Contenuto sponsorizzato

Per incentivare gli studenti trentini borse di studio ai maturandi meritevoli

Per incentivare le iscrizioni all'Università dei giovani trentini, la Pat dovrebbe mettere a disposizione dei maturandi meritevoli delle borse e il rettore Collini dovrebbe portare la soglia Isee delle borse universitarie a 21.500 euro come succede negli altri atenei italiani
DAL BLOG
Di Walter Alotti - 25 ottobre 2016

Attuale segretario generale della Uil in Trentino è giornalista pubblicista dal 2014

Il presidente Rossi, durante l'incontro in ricordo di Bruno Kessler, si è detto preoccupato del trend negativo dei trentini che si iscrivono all'Università. La Uil del Trentino condivide tale preoccupazione, ma formula una proposta di incentivo all'iscrizione dei giovani trentini diversa da quella di Rossi: non ritiene infatti valida la "ricetta" del governatore di sostenere con piani di accumulo ad hoc le famiglie trentine che intendano mandare i propri figli all'università.

 

Si propongono piuttosto borse di studio Pat ai maturandi meritevoli delle scuole superiori, sempre in presenza di valutazione equitativa Icef o Isee, e a patto che gli studenti mantengano un percorso di studi positivo e regolare. Accantonamenti per la casa, per la previdenza, per la sanità. Ora li si propone anche per gli studi universitari dei propri figli: troppe le aspettative riversate sulle famiglie, alle prese anche in Trentino con la crisi economica, costrette in parte già a ridurre addirittura la spesa privata per la salute.

 

Ancora la Uil invita, come sollecitato anche dal rettore Collini, a portare la soglia Isee delle borse universitarie a 21.500 euro, per garantire a tutti gli studenti dell'Università di Trento un trattamento pari a quello erogato, mediamente, negli altri atenei italiani.

 

A margine di questa proposta, sempre in tema di diritto allo studio, la Uil del Trentino, unendo la propria voce anche a quella dei rappresentanti della consulta provinciale, chiede di estendere agli studenti ultrasedicenni delle superiori il comodato d'uso dei libri scolastici; magari, anche in questo caso, privilegiando famiglie numerose e/o non benestanti.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.50 del 10 Luglio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 luglio - 06:01

Chiarastella Feder, esperta di gestione dei conflitti fra grandi predatori e piccole comunità rurali originaria di Treviso, lavora ormai da 15 anni per il governo della regione canadese dell'Alberta. Impegnata nell'educazione alla convivenza fra esseri umani ed orsi, ha deciso di dedicare la propria attenzione al Trentino e ai recenti fatti dell'aggressione sul Monte Peller. "Uccidere un'orsa è deleterio. La soluzione è educare alla coesistenza e alla conoscenza di questi animali"

11 luglio - 09:52

La donna ha effettuato il tampone  nell'attività di screening lavorativo portata avanti sul territorio. E' residente nel feltrino ed è stata immediatamente avviata una indagine epidemiologica. La donna non avrebbe avuto contatti con gli ospiti della struttura e la situazione è sotto controllo

10 luglio - 19:14

L'assessora Segnana rispondendo a una interrogazione di Futura: La Giunta provinciale intende “occuparsi prioritariamente delle tematiche delle pari opportunità tra donne e uomini in linea con quanto delineato nei propri documenti di governo". Il presidente dell'Arcigay del Trentino: "Allarmante che qualcuno chiamato a garantire sicurezza e tutela a tutti i cittadini trentini decida, sulla base di un non meglio precisato principio valoriale, di creare una sorta di gerarchia' nelle classi di cittadini esposti a stigma e discriminazione"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato