Contenuto sponsorizzato

Condannata per maltrattamenti di sei cuccioli di cane, erano segregati senza acqua e cibo, coperti di urina e rifiuti

Dopo le segnalazioni in Procura, l'indagine era partita in dicembre scorso, mentre a gennaio le forze dell'ordine avevano scoperto le condizioni di vita dei cani. La donna è stata condannata a pagare 3.500 euro di multa 

Pubblicato il - 25 ottobre 2017 - 09:22

CAVALESE. Una donna di Cavalese è stata condannata in primo grado per maltrattamenti a sette cani, una femmina e sei cuccioli. L'esemplare adulto sarebbe stato tenuto legato con la catena all'aperto, anche d'inverno, senza cibo e acqua, mentre i cuccioli sarebbe stati segregati in tre locali fatiscenti, senza cure e luce, tanto che sarebbero stati ritrovati dalla polizia locale coperti di urina, escrementi e rifiuti vari.

 

La donna dovrà pagare 3.500 euro di multa, mentre gli animali, confiscati, sono stati prima affidati ad un'associazione amici degli animali in Valle di Fiemme e quindi adottati da altre famiglie.

 

L'indagine è partita in dicembre scorso, quando la presidente dell'associazione si era rivolta alla Procura per possibili maltrattamenti compiuti dalla donna sugli animali: alcune persone avevano, infatti, segnalato che dall'abitazione provenivano guaiti di cane, senza però che questi si fossero mai visti in giardino.

 

In gennaio il sopralluogo delle forze dell'ordine e del veterinario dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari e la scoperta dei sette cani maltrattati. La visita veterinaria avrebbe completato il quadro, certificando che gli animali, soprattutto i cuccioli, versavano in condizioni di malnutrizione e rachitismo, ma anche comportamenti fobici. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 March - 18:00

Le misure che entreranno in vigore sono del tutto simili a quelle che vennero adottate per i Comuni di Cembra Lisignago, Castello Tesino, Bedollo e Baselga di Pinè. L'ordinanza rimarrà in vigore fino al 19 marzo 

04 March - 18:01

Le analisi hanno confermato la positività alla variante inglese di un caso legato ai contagi rilevati fra i dipendenti della Cassa Rurale della Val di Fiemme. Il sindaco di Cavalese: “In molte altre strutture del Trentino le terapie intensive sono sature e quindi non è escluso che a Cavalese riaprano alcuni reparti Covid per accogliere questi pazienti”

04 March - 18:00

Le misure che entreranno in vigore sono del tutto simili a quelle che vennero adottate per i Comuni di Cembra Lisignago, Castello Tesino, Bedollo e Baselga di Pinè. L'ordinanza rimarrà in vigore fino al 19 marzo 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato