Contenuto sponsorizzato

Festività, ecco il piano del Trentino per affrontare il grande traffico: attenzione alle giornate con bollino nero

Il piano del traffico è stato elaborato tra tutti i soggetti coinvolti a partire  dalla Protezione Civile,Vigili del fuoco volontari e permanenti alle varie polizie locali. Oltre all'A22 massima attenzione anche nelle valli

Pubblicato il - 30 novembre 2017 - 12:49

TRENTO. Domenica 10 dicembre in A22 (in corsia sud per i turisti in partenza), 2 gennaio 2018 a partire dal mattino per il forte flusso di turisti in arrivo e partenza, ed il 7 gennaio per il ritorno dalla vacanza natalizia.  Queste le date segnate con bollino nero per le prossime festività che vedono il  Trentino prepararsi all'"assalto" dei vacanzieri.

 

Oltre all'autostrada dell'A22, per il traffico saranno interessati anche le valli, in particolare quelle che portano alle località sciistiche.

 

Ecco allora che nella giornata di ieri è stato messo a punto un piano del traffico  in una riunione presso la sala operativa del Corpo permanente dei Vigili del fuoco di Trento tra tutti i soggetti coinvolti: Protezione Civile, Autostrada del Brennero, Vigili del fuoco volontari e permanenti, Nu.Vol.A., le Polizie locali di Trento, Lavis, Piana Rotaliana, Rovereto ed Ala, Servizio gestione strade, Meteo Trentino e Servizio turismo. Oltre alle località sciistiche ci si aspetta, come già sperimentato negli ultimi anni, un afflusso eccezionale di turisti per i mercatini natalizi, costituito prevalentemente da camper e pullman.

 

1)    Le giornate da bollino nero e ad alta intensità di traffico

Le date a maggiore rischio per il traffico sono a ridosso del Ponte dell’Immacolata: in carreggiata Nord della A22 si annuncia traffico intenso già nella serata del 6, il 7 e 8 dicembre, mentre il rientro si annuncia critico (bollino nero) domenica 10 dicembre a partire dalle ore 11 e fino alle 22 con ripercussioni anche su Trento e Rovereto: ai turisti in transito sulla A22 si aggiungeranno infatti anche i visitatori dei mercatini di Natale. Il punto di maggiore criticità sarà il ponte di Ravina dove la tangenziale passa da 2 a 1 corsia: gli automobilisti saranno invitati in tale circostanza ad utilizzare anche la corsia bassa per non creare intasamenti. Informazioni in tempo reale saranno date sui pannelli a messaggio variabile. Saranno anche distribuiti dei volantini con i consigli per scaglionare le partenze, evitando le punte di maggiore traffico.

Sempre in carreggiata nord della A22 il traffico si annuncia intenso anche nei giorni che precedono e seguono il Natale, in particolare nelle giornate del 22 (sera), 23 e 26 dicembre (partenze e arrivi) e in corrispondenza del capodanno: 29 dicembre (sera) e 30 dicembre (in entrata). 

Il 2 gennaio è la seconda giornata da bollino nero su entrambe le carreggiate dell'A22 per i nuovi arrivi e le partenze turistiche. Quel giorno tutti i servizi e le strutture provinciali saranno allertate per gestire eventuali criticità. L’area più a rischio sarà quella dolomitica e, in particolare, le valli di Fassa e Fiemme: potrebbe rendersi necessario deviare parte del traffico in uscita dal Trentino lungo la valle di Cembra.

Molto traffico ci sarà anche nella serata del 5 e l'intera giornata del 6 gennaio (in entrata) e soprattutto nel pomeriggio/sera del 7 gennaio 2018 (bollino nero) per il rientro che segnerà la conclusione delle vacanze natalizie. 

 

2)    Informazione al pubblico:

E' quindi stato predisposto un programma con la diffusione di comunicati contenenti le informazioni sulla viabilità nelle giornata di punta di dicembre e gennaio e le indicazioni per ottenere aggiornamenti sullo stato di percorribilità delle strade nel momento in cui sarà decisa la partenza. La diffusione delle informazioni sarà gestita dal servizio Viaggiare in Trentino tramite comunicati trasmessi a frequenza almeno oraria dalle radio locali e attraverso il sito internet www.viaggiareintrentino.it.

 

3) Monitoraggio controllo e gestione del traffico

Il monitoraggio del traffico sarà effettuato dalla Sala operativa provinciale - che rimarrà costantemente aperta nelle giornate a bollino nero del 10 dicembre e del 2 e 7 gennaio - in accordo con il CAU della A22. Le informazioni saranno raccolte utilizzando sia le soglie di misura dell'intensità e della velocità del traffico di cui dispongono la società A22 ed il Servizio Gestione Strade per la rete delle strade provinciali e statali, sia tramite alcuni operatori del Servizio Gestione Strade che si sposteranno sul territorio per controllare la situazione da vicino. L'eventuale deviazione dei flussi di traffico sarà possibile utilizzando i pannelli a messaggio variabile e gli operatori dislocati negli snodi principali della rete stradale.

 

4) Assistenza ai mezzi e alle persone coinvolte negli ingorghi

Nell'ipotesi in cui, nonostante le misure adottate, si formassero degli ingorghi, il personale dislocato nelle postazioni di rilievo delle condizioni di traffico, assumerà anche le funzioni di punto di assistenza logistica agli automobilisti, distribuendo a quanti ne avranno necessità generi di conforto.

 

5) Forze mobilitate

Oltre alla Sala operativa provinciale, che sarà attivata nelle giornate considerate più a rischio e che opererà in stretto contatto con il CAU della A22 fino al termine delle fasi intense del traffico, il personale dislocato sul territorio sarà costituito da personale cantoniere e della Federazione dei vigili del fuoco volontari.

 

6) Numeri utili

Di seguito sono indicati i numeri verdi e i siti dove reperire le notizie aggiornate sulla viabilità:

www.viaggiareintrentino.it

Facebook https://www.facebook.com/ViaggiareinTN

Twitter @ViaggiareinTN

Numero verde Info traffico: 800-994411

Ufficio meteo: www.meteotrentino.it

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 23 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 20:04

Da oggi si è deciso che per far finire in isolamento una classe non basta più solo un bambino ma ne servono due (alle superiori resta uno). A livello di contagio i positivi di oggi sono 207. Di questi oltre 110 sono a Trento e Pergine. Dati importanti anche per Rovereto, Levico Terme e Civezzano. Sono 48 i comuni dove si contano nuovi contagiati

23 ottobre - 17:54

Curioso caso nella mattina di venerdì 23 ottobre. Trento sud è stata interessata da un forte odore di gas, con diverse segnalazioni arrivate a Novareti e ai vigili del fuoco. Nell'aria in realtà si era disperso il prodotto odorizzante, utilizzato per dare il caratteristico sentore al metano

23 ottobre - 18:58

Le foto inviate a ildolomiti.it da parte di alcuni utenti mostrano situazioni a rischio contagio. In nessun caso viene rispettato il metro di distanza fisica. "Dovrebbero aggiungere carrozze ai treni ed invece pensano di aumentare i pullman che rimangono poi vuoti" 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato