitatori provenienti dall’estero, a livello regionale prevale il numero di visitatori provenienti dall’Alto Adige rispetto ai trentini.

 

Dorigoni fornisce un’altra informazione interessante: nelle forme a parete stretta la cimice asiatica è meno presente e causa danni inferiori ai frutti rispetto alle forme di allevamento caratterizzate da vegetazione più folta e rigogliosa.

 

L’osservazione rilevata nel corso della stagione 2019 deve essere verificata e convalidata nella stagione in corso.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 febbraio - 18:00

Gli aggiornamenti dopo una giornata di incontri e confronti. Fugatti spiega che ci sono stati i primi tre casi in provincia. Ora stanno rientrando in Lombardia

23 febbraio - 16:16

La decisione è arrivata poche ore fa con un ordinanza firmata dai sindaci dei sei comuni dell'Isola. Ecco il documento e le ragioni di una tale decisione

23 febbraio - 15:55

Da lunedì 24 febbraio, per una settimana, tutti gli uffici e le sedi produttive di Lombardia, Emilia, Veneto, Trentino e Piemonte saranno chiuse per consentire gli interventi di disinfestazione. I sindacati: “Bene il riguardo per la salute, ma decisione senza preavviso, molti lavoratori non sanno nulla”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato